Monreale ricorda il Capitano Mario D’Aleo. Lunedì presentazione del libro “Per sempre fedele”

Alle ore 12.00 nella Sala consiliare del Comune di Monreale del Complesso Guglielmo II, verrà presentato il libro della scrittrice Valentina Rigano e dal Capitano dei Carabinieri Marco D’Aleo nipote dell’ufficiale

Monreale, 10 giugno – Tra le manifestazioni previste in occasione del 33° anniversario dell’omicidio del Capitano Mario D’Aleo e degli uomini della sua scorta, è stata organizzata una manifestazione dal Comune di Monreale in sinergia con l’Arma dei Carabinieri, nel corso della quale verrà presentato lunedì 13 Giugno, alle ore 12.00 nella Sala consiliare del Comune di Monreale del Complesso Guglielmo II, il libro “Per sempre Fedele” della scrittrice Valentina Rigano e dal Capitano dei Carabinieri Marco D’Aleo nipote dell’ufficiale, che testimonia  la tragica morte del giovane e coraggioso capitano dei Carabinieri  Mario D’Aleo e dei suoi collaboratori.

La scrittrice Rigano, ha abbracciato il progetto di Marco D’Aleo, nipote del Capitano per  scrivere insieme un diario che potesse dare vita ad un’indagine introspettiva. La storia, si sviluppa  attorno alla vicenda umana del giovane capitano che impiega le proprie risorse e le proprie energie in un capitolo buio della storia monrealese. La presentazione di questo volume sarà inclusa tra le iniziative previste in occasione dell’eccidio di Mario D’Aleo che fu assassinato in via Cristoforo Scobar, a due passi dal Motel Agip, la sera del 13 giugno del 1983. I killer lo aspettarono e lo freddarono  per poi crivellare di colpi di arma da fuoco l’auto occupata dall’appuntato Giuseppe Bommarito e dal carabiniere Pietro Morici.

Mario D’Aleo, appena ventinovenne, era un ragazzo gioviale, aperto ed estroverso, comandante della compagnia Carabinieri di Monreale, che aveva ereditato da Emanuele Basile le indagini sui traffici illeciti gestiti dai clan di San Giuseppe Jato, Altofonte e Monreale. Nel 2001 i giudici della prima sezione della Corte d’Assise del Tribunale di Palermo hanno stabilito che ad ordinare l’ uccisione del capitano Mario D’Aleo furono i capimafia che formavano allora la Cupola di Cosa Nostra e per questo delitto sono stati condannati all’ergastolo Totò Riina, Michele Greco, Pippo Calò, Nené Geraci, Bernardo Provenzano e Giuseppe Farinella.

Alla cerimonia vi prenderanno parte fra gli altri, il  sindaco Piero Capizzi che attraverso i suoi uffici staff e di gabinetto ha coordinato tutta l’organizzazione di questo importante evento coinvolgendo attraverso l’assessorato alla Pubblica Istruzione le scuole monrealesi, l’arcivescovo monsignor Michele Pennisi, l’assessore alla Pubblica Istruzione Nadia Olga Granà, il colonnello dei Carabinieri del Comando Gruppo Carabinieri Monreale Pietro Sutera, il capitano Guido Volpe, il comandante della Stazione Carabinieri Gianluca De Venuto e numerose autorità. Prima della presentazione  del libro il corteo delle autorità  si recherà sulla lapide che ricorda il capitano D’Aleo e i Crabinieri uccisi, in via Venero per la deposizione di una corona di alloro.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.