Il murale dell’associazione “Il Quartiere”, un messaggio di accoglienza

Dopo il “muro”, salendo le scale, la piccola porta della casa di Sarina rimane ancora aperta per chi cerca un letto, un pasto caldo o un sostegno

Monreale, 2 luglio – Coloro che, dagli anni ’70 in poi, provenendo da varie parti d’Italia o dall’estero, si recavano a Monreale, per cercare Sarina Ingrassia, perché da altri amici o comunità religiose avevano appreso di questa piccola realtà d’accoglienza, o perché, trovandosi in un momento di difficoltà, cercavano un letto, un pasto caldo o semplicemente aiuto e sostegno nella ricerca di soluzioni, prima trovavano un “muro”, poi, salendo le scale, la piccola porta della casa di Sarina, successivamente sede dell’associazione.

Su questo muro, negli anni, si è deciso di disegnare ed imprimere dei messaggi, rappresentare un desiderio o una speranza, dipingendovi di volta in volta un sole, un arcobaleno, una colomba, simbolo della pace, o un girotondo di bambini. Il nuovo messaggio, di cui i giovani del Comitato di Pioppo sono stati i registi ed esecutori, insieme ai volontari del Quartiere ed Arci Link, ai bambini ed agli studenti svizzeri, attualmente ospiti, è l’immagine di un bimbo, probabilmente di nazionalità africana o medio – orientale, dalle cui manine sgorgano gocce di colore. E’ un bimbo che fugge dalla guerra o da un paese, il suo, privo di ciò che serve per vivere; forse è arrivato insieme a tanti altri su uno di quei barconi che suscitano fastidio e preoccupazione, in tanta gente dei paesi opulenti e benestanti. Ma è sicuramente un bimbo accolto, amato e rispettato, così deve essere, perché dona, colore, gioia e bellezza. Gli adulti, che, genitori o educatori, si occupano di minori, sanno che un bimbo incoraggiato, ascoltato e riconosciuto nella sua individualità, ha l’opportunità di diventare a sua volta un adulto generoso e grato.

Per questo è necessario un impegno a favore dei piccoli, perché, da ciò che saremo in grado di consegnargli, dipenderà l’apporto, la passione e l’energia che sapranno mettere al servizio della società. Esattamente come i tanti colori del nostro murale.

 


Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.