Oggi è 16/02/2019

Cronaca

La Buona Scuola e “i cattivi” docenti

Le controversie di una mobilità forse troppo “mobile”

Pubblicato il 7 agosto 2016

La Buona Scuola e “i cattivi” docenti

Il diletto più frequente di una parte dell’ intellighenzia del Nostro Paese (pensatori, intellettuali, politici) sembra essere ormai quello di ergersi talmente al di sopra della gente comune (con vite comuni, sacrifici comuni, problemi comuni, speranze comuni) da sembrare quasi un cenacolo di alieni incapaci di ascoltare, comprendere, riflettere…usare il buon senso in un fare propositivo ma privo di quella supponenza a volte davvero poco gradevole. La  L. 107  (non riesco a denominarla “La Buona Scuola”, non per mancato rispetto, per polemica  pretestuosa o perché non la ritenga in parte tale, ma per un semplice motivo: quest’attributo “Buona” mi sembra palesemente auto-centrato e vagamente dispregiativo nei confronti delle precedenti riforme scolastiche, evidentemente considerate non “Buone” dall’attuale maggioranza) ha il merito innegabile di aver offerto a un numero cospicuo di docenti l’opportunità di ottenere un contratto a tempo indeterminato, anche a chi non ci sperava, dato il punteggio esiguo.

Ci si aspettava probabilmente da tale esercito di prof,  una sottomessa gratitudine nei riguardi dei massimi esponenti del Governo. Si intravede, infatti, semi-celato, un atteggiamento un po’ dispotico del tipo “ti ho assunto immeritatamente, insegnante senza arte nè parte, quindi abbi la buona creanza di limitarti a obbedire da perfetto yes-man e vai dove ti dico, senza fiatare”…presupposto discutibilissimo, ma per certi versi anche parzialmente legittimo, ovviamente non con tali modalità, ma in termini di flessibilità e disponibilità costituzionale che il  dipendente dello Stato dovrebbe garantire all’intero Territorio Nazionale. La realtà, in questo caso, non è  proprio cosi come appare: le aspettative relative a una  genuflessa gratitudine eterna per la “prospera generosità” del trend renziano, da parte dei professionisti della scuola non ci sono state, non perché i docenti neo-immessi rappresentino una banda di fannulloni ingrati e pretensivi, pronti ad arraffare il “posto definitivo”, ma per ragioni più reali e complesse, in alcuni casi assolutamente sacrosante . Non si comprendono le ire quasi isteriche, da parte di qualche intellettuale della ristretta ed elitaria cerchia culturale italiana, contro un corpo docente, che, salvo rare eccezioni, tiene dignitosamente in piedi la scuola pubblica del Nostro Paese, con instancabile impegno e senso del dovere. Ma andiamo con ordine.

Alcuni insegnanti assunti nelle tre fasi distinte di “reclutamento”, possiedono un punteggio pari a zero, poiché non hanno, di fatto, mai  insegnato, quindi risulta abbastanza chiaro come tale stabilizzazione accomuni docenti dalle più disparate esperienze, i quali hanno già, all’inizio dell’anno scolastico appena concluso,  predisposto il  bagaglio per  avviarsi finalmente verso un futuro di maggiori certezze. I veterani, insegnanti dalla lunga, articolata e sofferta gavetta, felici di aver ottenuto la tanta agognata stabilizzazione, hanno voluto confidare, credo abbastanza legittimamente, in una successiva  ricollocazione stabile, magari nella regione d’appartenenza, grazie alla provvidenziale mobilità straordinaria, in virtù anche del cospicuo punteggio, frutto dei tanti sacrifici pregressi, in grado di far ben sperare ad una sede  non proprio sotto casa, ma neppure troppo lontana, una sede che almeno non complichi, ancora una volta, i precari equilibri e la riorganizzazione radicale della propria esistenza. Definiti finalmente gli esiti della fantomatica mobilità tanto agognata, relativa alla scuola primaria, ecco l’incredibile Sorpresa! L’algoritmo spariglia le carte: insegnanti increduli, dopo anni di continuo girovagare, dopo un’intera carriera da precari, al servizio della scuola, si vedono catapultati, in via definitiva, all’altro capo dello Stivale…La sorpresa diventa Sgomento quando ci si accorge che molti neoassunti, dal punteggio infinitesimale, si ritrovano a ricoprire una sede a pochi Km da casa. Le proteste arrivano copiose ma non tanto da parte di giovani “sfaticati e ingrati”, che in realtà dovrebbero gioire e ringraziare la Buona Sorte, anzi la Buona Scuola, come ha osservato  con “appannata” onestà intellettuale una parte del mondo politico e culturale, ma soprattutto da quei professionisti della scuola, che hanno consolidato “il loro essere insegnanti” grazie ad un precariato lungo e non sempre agevole, gente che ha già preso la valigia, gente che conosce perfettamente il sacrificio, gente che vede materializzarsi, nel rivolgimento della propria vita, una palese ingiustizia.

Gli strali di illustri intellettuali si ergono poderosi sui docenti del sud, definiti pigri, ingrati e pure ignoranti. Fabrizio Rondolino, editorialista dell’Unità, tra le molte riflessioni non proprio concilianti nei riguardi del  “corpo insegnante “, così cinguetta su Twitter: “Se gli insegnanti del Sud che urlano in tv conoscessero l’italiano, almeno capiremmo che vogliono”…La frase, orribile e inopportuna, nella sua sprezzante ed elitaria esternazione di disgusto dal “sapore” vagamente leghista, si commenta da sé…A questa, magari in maniera meno esplicita e grossolana, fanno eco alcune dichiarazioni che giustificano il sistema, da parte di addetti ai lavori e politici di area governativa. Nessuno di loro prova a capire il disagio generalizzato, nessuno propone un tono rassicurante, nessuno cerca di rivedere le modalità di un sistema che ha prodotto, evidentemente, risultati non perfettamente aderenti all’imprescindibile principio di equità. Piuttosto si continua a sottolineare con un’aggressività neppure tanto latente, ancora una volta, l’inadeguatezza dei docenti italiani.

L’unico saggio consiglio che mi verrebbe rispettosamente di esternare, con l’umiltà di semplice docente innamorata del suo lavoro, con la passione di chi non sostituirebbe la propria professione per nulla al mondo, che conosce il valore del sacrificio, della gratitudine, ma anche del dissenso pacifico e costruttivo, ove necessario, è quello di evitare questo trend offensivo, questo “infierire dal pulpito”, questa attitudine al disprezzo, che appare quasi un Mantra fine a se stesso, un disco rotto, ormai noioso nella sua fastidiosa ripetitività e di cercare, insieme a questi docenti, considerati, spesso  ingiustamente, “non Buoni”, neo- immessi però in una “Buona scuola”, di attenzionare e modificare, magari rivedendolo con accuratezza, ciò che semplicemente non ha funzionato.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Lo Biondo rifiuta l’offerta di Gambino e rilancia: “Roberto, una persona perbene e capace, da noi ha le porte aperte”

    Cronaca

    Monreale, 16 febbraio 2019 - “Ringrazio per l'ennesimo invito ma andiamo #OLTRE.  Ritengo che un invito pubblico, dopo una risposta chiara ricevuta a microfoni spenti, rischi (volutamente?) di creare caos ulteriore”. Massimiliano Lo Biondo co..

    Continua a Leggere

  • “INSIEME SI CRESCE CON IL PIZZINO DELLO SCONTO”. Nasce a Monreale una nuova iniziativa imprenditoriale

    Cronaca

    Monreale, 16 febbraio 2019 - "INSIEME SI CRESCE CON IL PIZZINO DELLO SCONTO”. È questo lo slogan di una nuova iniziativa ideata da Ester Cuccia, imprenditore monrealese del settore pubblicitario. E nel periodo in cui il digitale ha preso il sopravvento sul cartaceo, Cuccia ha pensato bene di r..

    Continua a Leggere

  • “La scuola siciliana oggi”, gli studenti dei Licei D’Aleo e Basile incontrano Lagalla

    Cronaca

    Monreale, 16 febbraio 2019 - Il prossimo 19 febbraio gli studenti dell’istituto Superiore “E. Basile-M- D’Aleo” riceveranno la visita dell’Assessore alla Pubblica istruzione, Roberto Lagalla. L’evento avrà luogo presso l’Aula Magna della sede di Via Biagio Giordano e sarà anche l’o..

    Continua a Leggere

  • Palermo – Brescia: 1 – 1. Un anticipo di serie A

    Cronaca

    Stadio Renzo Barbera (Palermo), 16 febbraio 2019 - Lo stadio Renzo Barbera torna ad essere il 12° uomo in campo. Si é registrato il record  stagionale anche di tutto il campionato cadetto. I tifosi presenti sono stati 22.329. Una cornice importante per una gara che ha rise..

    Continua a Leggere

  • Istituito punto di raccolta rifiuti nella villetta di Aquino, iniziativa spontanea di “alcuni” residenti

    Cronaca

    Monreale, 16 febbraio 2019 - La villetta di Aquino fa ancora parlare di sé, e anche questa volta nessun premio morale per gli ..

    Continua a Leggere

  • “Popolari per Monreale”. Ecco i primi nomi della lista che sosterrà Piero Capizzi

    Cronaca

    Monreale, 16 febbraio 2019 - "Popolari per Monreale" è il nome di una delle liste elettorali che sosterranno alle prossime consultazioni la candidatura del sindaco uscente, Piero Capizzi. Ieri è stato ufficializzato il nome della lista e presentato il logo, elaborato da Ester Cuccia. La composizio..

    Continua a Leggere

  • Domani screening mammografico gratuito a Palermo, Corleone e Petralia Sottana

    Cronaca

    Monreale, 16 febbraio 2019 - Screening mammografico gratuito domani negli ospedali aderenti. L'Asp di Palermo ha deciso l'apertura domenicale per i Centri in cui è possibile effettuare l'indagine. La prevenzione è importante e questa iniziativa darà la possibilità di effettuare i control..

    Continua a Leggere

  • Roberto Gambino: “Sarò il candidato sindaco”. E conferma: “Se andiamo al ballottaggio vinceremo”

    Cronaca

    [gallery ids="92343,92342,92341,92340,92339,92338,92337,92332,92331,92330,92328,92327,92326"] Monreale, 15 febbraio 2019 - “Sarò il candidato sindaco”. Questo pomeriggio, all’interno di un’affollata aula consiliare, Roberto Gambino ha sciolto la riserva, visibilmente emo..

    Continua a Leggere

  • Operaio muore schiacciato, tragedia a San Cipirello

    Cronaca

    San Cipirello, 15 febbraio 2019 - È la terza in pochi giorni, ancora una

    Continua a Leggere

  • Incidente in via Pietro Novelli. Un malore improvviso gli fa perdere il controllo dell’auto

    Cronaca

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Un malore, probabilmente un capogiro, lo ha colpito all’improvviso mentre era alla guida della sua auto insieme alla moglie. L'uomo di 62 anni, ha perso il controllo della Fiat Punto su cui viaggiava finendo fuori strada. La vettura è finita contro un tubo del metano ..

    Continua a Leggere

  • Ars, approvata la finanziaria. Salvata Riscossione Sicilia e i precari dei comuni in dissesto passano a Resais

    Cronaca

    Palermo, 15 febbraio 2019 - La finanziaria regionale è stata approvata nella notte. Come già accaduto molte altre volte in precedenza, l'esame del documento finanziario si è protratto fino a tarda ora e il voto finale è arrivato dopo le sette di mattina, con 44 voti a favore e 28 contrari. D..

    Continua a Leggere

  • Roberto Gambino candidato sindaco? Oggi scioglierà la riserva. La squadra sarà quasi tutta presente

    Cronaca

    Monreale, 15 febbraio 2019 - C’è molto interesse intorno all’incontro che si terrà questo pomeriggio in aula consiliare, nel corso del quale Roberto Gambino scioglierà la riserva in merito alla sua decisione di accettare l’invito a candidarsi a sindaco di Monreale. Una riserva mantenuta fin..

    Continua a Leggere

  • Chi è Salvatore Milano, già arrestato nel 2008 nell’operazione Perseo. Al maxiprocesso, Buscetta e Contorno lo indicavano quale socio occulto del marchio “Bagagli”

    Cronaca

    Palermo, 15 febbraio 2019 - È scattata questa mattina la confisca di svariati beni appartenuti a Salvatore Milano e Filippo Giardina, nei confronti dei quali il Tribunale ha anche disposto la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno in città, per 4 anni per il ..

    Continua a Leggere

  • Abbandono rifiuti e scarti edili, Lo Biondo (#OLTRE): “La mia proposta per prevenire il degrado del territorio”

    Cronaca

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Ancora una proposta amministrativa arriva da Massimiliano Lo Biondo, candidato a sindaco alle prossime consultazioni del 28 aprile con la lista #OLTRE. Stavolta l’obiettivo è il contrasto all’abbandono selvaggio di rifiuti e scarti edili. “Necessario prevenire ..

    Continua a Leggere

  • Confiscati i 3 punti vendita Bagagli di Palermo e beni per 8 milioni di euro. Secondo la Procura sono riconducibili a Cosa Nostra

    Cronaca

    Palermo, 15 febbraio 2019 - L a Direzione Investigativa Antimafia ha eseguito questa mattina un decreto di confisca, emesso dal Tribunale di Palermo, nei confronti di Salvatore Milano, 66 anni, e Filippo Giardina, 66 anni. Le indagini su Milano e Giardina ebbero inizio..

    Continua a Leggere

  • Fondi a favore degli inquilini morosi incolpevoli. Ecco come accedere

    Cronaca

    Monreale, 15 febbraio 2019 - Scade il 31 dicembre 2019 il bando per accedere al “Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli”. Il contributo riservato a favore del Comune di Monreale è destinato a sostenere i conduttori morosi al fine di prevenire gli sfratti. La somma sarà erogata in mo..

    Continua a Leggere

  • Scenari post-apocalittici in via Pio La Torre: topi, cani randagi, spazzatura e televisori rotti (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="92216,92217,92218,92219,92220,92221"]

    Monreale, 14 febbraio 2019 - È capitato spesso, purtroppo, di parlare di rifiuti abbandonati, sporcizia e degrado, ma il caso di via Pio La Torre è uno dei più vergognosi. L’argomento è già stato trattato in a..

    Continua a Leggere

  • Branco di cani aggredisce due passanti in poche ore. È emergenza randagismo a Monreale

    Cronaca

    Monreale, 14 febbraio 2019 -Continua l’emergenza randagismo. Due nuovi episodi di aggressione, nel giro di poche ore, ai danni di due persone, si sono verificati a Monreale, nello specifico in via linea Ferrata nei pressi della galleria dove i cani stazionano da tempo. U..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com