Oggi è 27/03/2019

Politica

Piano ARO, continua lo scontro Costantini Lo Coco

Costantini “Lo Coco si dimetta”. Lo Coco: “Costantini vuole cavalcare l’onda demagogica”

Pubblicato il 18 marzo 2015

Piano ARO, continua lo scontro Costantini Lo Coco

Monreale, 18 Marzo. Continua l’eco del consiglio comunale di ieri pomeriggio, che ha visto confrontarsi forze politiche e parti civili sulla questione rifiuti e sulla situazione dei dipendenti dell’ex azienda di gestione rifiuti del nostro comune, l’ATO PA2.

Invero, il consiglio comunale di ieri si era aperto con l’intervento dell’assessore Giuseppe Lo Coco, il quale ha voluto rispondere ad alcune dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal consigliere Fabio Costantini.

Lo Coco ha affermato che Costantini non ha fatto alcuna obiezione al Piano ARO pur avendone avuto l’opportunità in varie sedi (istituzionali e non), chiarendo al contempo che il piano d’intervento fonda le sue stime su dati provenienti dagli uffici del personale dell’ATO, risultando di conseguenza un piano di massima, passibile di ulteriori aggiustamenti, ma redatto con cura e dedizione dal tavolo tecnico impegnato nella redazione.

“Costantini ci accusa di aver occultato 930.000 euro di proventi: ma quello è un mero errore di battitura. Non è infatti immaginabile che 1Kg di carta venga pagato 50 centesimi d’euro. Il giusto costo è 0,05 euro: cambiando la somma con quella corretta ci si accorge che non c’è alcun occultamento”, ha poi dichiarato Lo Coco, aggiungendo come il dipartimento regionale delle acque e dei rifiuti abbia approvato il merito del piano d’intervento, e accusando Costantini di voler cavalcare l’onda demagogica legata alla problematica dei rifiuti.

La risposta del consigliere comunale del M5S Fabio Costantini non è tardata ad arrivare, sia ieri in consiglio comunale che oggi, con una nota inviata alla stampa.

“Sono assolutamente false le affermazioni secondo le quali non avrei mosso obiezioni al piano d’intervento”, dichiara il consigliere pentestellato.

“Ho manifestato da subito le perplessità al Piano d’Intervento A.R.O presentandomi con tutta una serie di note di cui ritenevo si dovesse tener conto. Avevo partecipato con favore all’incontro tenutosi in Sala Rossa.

La natura di quell’incontro si è poi manifestata in tutta la sua realtà: un incontro di facciata cui non è stato dato alcun seguito. Prova ne è il fatto che nessuno dei rilievi mossi è stato recepito (tantomeno preso in benchè minima considerazione), e che il testo è stato trasferito immediatamente al Consiglio Comunale per una mera presa d’atto senza possibilità alcuna di essere emendato.

L’amministrazione, per il tramite dei suoi incaricati, ha lavorato con i dati che si riferiscono al personale e forniti direttamente dai dipendenti della società d’ambito partecipanti.

Questi dati, nonostante le ripetute richieste di accesso agli atti da parte del M5s, non sono mai stati forniti e sono stati dunque oggetto di un laborioso lavoro di ricostruzione, anche attraverso un confronto continuo con gli operai che, con intento costruttivo, hanno trascorso parte del loro tempo (durante la fase di occupazione della Sala Rossa), ad analizzare e studiare i dati conosciuti per valutare tutti i margini migliorativi e per non lasciare nulla di intentato.

Falsa è l’affermazione secondo la quale si dice che avrei avuto la possibilità di partecipare al tavolo tecnico, infatti pur avendo dato la mia disponibilità, sono stato estraniato e dall’Assessore mai invitato. Forse troppo scomoda la mia presenza, in qualità di mero osservatore, per l’Assessore Lo Coco?

A prova di ciò rimangono anche le mie dichiarazioni fatte in sede di presa d’atto del piano.

Le ultime risultanze, danno ragione e prova documentale inconfutabile alle mie precedenti affermazioni: l’amministrazione, senza che il Consiglio Comunale ne avesse conoscenza, ha da poco modificato il piano riducendolo già di 5 unità lavorative, ma senza ridurre il corrispondente costo del personale!

Questo dimostra quanto da me affermato, ovvero che l’elenco dei dipendenti non corrispondeva nei numeri e che il costo del servizio risultava maggiorato rispetto alla realtà.

La tempistica della mia denuncia è dettata dal difficile lavoro di ricostruzione delle informazioni relative alla pianta organica dei dipendenti, informazioni che ho saputo essere in possesso dell’Assessore (e dei suoi tecnici) già in fase di stesura del piano e che non sono state mai condivise; infatti mentre in altri Piani d’intervento Aro queste figurano integralmente (nomi, cognomi, livelli e dati d’assunzione degli operai), nel Piano d’intervento Aro di Monreale sembra che, siano stati cancellati da un lavoro di prima stesura, dunque sottratti alla conoscenza ed alla trasparenza.

Perché l’Assessore non ha risposto nel merito? Perché si è limitato ad un intervento in aula nel quale ha dimostrato solo di saper leggere pedissequamente ed interamente un articolo di stampa scritto per lui da altri? Perché non ha ammesso di aver mentito affermando di essere uno dei richiedenti del Consiglio Comunale aperto?

(In realtà, l’assessore Lo Coco ribadisce di non essere firmatario di alcuna richiesta per il consiglio comunale aperto di ieri, e la notizia da noi riportata secondo cui avrebbe firmato lo stesso atto, risulta essere uno scambio di persona, N.d.R.)

Perché ha mentito in aula continuando ad affermare che il Piano ARO non era stato approvato quando è stato poi, dal sottoscritto, puntualmente sbugiardato dinanzi a tutti i presenti?

L’Assessore dimostra ancora una volta di non essere in grado di adempiere al suo ruolo e di tradire la fiducia dei cittadini con il reiterarsi di false affermazioni puntualmente e documentalmente smentite.

E’ indubbio che, nell’interesse della Città di Monreale, farebbe bene a dimettersi.”

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Poste Italiane assume portalettere e consulenti

    Politica

    Chi vuole lavorare a Poste Italiane periodicamente può visitare la pagina del sito del Gruppo dedicata alle nuove assunzioni e al reclutamento delle figure professionali. Quali sono le posizioni aperte per il mese di marzo..


  • Palermo, corruzione elettorale. Gli ex deputati regionali Nino Dina e Franco Mineo condannati a 8 mesi

    Politica

    Palermo, 26 marzo 2018 - 8 mesi per l’ex deputato regionale dell’UDC Nino Dina, uguale condanna per Franco Mineo, ex parlamentare di Grande Sud. La sentenza, emessa dalla quinta sezione del Tribunale di Palermo, riguarda anche altri 20 imputati coinvolti nell’inchiesta denominata “Agorà..


  • Ecco gli autori degli incendi che nel luglio 2017 distruggevano Piano Geli e zone limitrofe. Due anni dopo la giustizia fa il suo corso

    Politica

    Monreale, 26 marzo 2019 - Sono stati individuati ed arrestati oggi i responsabili degli incendi appiccati nel luglio 2017 nel territorio di Monreale: si tratta di Pietro e Angelo Cannarozzo, colpevoli anche di aver rubato parti di guard rail, rame e una telecamera installata dalla polizia. Gli in..


  • Monreale. Vuoi diventare scrutatore di seggio elettorale? All’interno il modulo per la domanda

    Politica

    Monreale, 26 marzo 2019 - Sarà possibile presentare domanda di iscrizione per essere inseriti nell’elenco delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale. La domanda va inoltrata tra il 4 e il 9 aprile 2019 alla Commissione elettorale del comune di Monreale. Tra i requ..


  • Altofonte, esami e visite gratuite domenica in piazza

    Politica

    Altofonte, 25 marzo 2019 - Visite ed esami gratuiti in piazza Falcone e Borsellino. I camper dell'Asp faranno tappa domenica 31 marzo ad Altofonte.  È l'iniziativa "Asp in piazza", organizzata dall'Asp su richiesta dell'assessore alla Sanità Anna Lisa Marfia. Un vero e proprio villagg..


  • “Che mi interessa se si bruciano le case? Non è casa mia”. In manette Pietro e Angelo Cannarozzo (VIDEO)

    Politica

    https://www.youtube.com/watch?v=L08ON5lmlYo&feature=youtu.be

    San Martino delle Scale, 26 marzo 2019 - Scattano le manette per Pietro e Angelo Cannarozzo, padre e figlio, colpevoli di aver appiccato l’incendio che nel luglio 2017 ha messo in pericolo l’area di ..


  • “dottore Orlando lei è un cornuto, è una vita che glielo volevo dire”. Rischia tre anni di carcere per oltraggio al sindaco di Palermo

    Politica

    Palermo, 26 marzo 2019 - Diede del cornuto al sindaco Orlando, ora rischia tre anni di carcere per aver oltraggiato un pubblico ufficiale. Si tratta di Fabio Picco Di Maria, 32enne palermitano, protagonista del video che era diventato virale sui Social e che è stato visualizzato su miglia..


  • Arrestati gli incendiari che diedero fuoco a Piano Geli nel 2017. Macchiarella (Monreale Bene Comune): “Serve caserma dei Vigili del Fuoco a Monreale”

    Politica

    Monreale, 26 marzo 2019 - Dopo gli arresti di questa mattina, emessi nei confronti di Pietro e Angelo Cannarozzo, colpevoli di furto pluriaggravato, peculato e di aver appiccato gli incendi che nel luglio 2017 hanno quasi distrutto l’area di Piano Geli, il Movimento ..


  • Iscrizioni asilo comunale 2019/2020 dal 25 marzo fino al 17 maggio. Modulo nell’articolo

    Politica

    Monreale, 26 marzo 2019 - Si sono aperte ieri le iscrizioni all'asilo nido comunale relative all'anno 2019/2020, e l'ultimo giorno utile sarà il 17 maggio. È possibile iscrivere i bambini direttamente presso i locali dell'asilo nido Giaccone, via Venero 112, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13..


  • San Martino delle Scale. Angelo e Pietro Cannarozzo arrestati per incendio e furto

    Politica

    San Martino delle Scale (Monreale), 26 marzo 2019 - Furto pluriaggravato in continuazione e in concorso, peculato e incendio boschivo. Con questa accusa questa mattina sono state arrestate due persone dai carabinieri di Monreale. Si tratta di padre e figlio, Pietro Cannarozzo, sessantaduenne, pal..


  • Una passeggiata con … Giuseppe Romanotto. Dal passaggio alla Lega a come rilanciare il paese, “ma mai con Capizzi”

    Politica

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=C-AH53ImRr8&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 26 marzo 2019 - Prima con il sindaco Di Matteo, poi all’opposizione di Capizzi, quindi il passaggio alla Lega, “ma non per acquisire una nuova verginità”. Giuseppe Romanotto spiega in un’intervista ..


  • Randagismo. Romanotto (Lega): “Creare un canile e un cimitero per gli animali”

    Politica

    Monreale, 26 marzo 2019 - “Basta passeggiare per le vie del centro urbano e delle campagne del nostro territorio, per imbattersi in branchi di cani randagi che, purtroppo, trovano a volte l’atroce morte dell’avvelenamento. Quello del randagismo è un tema che sta a cuore alla Lega di Monrea..


  • Padre Giuseppe Turco festeggia 50 anni di sacerdozio. Una missione iniziata nel ’69 che ancora continua

    Politica

    Monreale, 25 marzo 2019 - Toccante e partecipata la celebrazione della santa messa, tenutasi oggi nella chiesa dei Padri Agostiniani alla Rocca, in occasione del 50° anniversario di sacerdozio di Padre Giuseppe Turco presso la Parrocchia di Santa Maria La Reale.


  • Torna l’inverno per 48 ore: pioggia, freddo e vento

    Politica

    Monreale, 25 marzo 2019 - Volevate la primavera? Ecco invece ritornare, per 48 ore, l'inverno. Le emissioni mattutine dei centri di calcolo confermano le nostre proiezioni. Da martedì sera prevista pioggia, freddo, vento e neve oltre i 1000 metri.


  • Strapapà e StraPalermo, Salvo Campanella taglia il traguardo insieme al figlio

    Politica

    Palermo, 25 marzo 2019 - StraPalermo e StraPapà da record, oltre 15 mila "invadono" il centro. Attraversando il grande arco posizionato in via Cavour, i bambini sono partiti mano nella mano con i propri genitori. Tra i partecipanti anche un atleta senior come Ciccio De Trovato, 86 anni. Han..


  • Valorizzazione del Castellaccio: inserito in una rete di itinerari escursionistici

    Politica

    Monreale, 25 marzo 2019 - Monreale verrà inserita in una rete di itinerari escursionistici, dove sono presenti i castelli medievali della Sicilia.

    Il sindaco Piero Capizzi, al fine di valorizzare il Castellaccio di Monreale o Castello di San Benedetto, che si erge sul..


  • Il figlio di Franco Franchi presenta il suo libro a Casa Cultura

    Politica

    Monreale, 25 marzo 2019 - Previsto per domani, alle ore 10,00, nei locali di Casa Cultura Santa Caterina la presentazi..


  • Si accascia e viene salvato dal sindaco, ora è fuori pericolo

    Politica

    Palermo, 25 marzo 2019 - È ufficialmente fuori pericolo il massaggiatore che ieri ha rischiato la vita a causa di un arresto cardiocircolat..


  • Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Pubblicità elettorale
    Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com