Monreale: Ufficio turistico trasferito in galleria civica. Le lamentele dei dipendenti: “Alla corrente, senza telefono né internet”. Per l’amministrazione il luogo è idoneo

Immobiliare Max

Monreale, 26 marzo – E’ stato trasferito d’urgenza tra ieri e questa mattina l’ufficio turistico di Monreale, dalla sede di piazza Vittorio Emanuele, per fare posto all’ufficio protocollo, i cui locali, posti al primo piano del palazzo di città, sono stati evacuati per la caduta di calcinacci dal soffitto, molto probabilmente a causa di infiltrazioni d’acqua.

aprotIMG 8896Il segretario comunale  ha così disposto il trasferimento del Front Office dedicato ai turisti, fino a pochi giorni fa posizionato in una posizione privilegiata in quanto a visibilità, all’interno della galleria d’arte moderna del complesso Guglielmo II. Una decisione che è stata subita ma non accolta con favore da alcuni impiegati dell’ufficio turistico, che lamentano di essere stati trasferiti in un posto non idoneo a svolgere la prima accoglienza rivolta ai turisti.

L’ufficio è stato trasferito nel corridoio d’ingresso del complesso monumentale che porta all’aula consiliare, di fianco alla biglietteria.

“Oltre a non essere un punto facilmente visibile per i turisti – lamenta un dipendente – siamo tenuti alla corrente, privi della linea telefonica e di internet”. L’ufficio inoltre non sarebbe protetto, durante gli orari di chiusura, dagli ospiti della galleria civica né dai partecipanti alle sedute del consiglio comunale. Un luogo di passaggio che non si presterebbe allo scopo.

Lamentele espresse da qualche dipendente dell’ufficio, non da tutti per dovere di cronaca, anche se è invece diffuso il malumore nei confronti di una decisione subita che non valorizzerebbe il lavoro e la funzione svolta dall’ufficio turistico.

La decisione presa per cause di forza maggiore sembra invece essere condivisa dall’amministrazione che vedrebbe la nuova location il posto deputato per l’ufficio turistico. Una volta convogliati i turisti, provenienti per la maggior parte da via Torres, verso l’Info Point posto all’ingresso della galleria civica da apposita segnaletica, adeguatamente distribuita per il paese, sarebbe più facile invogliarli a visitare la stessa galleria. Una galleria finora bistrattata dalle migliaia di turisti che annualmente visitano la città di Monreale. Nel 2014 i biglietti staccati sarebbero stati meno di dieci.

L’ufficio turistico di Monreale va certamente potenziato, ad oggi solamente una unità parla l’inglese.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale