ATO, cessione del ramo d’azienda a società di scopo: ‘Un passo importante ma restano le incognite’

acqua park

Monreale 13 marzo 2015 – “Esprimo apprezzamento per il passo compiuto oggi, senz’altro importante, ma restano tutte le incognite sul futuro dei lavoratori e del servizio raccolta rifiuti”.

Il capogruppo del gruppo misto Marco Intravaia ha accolto la notizia tanto attesa, cioè la decisione dei sindaci che hanno autorizzato il presidente della Srr a chiedere la cessione del ramo d’azienda alla società di scopo, insieme ai lavoratori, davanti al portone del Collegio di Maria, dove si sono incontrati i sindaci del comprensorio, il presidente della Srr Filippo Di Matteo e il commissario regionale Giuseppe Taverna.

“Se – ha aggiunto il consigliere Intravaia – come sembra di capire, è passato il criterio secondo cui il personale in esubero dovrà essere ripartito in base al numero di abitanti di ogni comune, la fetta maggiore degli amministrativi graverà su Monreale, con prevedibili significativi aumenti per la Tari, nonostante i sacrifici economici richiesti ai lavoratori. Il sindaco Piero Capizzi non può nascondere la testa sotto la sabbia, ma deve fare luce su questo aspetto poco chiaro. Inoltre, la soluzione individuata resta comunque transitoria, nulla è stato detto o spiegato su cosa accadrà dopo il 30 giugno”.

A preoccupare il consigliere è soprattutto il futuro dei lavoratori e delle loro famiglie:“Agli ex dipendenti dell’Ato va tutta la mia solidarietà. Ritengo anche che tutti, maggioranza e opposizione, dovremo vigilare affinchè non si ripetano gli errori commessi con l’Ato e la nuova società non si trasformi in un mostro ancora peggiore”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale