Pulmino pignorato al comune che non paga, ancora fermo il servizio trasporto disabili

Il mancato pagamento della somma di 7000 euro aveva determinato il sequestro di alcuni mezzi comunali

Monreale, 24 luglio – “Mancano i loculi e a Monreale è vietato morire, le strade sono disastrate e non vi è l’ombra, nemmeno in un futuro lontano, di un progetto di rifacimento, è più semplice modificare i limiti di velocità. Manca il pulmino? I disabili restano a casa”. Continua la sua battaglia contro l’amministrazione Capizzi il leader del movimento politico Orgoglio Siciliano: “È questo evidentemente il vero cambio di logica che ha voluto il sindaco Capizzi e la sua giunta”.

Il mancato pagamento della somma di 7000 euro aveva determinato il sequestro di alcuni mezzi comunali tra i quali quello destinato al trasporto disabili. “Un assessore della giunta Capizzi – afferma Caputo – era prontamente intervenuto, prima negando il sequestro e poi dichiarando che avrebbero tempestivamente risolto il problema”.

Nulla di tutto ciò è stato fatto secondo Caputo: “Per soli 7 mila euro da mesi è interrotto un importantissimo servizio sociale. Monreale non può continuare a subire disagi per colpa di una amministrazione incapace, isolata e inconcludente e preda di lotte intestine. È veramente irresponsabile interrompere un servizio di primaria importanza per un debito di sole 7000 euro”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.