Fumata bianca alla SRR. Di Matteo autorizzato ad acquisire il ramo d’azienda dell’Alto Belice Ambiente

0
Araba Fenice desk

Monreale, 13 marzo – Alla presenza del Presidente della SRR, Filippo Di Matteo, si sono incontrati oggi

Presso la sede monrealese della Società di Regolamentazione del Servizio di raccolta e smaltimento rifiuti “Palermo Ovest”, all’interno del Collegio di Maria, alla presenza del suo Presidente, Filippo Di Matteo, del Commissario straordinario dell’ABA, Giuseppe Taverna, dei sindaci o loro delegati di 15 comuni dell’ATO (non rappresentati Altofonte e Belmonte perché non faranno parte della SRR Palermo Ovest), assieme ai rappresentanti di Misilmeri, Godrano e Lercara Friddi, è stata votata l’autorizzazione nei confronti di Di Matteo di procedere all’affitto del ramo d’azienda dell’ABA.

In questo modo i dipendenti, posti dal 22 dicembre 2014 in stato di quiescenza, verranno trasferiti alla “Belice Impianti srl”, la società di scopo costola della stessa SRR, che a sua volta li trasferirà ai comuni.

Si è trattato di un passo avanti, necessario per giungere alla ripresa dell’attività lavorativa dei 276 ex dipendenti dell’Alto Belice Ambienti. Una tappa che andava bruciata, ma che non fornisce ancora ai lavoratori tempi certi sulla loro assunzione all’interno della nuova società.

Al tavolo è stato stabilito che tutte le spese che verranno sostenute ricadranno unicamente sui 15 comuni ex ATO, e non graveranno sugli altri comuni che verranno inseriti nella SRR.

Saranno infatti 24 i comuni a far parte della società consortile Palermo Ovest.

I tempi: Lunedì Di Matteo e il commissario straordinario dell’ABA, Taverna, si recheranno dal curatore fallimentare, la dott.ssa Baiamonte, per procedere al fitto del ramo d’azienda.

A breve verranno definiti i contratti di servizio tra la SRR e i comuni. Durante il lungo incontro di questa mattina è stato anche stabilito, nero su bianco, che i comuni anticiperanno alla SRR una mensilità. Una condizione, questa, pretesa da Di Matteo per evitare il ripetersi di situazioni debitorie da parte dei comuni e mettere in crisi la stessa SRR.

All’esterno della sede della SRR, sotto l’occhio vigile di diversi agenti della Digos, fin dalle 09,00 di questa mattina si è presentata una numerosa rappresentanza degli ex dipendenti ATO provenienti dai 15 comuni interessati. Un centinaio di persone hanno mantenuto il presidio in attesa della fumata bianca. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale