“Orgoglio Monrealese”, il nuovo movimento politico e culturale nato a Monreale

Caputo: “Almeno 5 consiglieri comunali interessati al nostro progetto politico, per creare un’alternativa al disastro politico e gestionale dell’amministrazione Capizzi, del PD e dei gruppi familiari di sostegno”

Monreale, 5 giugno – E’ ufficialmente nato a Monreale il movimento politico e culturale “Orgoglio Monrealese”. Un Movimento che, a detta di uno dei suoi principali promotori, nasce nel comune di Monreale ma con l’ambizione di andare oltre i suoi confini.

“Da una serie di incontri tenuti nell’arco degli ultimi mesi con tanti cittadini – spiega l’avv. Salvino Caputo a Filo Diretto – è emersa la concreta esigenza di creare una forza politica alternativa all’attuale forza di governo monrealese. C’è un malessere diffuso. E’ sotto gli occhi di tutti l’assenza di una gestione politica capace di affrontare i problemi del paese”.

Il Movimento non ha ancora definito le cariche al suo interno. “Abbiamo fatto un incontro per presentare l’iniziativa. Prevediamo un larghissimo consenso”.

Caputo sottolinea come anche alcuni consiglieri comunali abbiamo mostrato interesse nei confronti del nuovo organo politico: “C’è una forte delusione in consiglio comunale. Raccogliamo forte demotivazione di fronte all’inattività dell’amministrazione. Almeno 5 consiglieri comunali, sia dell’opposizione che della maggioranza, sono interessati a seguire un percorso politico con noi, per creare un’alternativa al disastro politico e gestionale dell’amministrazione Capizzi, del PD e dei gruppi familiari di sostegno”.

Per Caputo è presto per parlare di candidature per le prossime amministrative o per la prossima consultazione regionale: “Nel movimento non si parla di candidature, non è finalizzato alle prossime elezioni, anche se siamo convinti che questo governo non durerà 5 anni. Il problema economico è gravissimo, il sindaco non fa mistero del rischio di dissesto finanziario per il comune.

Sono tante le tematiche trascurate da questa amministrazione. Non si parla più di piano regolatore, di piano artigianale. L’edilizia è in crisi. Oltre quella economica c’è una forte crisi culturale. Per non parlare della situazione grave dell’agricoltura. In un paese come Monreale che vanta un vasto territorio e tante aziende agricole non c’è un ufficio che ne tratti le problematiche. Abbiamo 46 beni confiscati alla mafia inutilizzati. Il Consorzio “Sviluppo e Legalità” prima rappresentava un motore per lo sviluppo economico del territorio”.

“”Orgoglio Monrealese” è – spiega Caputo – perfettamente inserito nel programma di Forza Italia e del centro destra moderato. La prossima iniziativa sarà l’ufficializzazione del movimento, con il simbolo e con la prima uscita di un settimanale che avrà il compito di aprire un dibattito con la Città e con i monrealesi. Inaugureremo una sede che sarà un luogo di incontro, di confronto e di dibattito aperto a tutti coloro che hanno a cuore le sorti di Monreale”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.