Oggi è 16/08/2018

Cronaca

Tonino Russo: “Oltre il fuoco si spengano le polemiche e si faccia tesoro degli errori”

Anche l’ex deputato esprime la sua opinione in merito all’incendio della Circonvallazione

Pubblicato il 20 giugno 2016

Tonino Russo: “Oltre il fuoco si spengano le polemiche e si faccia tesoro degli errori”
Tonino Russo

Riceviamo e pubblichiamo

“Gentile Direttore, “voglio ringraziarla fin da subito per l’ospitalità che mi sta concedendo e, soprattutto, per il lavoro svolto dalla sua testata in questi giorni particolarmente                                                                         roventi e non solo per il fuoco degli incendi.

Ho sentito il dovere di intervenire dopo essermi interrogato parecchio e, soprattutto dopo aver constatato quanto poco buonsenso e lucidità sia rimasta in giro. Sarebbe stato più comodo e meno faticoso rimanere in silenzio. Ma, la responsabilità di essere il papà di una delle bambine dell’asilo “Il Girasole”, coinvolto pienamente dalla triste nota vicenda, mi impone di non star zitto. Lo devo almeno a mia figlia.

Difficilmente dimenticherò i momenti di panico quando con mia moglie ci siamo resi conto che l’asilo rischiava di essere raggiunto dalle fiamme. Vani erano stati i tentativi di chiamare la scuola e gli insegnanti, ovviamente, impegnatissimi nel mettere in salvo i bambini e rintracciare noi genitori per rassicurarci. Non dimenticherò la strada sbarrata, nella fretta, in via Biagio Giordano ed il carabiniere che mi indicava di recarmi per altra via all’ospedale Ingrassia. Poi, l’abbraccio liberatorio di ricongiungimento con la mia piccola Marta, gli accertamenti di rito e il ritorno a casa a stemperare le paure e la rabbia.

Ora a mente più serena e con qualche informazione in più possiamo abbozzare qualche riflessione, con l’intento di provare a offrire qualche spunto per affrontare i problemi piuttosto che per crearne di nuovi, quasi non ce ne fossero già abbastanza. Trovo pertanto sbagliato il clima di caccia alle streghe che si è venuto a creare, così come mi pare sbagliata la logica della autoassoluzione. Semplicemente, va inquadrato quanto accaduto nel giusto contesto.

L’incendio di giovedì a valle della “Fattoria”, è stato uno degli 800 incendi che nello stesso giorno hanno riguardato la Sicilia e, in particolare, le province di Palermo e Messina. Mi pare evidente, quindi, che ci sia una regia criminale unica che vuole tornare a sottolineare la sua presenza e la sua forza sul territorio. Senz’altro, non si tratta di autocombustione ed è irrealistico pensare ad una coincidenza. Nella nostra provincia, sono stati colpiti particolarmente Palermo, Monreale e Cefalù, ossia, i tre comuni che tra qualche giorno festeggeranno il primo anno da “Patrimonio dell’umanità” inserito nella lista Unesco. Sicuramente, sono i comuni che hanno una maggiore eco. Non mi stupirebbe se tra qualche tempo si scoprisse che gli incendi di questi giorni somiglino parecchio agli attentati ai beni culturali del ’93 di via dei Georgofili agli Uffizi, delle chiese di San Giovanni in Laterano e del Velabro, della Galleria di arte moderna di via Palestro a Milano.
È insensato quindi ridurre tutto ad una lite di condominio, come i polli di Renzo che si beccano a vicenda e non si rendono conto della grave situazione in cui sono piombati.

Certo, se ci fosse stata la tempestiva pulizia dei luoghi ciò non sarebbe accaduto, o non avrebbe raggiunto le proporzioni conosciute. Tanto più che, già negli anni precedenti, roghi di più piccola entità si erano verificati. Bisogna essere onesti e sinceri: al di là della titolarità dei terreni, la nostra città non ha risorse sufficienti per tenere in sicurezza, anche sotto il profilo ambientale, l’enorme territorio di cui dispone. È amaro dirlo, ma è la pura verità. Ciò non significa assolvere nessuno né rassegnarsi all’incuria che in tanti luoghi, soprattutto periferici, riscontriamo quotidianamente.

Darei un consiglio al Consiglio Comunale: prevedere nel prossimo bilancio, che spero non arrivi nuovamente a fine anno, nuove e maggiori risorse per la tutela e la bonifica del territorio. Altrimenti, suoneranno perfino come beffa le ordinanze, giuste, che impongono la pulizia dei suoli delle aree marginali dei privati. Inoltre, se ci si renderà conto che le risorse saranno insufficienti, sarebbe utile cercare altre soluzioni fin da subito, chiedendo magari che la regione usasse alcuni dei propri forestali (credo che non siano pochi e sarebbero ben lieti di occuparsi delle proprie città) per la tutela del verde dei centri abitati.

Altresì, forse varrebbe la pena di sforzarsi, magari assieme ad altri comuni, per gestire la manutenzione del verde (come quella delle strade ed ai bordi delle stesse) utilizzando anche i beni mobili, i macchinari confiscati alle mafie, che spesso finiscono per marcire nei depositi perché nessuno li richiede. Credo che non sia nemmeno peregrina l’ipotesi di valutare la gestione dei servizi nell’ottica del Global Service, spesso risolutiva per tanti comuni, forse più capaci di prevenire e meno di recriminare, o goffamente giustificarsi o giustificare le mancanze di altri, ex post.

Credo, inoltre, che occorra maggiore attenzione civica da parte di tutti. Naturalmente, stimolata da mezzi di informazione che denuncino preventivamente rischi e pericoli. Insomma, occorre che da tutte le parti, a prescindere dal proprio credo politico, si incominci a mettere al di sopra di tutto il bene comune piuttosto che le piccole miserie e le piccinerie.

Proprio come hanno fatto le instancabili educatrici del “Girasole” e Roberto, uno dei papà che ha messo in salvo tanti bambini senza curarsi di se stesso e della intossicazione che si è buscato. Come ha fatto il comandante De Venuto che non si è risparmiato finché l’ultimo bambino non fosse al sicuro. A molti di noi rimarrà impressa nella pellicola della nostra mente, quella foto mai scattata che lo ritrae inzuppato d’acqua mista a sudore e stremato dalla fatica e dai fumi dell’incendio. Sono certo che in tanti resteremo loro grati: chissà senza questi angeli come sarebbe andata! Per fortuna nel nostro paese non ci sono solo gli Schettino. C’è tanta gente che fa il proprio dovere a rischio anche della vita. Dinanzi a questi, spero che molti, a partire da quei bastardi incendiari, almeno in cuor proprio, sentano l’autentico bisogno di vergognarsi.”

* Tonino Russo Componente dell’assemblea del PD regionale

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Il Quartiere Pagliarelli scrive all’assesore Mattina: “Sostanziale incoerenza tra i valori che dice di possedere e la sua azione politica”

    Cronaca

    Palermo, 16 agosto 2018 -In risposta alla lettera dell’Assessore Giuseppe Mattina del Comune di Palermo, pubblicata da altra testata giornalistica 

    Continua a Leggere

  • Venerdì i funerali di Rita Borsellino, oggi e domani la camera ardente

    Cronaca

    La camera ardente per un ultimo saluto a Rita Borsellino è stata allestita presso la Casa della memoria operante del Centro studi Paolo Borsellino a partire da giovedì 16 agosto dalle 11.00 alle 20.00 e venerdì dalle 7.00 alle 9.00 (via Bernini n. 52 – Palermo).  <..

    Continua a Leggere

  • Ciammarita (Partinico). A ferragosto 4 extracomunitari vittima di un caso di razzismo

    Cronaca

    Partinico, 16 agosto 2018 - Ennesimo caso di razzismo a Partinico. È stata presentata formale denuncia ai Carabinieri dai responsabili di una comunità di accoglienza de comune palermitano dopo che 4 giovani ospiti del centro sono rimasti vittima di un caso di maltrattamento, sembra a sfondo razzis..

    Continua a Leggere

  • Come si scrive il curriculum: consigli e suggerimenti

    Cronaca

    16 agosto 2018 - Il curriculum, si sa, è il primo mezzo con cui ci si presenta a un'azienda per la quale si è interessati a lavorare: esso può essere paragonato a un biglietto da visita attraverso il quale viene raccontato il percorso di studi del candidato e viene descritta..

    Continua a Leggere

  • È morta a 73 anni Rita Borsellino. Sorella del giudice Paolo Borsellino

    Cronaca

    È morta Rita Borsellino, 73 anni, la sorella del giudice Paolo Borsellino, ucciso nella strage di via D’Amelio il 19 luglio 1992. Rita Borsellino era malata da tempo e negli ultimi mesi le sue c..

    Continua a Leggere

  • Duomo di Monreale. Aperta ai visitatori la passeggiata sulla terrazza Settentrionale (LE IMMAGINI)

    Cronaca

    [gallery ids="73629,73630,73631,73632,73633,73634,73635,73636,73637,73638,73639,73640,73641,73642,73643,73644,73645,73646"] Monreale, 15 agosto 2018 - Da lunedì 13 agosto i numerosi turisti a passeggio sul tetto della Cattedrale di Monreale potranno prolungare la camminata lungo una sezione fino..

    Continua a Leggere

  • Bisacquino, il 16 agosto arriva Generation of Talent

    Cronaca

    Bisacquino, 14 agosto 2018 - La cornice è quella delle grandi occasioni, piazza Triona l’indomani del Ferragosto. Alle 21,30 i talenti che si esibiranno sono tra i più promettenti. Il presentatore è una garanzia, Antonio Pandolfo, attore, autore, cabarettista e regista. Il premio è tra i più ..

    Continua a Leggere

  • Acquapark di Monreale, i Carabinieri trovano 14 lavoratori in nero

    Cronaca

    Monreale, 14 agosto 2018 - I carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Palermo hanno multato la società che gestisce l’Acquapark di Monreale perché su 30 dipendenti, 14 risultavano in nero. Tra loro anche un minorenne che sarebbe stato impiegato senza la prevista visita medica preventi..

    Continua a Leggere

  • L’ombra della mafia sul mercato ortofrutticolo di Palermo. Confiscati beni per 150 milioni di euro

    Cronaca

    Nuovo colpo alla mafia a Palermo. Appena lo scorso venerdì gli uomini della dalla Dia di Palermo hanno messo a segno la maxi-confisca da 400 milioni di euro a carico dell’ex deputato regionale Giuseppe Acanto. .Oggi è toccato ai fratelli Angelo e Giuseppe Ingras..

    Continua a Leggere

  • Incastrati dal contenuto dei sacchetti: 10 multe per l’abbandono di rifiuti in via Aldo Moro

    Cronaca

    Monreale, 13 agosto 2018 - Dieci multe per abbandono di rifiuti nel comune di Monreale verranno elevate dalla Polizia municipale. Sono quindi dieci i trasgressori che sono stati individuati dagli operatori della ditta Mirto che anche oggi si sono messi a rovistare tra i sacchetti abbandonati in via ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, 56 precari comunali rinnovano il contratto fino a fine anno

    Cronaca

    Monreale, 13 agosto 2018 - I lavoratori precari del comune di Monreale ottengono la prosecuzione del contratto fino al 30 dicembre 2018. La notizia arriva in seguito al provvedimento adottato dalla giunta municipale guidata dal sindaco Piero Capizzi. Sono 56 i dipendenti beneficeranno dell rinnovo d..

    Continua a Leggere

  • Monreale, amministrative 2019: giochi aperti nel centrodestra. Spuntano i primi nomi. E intanto la Lega si organizza

    Cronaca

    Monreale, 13 agosto 2018 - A meno di un anno dalle consultazioni amministrative del 2019, che vedranno gli elettori monrealesi impegnati ad eleggere uomini e donne da portare al governo della città, dopo avere assistito ad un certo fermento politico prevalentemente all’interno dell’area di cent..

    Continua a Leggere

  • Il sindaco di Piana degli Albanesi in Kosovo, nominato Consigliere Politico del Primo Ministro

    Cronaca

    [gallery ids="73511,73512,73513,73514"] Piana degli Albanesi, 13 agosto 2018 - Rosario Petta, il primo cittadino di Piana degli Albanesi, è stato nominato Consigliere Politico del Primo Ministro della Repubblica del Kosovo. 

    Continua a Leggere

  • Meteo, Ferragosto a rischio pioggia

    Cronaca


  • Chiude l’Ecocentro. L’associazione Antiracket Liberi di Lavorare minaccia la Class action

    Cronaca

    Monreale, 13 agosto 2018 - Quello che sta accadendo in questi giorni a Monreale credo possa configurarsi in una beffa ai cittadini per non definirla con un altro sinonimo equivalente. Mi riferisco al servizio di raccolta differenziata che si sta attuando in questi giorni nella nostra cittadina,..

    Continua a Leggere

  • Emergenza idrica, quattrocento milioni per efficienza dighe in Sicilia

    Cronaca

    Oltre 400 milioni di euro per mettere in piena efficienza le dighe dell’Isola. Questo il piano di lavoro del governo regionale, concordato nel corso di un incontro tenutosi a Palermo tra il presidente della Regione Nello Musumeci e il dirigente generale della Direzione dighe del ministero delle In..

    Continua a Leggere

  • I forestali cureranno il verde pubblico a Palermo, convenzione fra Comune e Regione

    Cronaca

    La Giunta Comunale ha approvato il 9 agosto scorso la delibera n.109, avente per obiettivo gestionale la “stipula di convenzione tra il Comune di Palermo e l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea – Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rural..

    Continua a Leggere

  • Piovono 235 milioni sui giovani agricoltori, via libera a graduatoria Psr

    Cronaca

    “Ancora risorse finanziarie dalla Regione per offrire nuove opportunità di impresa ai giovani siciliani che vogliono tornare nelle campagne. Duemila domande ammesse sono un buon inizio. Faremo di più, senza lasciare un solo euro e soprattutto faremo presto a definire le graduatorie per evitare l..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com