San Martino delle Scale: consegnate due aule per la scuola elementare

Immobiliare Max

Monreale, 13 marzo – Si ė svolta stamane presso il Complesso Abbaziale di San Martino delle Scale alla presenza del Sindaco di Monreale Piero Capizzi e dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Nadia Olga Granà, la consegna ufficiale di due locali che si andranno ad aggiungere al plesso della scuola Guglielmo II. “Abbiamo raggiunto un traguardo importante – ha detto il sindaco Piero Capizzi – anche se il lavoro da fare ancora è tanto, ma questa è la base da cui partire per dare una scuola migliore ai bambini di San Martino delle Scale”.

Tale consegna si è resa necessaria poiché, sin dal mese di settembre, il Dirigente dell’Istituto Guglielmo II aveva richiesto al Comune l’intervento dell’ufficio tecnico per rimettere in sesto un’aula che presentava vistose macchie di muffa e umidità diffusa. I tecnici, in quell’occasione, avevano constatato l’oggettiva difficoltà a eseguire l’intervento, poiché a rendere inagibili le due classi era una perdita ancora in atto, proveniente dall’immobile soprastante. “Ci si è quindi attivati – ha dichiarato l’assessore GRANÀ – per contattare il Fondo Edifici di Culto (FEC), proprietario dei locali, per metterlo al corrente della situazione”. Il Sindaco Capizzi e l’Assessore Granà si sono pertanto recati presso la Prefettura di Palermo dove hanno incontrato il Vice Prefetto, la dottoressa Trio, e, nel corso di tale incontro, hanno stabilito di effettuare un sopralluogo congiunto per capire come intervenire in modo tempestivo, al fine di non arrecare ulteriori disagi al regolare svolgimento dell’attività didattica.

Durante il sopralluogo, constatata l’impossibilità, per l’anno scolastico in corso, di poter utilizzare le due classi suddette, a causa dei persistenti problemi di umidità, i convenuti decidevano di vagliare l’opportunità di annettere alla scuola due locali dell’ala limitrofa dell’abbazia, oggetto di una recente ristrutturazione. Pertanto, dal mese di Dicembre iniziava una interlocuzione tra il Vice Prefetto Trio e l’Assessore Granà per formalizzare ed ufficializzare la richiesta di utilizzo per fini didattici di questi locali.

Contemporaneamente si iniziava a lavorare sull’ipotesi di realizzare una sede definitiva per le scuole materna e media del Guglielmo II di San Martino, dal momento che il FEC aveva più volte manifestato l’esigenza di riappropriarsi dei locali della scuola allo scopo di ristrutturarli e destinarli ad altro uso.

Iniziava così una lunga e delicata trattativa tra l’Assessore Granà e il vice prefetto Trio che coinvolgeva altresì anche la Soprintendenza, dal momento che i locali richiesti non erano ancora stati collaudati.

Gli attori coinvolti, riconoscendo l’oggettiva difficoltà che avrebbe reso indisponibili i locali, si attivavano per trovare il modo di aggirare tale l’ostacolo e, il 19 Febbraio, il FEC, con nota, prendeva atto della richiesta pervenutale da parte del Comune, sollecitata dall’Assessore Granà, e chiedeva, a sua volta, alla Soprintendenza di porre in essere quanto necessario al fine di annettere i due locali alla scuola, sino alla fine dell’anno scolastico 2014/2015.

La soprintendenza, con nota del 9 marzo, comunicava alle parti la volontà di voler procedere ad una consegna provvisoria dei locali, nelle more del collaudo definitivo, fino alla fine del mese di Giugno 2015.

Oggi, finalmente, le parti si sono incontrate per verbalizzare la consegna provvisoria dei locali, alla presenza anche delle mamme degli alunni della scuola, che, in questi mesi, hanno protestato per i disagi che l’inagibilità pregressa delle due classi ha provocato all’attività didattica dei figli, mostrandosi, tuttavia, al fianco della nuova amministrazione, apprezzando l’impegno dell’Assessore per la risoluzione in tempi brevi del problema.

La Soprintendenza ha richiesto al Comune di attenersi scrupolosamente ad un progetto che dovrà essere redatto dall’Ufficio tecnico comunale e da lei approvato, al fine di tutelare i locali oggi consegnati, recentemente ristrutturati, che dovranno essere resi nelle medesime condizioni odierne. In essi inoltre il comune dovrà provvedere a fornire l’energia elettrica.

“Quello di oggi, pertanto, – dichiara l’Assessore Granà, – rappresenta un importante punto di partenza nella risoluzione di questa vicenda che ci ha visto impegnati tenacemente e alla quale ho personalmente dedicato molto tempo ed energia, avendo a cuore il benessere e la sicurezza dei piccoli utenti della scuola”.

“La comunità di San Martino – hanno dichiarato il sindaco Capizzi e l’assessore Graná – ha dimostrato grande forza e determinazione e alla fine, si è raggiunto un importante traguardo. Abbiamo sottoscritto un impegno con il FEC e con la Soprintendenza ma soprattutto con la comunità di San Martino e intendiamo onorarlo, lavorando sin da subito per mettere in campo quanto necessario per la realizzazione di una sede scolastica definitiva per il plesso dell’Istituto Gugliemo II. Ad aprile, pertanto, avrà luogo il primo incontro con il FEC per avanzare le prime proposte progettuali”

“Sono pienamente soddisfatto – ha concluso il sindaco – per la sensibilità e la collaborazione mostrata dalla Soprintendenza e dalla prefettura e apprezzamento e stima nei confronti dell’operato dell’assessore Granà”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale