Oggi è 22/09/2018

Cronaca

La Buona Scuola e “i cattivi” docenti

Le controversie di una mobilità forse troppo “mobile”

Pubblicato il 7 agosto 2016

La Buona Scuola e “i cattivi” docenti

Il diletto più frequente di una parte dell’ intellighenzia del Nostro Paese (pensatori, intellettuali, politici) sembra essere ormai quello di ergersi talmente al di sopra della gente comune (con vite comuni, sacrifici comuni, problemi comuni, speranze comuni) da sembrare quasi un cenacolo di alieni incapaci di ascoltare, comprendere, riflettere…usare il buon senso in un fare propositivo ma privo di quella supponenza a volte davvero poco gradevole. La  L. 107  (non riesco a denominarla “La Buona Scuola”, non per mancato rispetto, per polemica  pretestuosa o perché non la ritenga in parte tale, ma per un semplice motivo: quest’attributo “Buona” mi sembra palesemente auto-centrato e vagamente dispregiativo nei confronti delle precedenti riforme scolastiche, evidentemente considerate non “Buone” dall’attuale maggioranza) ha il merito innegabile di aver offerto a un numero cospicuo di docenti l’opportunità di ottenere un contratto a tempo indeterminato, anche a chi non ci sperava, dato il punteggio esiguo.

Ci si aspettava probabilmente da tale esercito di prof,  una sottomessa gratitudine nei riguardi dei massimi esponenti del Governo. Si intravede, infatti, semi-celato, un atteggiamento un po’ dispotico del tipo “ti ho assunto immeritatamente, insegnante senza arte nè parte, quindi abbi la buona creanza di limitarti a obbedire da perfetto yes-man e vai dove ti dico, senza fiatare”…presupposto discutibilissimo, ma per certi versi anche parzialmente legittimo, ovviamente non con tali modalità, ma in termini di flessibilità e disponibilità costituzionale che il  dipendente dello Stato dovrebbe garantire all’intero Territorio Nazionale. La realtà, in questo caso, non è  proprio cosi come appare: le aspettative relative a una  genuflessa gratitudine eterna per la “prospera generosità” del trend renziano, da parte dei professionisti della scuola non ci sono state, non perché i docenti neo-immessi rappresentino una banda di fannulloni ingrati e pretensivi, pronti ad arraffare il “posto definitivo”, ma per ragioni più reali e complesse, in alcuni casi assolutamente sacrosante . Non si comprendono le ire quasi isteriche, da parte di qualche intellettuale della ristretta ed elitaria cerchia culturale italiana, contro un corpo docente, che, salvo rare eccezioni, tiene dignitosamente in piedi la scuola pubblica del Nostro Paese, con instancabile impegno e senso del dovere. Ma andiamo con ordine.

Alcuni insegnanti assunti nelle tre fasi distinte di “reclutamento”, possiedono un punteggio pari a zero, poiché non hanno, di fatto, mai  insegnato, quindi risulta abbastanza chiaro come tale stabilizzazione accomuni docenti dalle più disparate esperienze, i quali hanno già, all’inizio dell’anno scolastico appena concluso,  predisposto il  bagaglio per  avviarsi finalmente verso un futuro di maggiori certezze. I veterani, insegnanti dalla lunga, articolata e sofferta gavetta, felici di aver ottenuto la tanta agognata stabilizzazione, hanno voluto confidare, credo abbastanza legittimamente, in una successiva  ricollocazione stabile, magari nella regione d’appartenenza, grazie alla provvidenziale mobilità straordinaria, in virtù anche del cospicuo punteggio, frutto dei tanti sacrifici pregressi, in grado di far ben sperare ad una sede  non proprio sotto casa, ma neppure troppo lontana, una sede che almeno non complichi, ancora una volta, i precari equilibri e la riorganizzazione radicale della propria esistenza. Definiti finalmente gli esiti della fantomatica mobilità tanto agognata, relativa alla scuola primaria, ecco l’incredibile Sorpresa! L’algoritmo spariglia le carte: insegnanti increduli, dopo anni di continuo girovagare, dopo un’intera carriera da precari, al servizio della scuola, si vedono catapultati, in via definitiva, all’altro capo dello Stivale…La sorpresa diventa Sgomento quando ci si accorge che molti neoassunti, dal punteggio infinitesimale, si ritrovano a ricoprire una sede a pochi Km da casa. Le proteste arrivano copiose ma non tanto da parte di giovani “sfaticati e ingrati”, che in realtà dovrebbero gioire e ringraziare la Buona Sorte, anzi la Buona Scuola, come ha osservato  con “appannata” onestà intellettuale una parte del mondo politico e culturale, ma soprattutto da quei professionisti della scuola, che hanno consolidato “il loro essere insegnanti” grazie ad un precariato lungo e non sempre agevole, gente che ha già preso la valigia, gente che conosce perfettamente il sacrificio, gente che vede materializzarsi, nel rivolgimento della propria vita, una palese ingiustizia.

Gli strali di illustri intellettuali si ergono poderosi sui docenti del sud, definiti pigri, ingrati e pure ignoranti. Fabrizio Rondolino, editorialista dell’Unità, tra le molte riflessioni non proprio concilianti nei riguardi del  “corpo insegnante “, così cinguetta su Twitter: “Se gli insegnanti del Sud che urlano in tv conoscessero l’italiano, almeno capiremmo che vogliono”…La frase, orribile e inopportuna, nella sua sprezzante ed elitaria esternazione di disgusto dal “sapore” vagamente leghista, si commenta da sé…A questa, magari in maniera meno esplicita e grossolana, fanno eco alcune dichiarazioni che giustificano il sistema, da parte di addetti ai lavori e politici di area governativa. Nessuno di loro prova a capire il disagio generalizzato, nessuno propone un tono rassicurante, nessuno cerca di rivedere le modalità di un sistema che ha prodotto, evidentemente, risultati non perfettamente aderenti all’imprescindibile principio di equità. Piuttosto si continua a sottolineare con un’aggressività neppure tanto latente, ancora una volta, l’inadeguatezza dei docenti italiani.

L’unico saggio consiglio che mi verrebbe rispettosamente di esternare, con l’umiltà di semplice docente innamorata del suo lavoro, con la passione di chi non sostituirebbe la propria professione per nulla al mondo, che conosce il valore del sacrificio, della gratitudine, ma anche del dissenso pacifico e costruttivo, ove necessario, è quello di evitare questo trend offensivo, questo “infierire dal pulpito”, questa attitudine al disprezzo, che appare quasi un Mantra fine a se stesso, un disco rotto, ormai noioso nella sua fastidiosa ripetitività e di cercare, insieme a questi docenti, considerati, spesso  ingiustamente, “non Buoni”, neo- immessi però in una “Buona scuola”, di attenzionare e modificare, magari rivedendolo con accuratezza, ciò che semplicemente non ha funzionato.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Rischio sismico,113 mila euro per la sicurezza delle scuole di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 22 settembre 2018 - Dalla Regione arriva un contributo robusto sotto il profilo economico per affrontare le vulnerabilità determinate da una possibile emergenza terremoto. Pronti ad essere elargiti sono 113 mila euro a favore del co..


  • Un’area archeologica risalente all’Età del Bronzo. Clamorosa scoperta a Corleone

    Cronaca

    [gallery ids="76687,76686,76685,76684,76692,76691,76690,76689,76688,76694,76693,76785"] Monreale, 22 settembre 2018 - Chi lo ha detto che Corleone è solo terra di mafia? A smontare questa vecchia nomea e a tirar fuori dal sottosuolo una storia rimasta seppellita per troppo tempo è stato un rice..


  • Raccolta differenziata al 32%. Presto il vetro dovrà essere separato dai metalli, in arrivo i mangia plastica

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si è parlato di differenziata. Lanciato dal Comitato Pioppo Comune si è svolto ieri l'appuntamento tra cittadini, sindaco Capizzi, assessore all'igiene Urbana Cangemi e Fabio Adimino, il capo squadra della ditta Mirto. In poco più di due mesi, da luglio ad oggi, Monr..


  • Lotta ai furbetti dei rifiuti. Due sole telecamere presenti in tutto il territorio. Gelsomino: “Presto ne installeremo altre”

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Due sole telecamere funzionanti in tutto il vasto territorio monrealese per combattere i furbetti dei rifiuti. Si tratta di quella montate sulla SP20, sopra Giacalone, e di quella installata in contrada Pezzenti, i punti maggiormente soggetti all’inci..


  • Cronaca

    21 settembre 2018 - Il porto di Barcellona rappresenta uno dei porti europei più importanti per chi vuole partire per una crociera; la città catalana, d'altro canto, è una delle destinazioni turistiche più frequentate e apprezzate del Vecchio Continente. Collocata nell..


  • Monreale. Spacciava droga in piazza. Arrestato giovane 25enne

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Spacciava in piazza, a Monreale, marijuana. Arrestato con in tasca 2 dosi. In casa, in seguito a perquisizione, i Carabinieri hanno trovato, occultata all’interno di un condizionatore, 10 grammi di cocaina e  2 bilancini di precisione, vario materiale per il tagl..


  • “Van Gogh Digital Experience”. Ancora nessun introito per il Comune di Monreale. Avviata azione legale

    Cronaca

    Monreale, 21 settembre 2018 - Si conclude nel peggiore dei modi, e cioè con l'avvio di un'azione giudiziaria, l'idillio che era nato tra il comune di Monreale e la Bicubo digital marketing S.r.l., la società che aveva portato a Monreale la mostra multimediale su Van Gogh, la “Van Gogh Digital Ex..


  • Palermo Pride, il programma delle iniziative di venerdì

    Cronaca

    Entra nel vivo con numerose iniziative il Palermo Pride in attesa della grande parata per le strade della città del 22 settembre. Ecco le iniziative previste per domani.
    PALERMO PRIDE VILLAGE Piazza Sant’Anna – Piazza Croce dei Vespri | ..


  • Festa del pane di Monreale, il presidente dell’ACM annuncia le novità

    Cronaca

    [embed]https://youtu.be/1UyhBoMtvlo[/embed] Monreale, 20 settembre 2018 -Nella cittadina normanna il 22 e 23 Settembre Monreale bread festival 2018, due giornate dedicate al pane, prodotto tipico locale. Se nel 2017 erano i gazebo a ospitare i prodotti, in occasione della nuova edizio..


  • Vandalismo nel corso del musical su padre Puglisi. Amara sorpresa per decine di spettatori

    Cronaca

    Palermo, 20 settembre 2018 - Dopo il musical dedicato a Padre Pino Puglisi gli spettatori trovano l’automobile vandalizzata. È accaduto nel corso della serata di ieri, (19 settembre ndr), in viale del Fante, nei pressi del Teatro di Verdura.

    Decine di auto parchegg..


  • Monreale, piazze vuote e negozi chiusi di giorno, caos e posteggiatori abusivi la sera

    Cronaca

    Monreale, 20 settembre 2018 - “Siamo passati dalla solitudine di piazze vuote e negozi chiusi di giorno al caos automobilistico delle ore serali con tanto di posteggiatore abusivo che armato di fischietto accompagna gli automobilisti a posteggiare davanti il Duomo..


  • Monreale. Scrutatori e presidenti di seggio elettorale, possibile presentare le domande per l’iscrizione all’albo

    Cronaca

    Monreale, 20 settembre 2018 – E’ in corso di aggiornamento l’Albo unico del comune di Monreale in cui sono incluse le persone idonee all’Ufficio di scrutatore e presidente di seggio elettorale. Per il ruolo di scrutatore basta essere elettore del comune di Monreale ed essere in possesso d..


  • Forza Italia: “Premio di risultato al segretario generale per noi è illegittimo”

    Cronaca

    Monreale, 20 settembre 2018 - La notizia, pubblicata ieri, del riconoscimento del premio di risultato relativo al 2016 da liquidare al Segretario Generale del comune di Monreale, la dott.ssa Domenica Ficano, ha sollevato alcune critiche tra i banchi dell'opposizione. Ad inviare una nota in redazione..


  • Sospesa la caccia in Sicilia, ambientalisti vincono il ricorso

    Cronaca

    Con un’articolata ordinanza il TAR Palermo ha accolto totalmente il ricorso presentato da Legambiente Sicilia, LIPU e WWF, con il patrocinio degli avvocati Antonella Bonanno e Nicola Giudice del Foro di Palermo, contro il calendario venatorio 2018/2019 emanato ad agosto da..


  • Roccamena tra i rifiuti. Il sindaco Ciaccio: “Solleverò dall’incarico il dirigente dell’ufficio tecnico. Bisogna fare la gara”

    Cronaca

    Roccamena, 19 settembre 2018 - Da ieri a Roccamena non si raccolgono più i rifiuti. Cumuli di spazzatura e cassonetti sovraccarichi fanno bella mostra di sé negli angoli delle strade. Chi può li deposita nei propri garage. La società addetta alla raccolta e allo smalt..


  • Il “Sette e Mezzo” a Palermo, ieri l’incontro-dibattito a Casa Cultura Santa Caterina

    Cronaca

    [gallery ids="76777,76776,76775,76774,76773,76772,76771,76770,76769"] Monreale , 19 settembre 2018 - Quattro giornate, tra mostre e documenti storici, in ricordo dell’insurrezione del “Sette e Mezzo”. Questa la proposta del Centro Studi Zabùt, in collaborazione con la Fondazione Ign..


  • Nominata consulente del sindaco, l’Ing Dora Ferreri si occuperà di elettrotecnica

    Cronaca

    Monreale, 19 settembre 2018 - A fianco del primo cittadino ci sarà un nuovo esperto, si tratta dell'Ing Dora Ferreri alla quale è stato conferito l‘incarico di consulente del sindaco, a titolo gratuito, per occuparsi delle attività connesse all'elettrotecnica. Il rapporto durerà fino alla..


  • Drammatico incidente in via Paruta, tanta paura per un automobilista (FOTO)

    Cronaca

    Salvo per miracolo dopo un terribile scontro sul palo. È successo in via Paruta nella zona di Corso Calatafimi (Foto Gabriele Visocaro). Il conducente nonostante l’impatto e l’auto distrutta è salvo. Una notte piena di incidenti è stata quella trascorsa. Uno dei più gravi in corso C..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com