Marco Lo Coco: “Pagheremo il servizio AMAT due volte”

0
Immobiliare Max

Monreale, 12 Marzo. Non si placa l’eco della decisione esitata Martedì dal consiglio comunale, che ha approvato, a maggioranza, lo schema di convenzione fra il nostro Comune e quello di Monreale, che garantirà la continuità del servizio di collegamento AMAT fra le due città.

Secondo i consiglieri d’opposizione, com’era chiaro già ieri durante il consiglio comunale, lo schema sarebbe perfettibile in più parti.

La stessa istanza, a onor del vero è stata sollevata anche dai banchi della maggioranza, che però ha ritenuto opportuno approvare lo schema senza modifiche, attendendo successive contrattazioni con altri enti, onde reperire i fondi necessari.

A intervenire oggi sul tema, il consigliere comunale Marco Lo Coco, che ha riassunto le istanze dell’opposizione:

“Nella seduta del Consiglio Comunale di martedì pomeriggio”, dichiara Lo Coco, “ancora una volta la maggioranza e l’amministrazione di questa città hanno dimostrato la loro visione distorta della realtà, l’incapacità di trovare nuove o migliori soluzioni e l’appiattimento sulle volontà dell’amministrazione di Palermo e della partecipata Amat, votando una convenzione così come pervenutaci, ovvero un atto unilaterale.

La Convenzione tanto proclamata dal Sindaco e dalla maggioranza, prevede, rispetto alla precedente, un costo per chilometraggio in aumento del 22% (del quale, anche se più volte chiesto il perchè di tale aumento, non ci viene data risposta ne dal Sindaco e tantomeno dall’Assessore Russo), corse inferiori e parte più eclatante l’assenza del servizio in tutte le domeniche dell’anno e soprattutto nel mese di Agosto. Vi Immaginate una città a vocazione turistica come Monreale, che presumibilmente diverrà patrimonio dell’UNESCO, senza collegamenti proprio nel mese di Agosto e per tutte le domeniche? Può un amministrazione, invece di trovare altre soluzioni, approvare un tale schema di convezione? Qualsiasi cittadino direbbe no, come in forza tutta l’opposizione si è spinta per far cambiare idea proponendo modifiche alla stessa attraverso i numerosi emendamenti presentati, invece, con grande disinvoltura e consci di quanto si apprestavano a fare, la maggioranza (Cambio di logica, Partito democratico con segretario Toti Zuccaro in Aula e nuovi consiglieri a supporto) è stata FAVOREVOLE. Sono stati tutti bocciati gli emendamenti presentati dal Consigliere Romanotto, nei quali si faceva notare che l’Amat ha proposto un calcolo di chilometraggio superiore all’effettivo tratto arrecando un costo superiore per il Comune di 4.400 € + iva; con i quali si chiedeva di iniziare la percorrenza e quindi il servizio alle 6.30 del mattino, anzicchè alle 7.10, inserire una ulteriore corsa alle 7.30 e anticipare alle 8.00 la corsa delle 8.15; infine l’emendamento più importante quello di avere il servizio tutte le domeniche e tutto il mese di Agosto evidenziando, con stupore anche dell’Assessore al Bilancio Russo, che esiste la copertura finanziaria ovvero trovata nel maggior gettito previsto dalla TASI (tassa per i servizi, che la stessa amministrazione ha voluto portare al massimo delle aliquote consentito dalla legge) la quale ha prodotto un maggior gettito di circa 200.000€; ma tutto ciò non è bastato. Non sono bastati gli innumerevoli interventi dei Consiglieri Marco Lo Coco, Giuseppe Romanotto, Antonella Giuliano, Giuseppe Guzzo, Marco Intravaia, Giuseppe La Corte e Fabio Costantini, i quali hanno evidenziato tutte le criticità di questa scelta e hanno fornito proposte per servizi alternativi. A nulla è valsa, dunque, una dura opposizione che ha portato alla conclusione del Consiglio Comunale alla 21.30 di sera, con un finale veramente triste per tutti i nostri cittadini che si troveranno con un sicuro disservizio e con l’amara consapevolezza di pagarlo per ben due volte prima con le loro tasse e poi con la tariffa per l’acquisto del biglietto Amat.”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.