Oggi è 20/09/2019

Chiesa

Fides et historia per la 390° edizione della festa del SS. Crocifisso

Fortemente voluto dalla Confraternita del SS. Crocifisso e dall’Archivio Storico Diocesano e da quello dell Collegiata, con l’intento di restituire storicità a questa grande occasione di fede

Pubblicato il 22 aprile 2016

Fides et historia per la 390° edizione della festa del SS. Crocifisso

In occasione del 390° anniversario della più grande festa monrealese, coincidente con l’Anno Giubilare Straordinario della Misericordia, si è deciso di realizzare un momento di grande impatto storico-culturale all’interno del Santuario.

Da circa un anno è stato svolto un minuzioso lavoro archivistico per riportare alla luce le diverse attestazioni storiche circa la nascita della festa; lavoro che ha dato ottimi risultati e non poche sorprese. Le ricerche sono partite dall’Archivio Storico della Collegiata, che al suo interno consta di altri sette archivi storici; è stata preziosa la consultazione dell’Archivio Storico Diocesano e quella dell’Archivio Storico della Cattedrale. Questa operazione di comparazione, sia filologica che archivistica, ha dato modo di portare alla luce una verità storica profonda e documentata. Questa verità non ha un unico fine religioso, bisogna saper recuperare il valore storico e sociale della festa.

Qui di seguito riportiamo un piccolo sunto della nascita della festa religiosa: nell’anno 1625 la città di Monreale fu colpita da una grave siccità e dal tremendo morbo della peste. Mons. Girolamo Venero aveva dato precise direttive per far sì che la malattia contagiasse meno uomini possibili: volle fortemente che i Deputati della Sanità tenessero sotto controllo la situazione, che ogni malato avesse la giusta assistenza, ridusse i contatti con i forestieri e chiuse le porte della città. Atti, questi, di vero amore fraterno nei confronti del proprio popolo. Il giorno 11 Aprile del 1625 venne condotto per le vie del paese il SS. Crocifisso, chiedendo la grazia della cessazione della siccità e della peste. In data 30 Aprile 1625, stando ai documenti storici ritrovati, l’arcivescovo Venero decide che “[…] per ogni strata si faccia foco et luminarie, in honore del Sanctissimo Crucifixo, incominciando da questa sera per tre sere continue […]”, è proprio questo il momento da cui parte la celebrazione della suddetta festa nei giorni 1, 2 e 3 di Maggio.

Molto importante notare, però, che la prima edizione della festa è del 1626, non del 1625.

L’importanza di un’attenta analisi storica compiuta all’interno dell’enorme miniera che può essere un archivio storico è da rintracciare anche in alcuni piccoli dettagli che sono emersi durante le ricerche. Grazie al restauro del De Costitutiones di Mons. Venero,1626, si ha la possibilità di vedere quale sia stato il primo itinerario della processione religiosa; esso è in parte coincidente con quello odierno, le uniche differenze si hanno nel tratto ‘dell’abbivirature’ e della zona di via Palermo e di via B. D’Acquisto, denominata ‘a strata nova’. Questi tratti non erano percorsi durante le prime processioni, seconda una vox populi non attestata ma probabilmente vera, per un fattore di pura espansione territoriale che avvenne in seguito.

Altra particolarità scoperta durante lo studio dei documenti è la sosta davanti la porta di S. Michele che ancora oggi viene effettuata: essa è dovuta ad una volontà di Mons. Venero, in quanto il 26 Agosto 1625 l’arcivescovo richiese alla Diocesi di Palermo una reliquia di S. Rosalia, che gli fu concessa, e in quella data fu deposta proprio nella zona della attuale sosta.

Ancora, quante sono state le vare del SS. Crocifisso? Si hanno poche testimonianze visive riguardo le prime tre, ma le descrizioni ritrovate sono minuziosissime. Le vare in tutto sono state quattro, il primo è il fercolo, la seconda fu la vara a zolo (di cui poco si conosce, ma la descrizione è molto dettagliata), terza la vara nera di Pioppo (protagonista di diverse leggende riguardo la sua scomparsa), quarta è quella che ancora oggi viene portata in processione e che è stata voluta dalla famiglia La Bruna.

La festa del SS. Crocifisso ha avuto un grande rilievo grazie soprattutto alla volontà di Mons. Venero che lasciò ai Canonici, incaricati di continuare questa tradizione religiosa di ringraziamento, un notevole supporto economico. Secondo alcune testimonianze popolari, l’arcivescovo nutriva una profonda devozione nei confronti del suo popolo, custodiva dentro il suo cuore il vero spirito di agape cristiana.

Il 23 Aprile il Convegno approfondirà i temi sopracitati e ne affronterà di altri molto interessanti. Di seguito il programma:

Saluti di Mons. Antonino Dolce, vicario generale, e di Valentino Mirto, presidente della Confraternita del SS. Crocifisso.

Interventi:

  • La peste a Monreale nel 1625. Una nuova rilettura delle carte d’archivio di Anna Manno, archivista ASDM
  • “La calata dei Veli”, meditazione audiovisiva della Passione del Signore di Don Giuseppe Salamone, rettore del Santuario
  • Girolamo Venero y Leyva e il Sinodo Diocesano del 1622, di Amelia Crisantino, storica
  • Il SS. Crocifisso tra Monreale e Montelepre: legami identitari di un culto, di Giovanni Filingeri, studioso di storia locale
  • “Grazia Patruzzu Amurusu!”- Scritture secolari della fede di un popolo, di Don Giovanni Vitale, vicedirettore ASDM e moderatore del convegno

Al termine del convegno verrà proiettato un video sui documenti più preziosi dell’Archivio della Collegiata di Monreale.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Scomparsa Mons. Bommarito, Arcidiacono: “Lascia un’eredità indelebile nella formazione umana delle generazioni degli anni ’60

    Chiesa

    Molto cordoglio tra tanti monrealesi per la scomparsa di Mons. Luigi Bommarito, un uomo che ha contribuito alla loro formazione. Il Sindaco Arcidiacono a nome dell’amministrazione Comunale, del Consiglio Comunale e della cittadinanza esprime il proprio cordoglio alla famiglia Bommarito. "Apprez..

    Continua a Leggere

  • Ratto in via Roma in pieno giorno, ucciso con una scopa. Panico fra i passanti

    Chiesa

    [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2019/09/ratto1.mp4"][/video] MONREALE - Scompiglio questa mattina in via Roma, a ridosso dell'area pedonale, dove a partire già da ieri sera commercianti e passanti han..

    Continua a Leggere

  • Don Gino Bommarito, aperta a Terrasini la camera ardente

    Chiesa

    TERRASINI - Aperta questa mattina la camera ardente presso la chiesa degli Agonizzanti di Terrasini per l’ultimo saluto a Mons. Luigi Bommarito. Per tutta la giornata previsto un lungo afflusso di gente. Di Mons. Bommarito in tanti, tra colo..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Vuoi diventare scrutatore o presidente di seggio elettorale? Aperti i termini per presentare la domanda

    Chiesa

    MONREALE - Tutti gli elettori ed elettrici del Comune di Monreale, che desiderano l’iscrizione nell’albo unico comunale delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale, dovranno presentare domanda al Sindaco del Comune d..

    Continua a Leggere

  • Italia Viva? Silvio Russo: “No, appartengo e rimango nel Pd”. E a Monreale i democratici si riorganizzano

    Chiesa

    MONREALE - C’è chi resta nel PD, c’è chi va via e chi invece è in attesa di capire se seguire Matteo Renzi nel suo nuovo partito Italia Viva. Sono in tutto 30 i deputati e i senatori necessari al rottamatore per formare due gruppi autonomi..

    Continua a Leggere

  • Acquedotto Consortile Biviere: il sindaco Arcidiacono nomina Maria Grazia D’Amico componente del CDA

    Chiesa

    MONREALE - Avviato anche a Monreale lo Spoil System. Il sindaco, Alberto Arcidiacono, sta cominciando a mettere mano agli incarichi di sottogoverno. A partire da quelle dei CDA degli enti partecipati dal comune, saranno una qu..

    Continua a Leggere

  • A Monreale il Catasto degli incendi e il “Salotto”, OK del consiglio alle due proposte del M5S

    Chiesa

    Catasto degli incendi e "Salotto monrealese", il Consiglio Comunale approva all'unanimità le due proposte presentate dal presidente della Commissione Bilancio, il consigliere del M5s Fabio Costantini.

    Ogni anno, il territori..

    Continua a Leggere

  • Ignazio Davì: “La mia un’appartenenza ormai “storica” al Partito Democratico, ma a Monreale impegnato con il Movimento Il Mosaico”

    Chiesa

    Riceviamo e pubblichiamo: Gentilissimo Direttore, in riferimento al Suo articolo "Divorzio in casa Pd. Ma Davì, Giannetto e Russo restano fedeli ai dem" mi preme chiarire la mia posizione per onestà intellettuale e per evitare fraintendimenti in riferimento all'assenza di dichi..


  • È morto monsignor Luigi Bommarito, aveva 93 anni

    Chiesa

    TERRASINI - È morto monsignor Luigi Bommarito, ex Arcivescovo di Catania. Nato l’1 giugno 1926 a Terrasini in provincia di Palermo, aveva 93 anni. Come detto, è stato Arcivescovo di Catania dal 1° giugno 1988 al 7 giugno 2002 quando si ritirò per raggiunti limiti di età tornando nella sua cit..


  • Gli ex amministrativi ATO Pa2 devono essere assunti dalla Srr, la Regione accelera

    Chiesa

    Una raffica di incontri con le Srr per verificare il rispetto della normativa in tema di personale, di gestione del servizio e di impianti. Ora la Regione vuole accelerare nel percorso per l’attivazione delle


  • In piazza Guglielmo lo spettacolo di ballo della scuola World Latin

    Chiesa

    MONREALE - Stasera spettacolo in piazza Guglielmo, dalle 21 in poi gli allievi della scuola di ballo ASD World Latin dei maestri gemelli Mirko e Sharon Cardì, con la collaborazione del maestro di danza classica e moderna Fanara, si esibiranno a ..


  • Miss Social 2019 FiloDiretto Monreale, vota la tua preferita

    Chiesa

    [gallery ids="117947,117948,117950,117949,117973,117951,117952,117953,117954,117955,117974,117956,117957,117959,117960,117961,117962,117963,117964,117965,117966,117967,117968,117969,117970,117971,117972"] MONREALE -


  • Divorzio in casa Pd. Ma Davì, Giannetto e Russo restano fedeli ai dem

    Chiesa

    MONREALE - “Ho deciso di lasciare il Pd e di costruire insieme ad altri una Casa nuova per fare politica in modo diverso”. A poco meno di due settimana dal giuramento del governo, e quello di viceministri e sottosegretar..


  • MUSIC FOR PEACE, domenica lo spettacolo della Compagnia Teatrale “Tritone”

    Chiesa

    Il 30 novembre 1981 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito la Giornata Internazionale della Pace che da allora viene celebrata ogni anno in tutto il mondo il 21 settembre. Questo giorno sarebbe diventato il giorno del cessate il fuoco. La risoluzione (55/282) approvata invita tut..


  • “I Love Monreale”: due serate di moda, glamour e spettacolo. Venerdì si parte con i “I 4 Giusti”

    Chiesa

    MONREALE - Manca ormai pochissimo alla terza edizione di "I Love Monreale", l'evento di moda, musica e spettacolo che si terrà il 20 e 21 settembre, a Monreale. La novità di quest'anno è l'elezione di "Mister Monreale 2019".  Grazie an..


  • Pirati della strada tra le vie di Monreale, incidenti troppo frequenti. I residenti chiedono dossi artificiali

    Chiesa

    MONREALE -


  • Monreale, annullata a distanza di un mese la posizione organizzativa al dott. Campanella

    Chiesa

    MONREALE - Soltanto il primo agosto il neo segretario comunale, il dott. Francesco Fragale, assegnava al dott. Girolamo Campanella la funzione di responsabile di posizione organizzativa della sezione Patrimonio e Tributi. A distanza di un ..


  • “Insegno perché amo insegnare”. L’intervista alla dott.ssa Maria Francesca Giammona, dirigente dell’istituto comprensivo Francesca Morvillo di Monreale

    Chiesa

    MONREALE - “Insegno perché amo insegnare. Io non ho scelto di insegnare, è la professione che ha scelto me”. La dott.ssa Maria Francesca Giammona è da settembre dirigente dell’istituto comprensivo Francesca Morvillo di Monreale.<..