A Monreale serve una “struttura ricettiva diffusa” per creare un nuovo modo di pensare

0
Araba Fenice desk

Tonino Russo tira le somme in seguito all’arrivo a Monreale, il 4 marzo scorso, di un gruppo composto dai delegati dei principali 15 tour operator della Corea.  

Dall’incontro è emersa la necessità per Monreale di sviluppare una “mentalità cooperativa” e di iniziare a ragionare in termini di collaborazione strutturata ed organizzata. E realizzare da soli tutto ciò, secondo l’ex deputato PD, magari solamente delegando alle sole istituzioni le scelte strategiche che necessitano di esperienza e conoscenza specifica maturata sul campo, rappresenterebbe un’impresa titanica.

Il Duomo di Monreale si appresta ad entrare nella lista dei siti riconosciuti dall’UNESCO provocando, si spera, l’aumento delle presenze turistiche; occorre quindi iniziare a riflettere su come organizzarsi e, quindi, sul come non farsi trovare impreparati. È una riflessione che riguarda tutti: l’amministrazione comunale, che sta provando a fare la sua parte, ma vale soprattutto per i privati che operano nel settore turistico.

“Personalmente – afferma Russo – (ho già avuto modo di suggerirlo) ritengo prioritario ed urgente che gli operatori turistici superino un certo individualismo, spesso frutto di diffidenze, e si organizzino dandosi una struttura associativa di rappresentanza della categoria. C’è, a mio avviso, un gran bisogno di un lievito culturale, di un motore potente che sappia promuovere o che semplicemente esorti ad attivare azioni positive e coordinate per lo sviluppo turistico, purtroppo ancora debole rispetto alle enormi potenzialità che tutti conosciamo”.

Una “struttura ricettiva diffusa”, per ragionare tenendo conto della specifica offerta ricettiva e superare i limiti dimensionali. Occorrerebbe inoltre perfezionare i servizi e promuovere nuovi “attrattori” aggiuntivi. Occorre trovare il modo per allungare la permanenza nella nostra città e nel territorio i turisti che, comunque, annualmente già oggi non sono pochi.

“C’è davvero tanto da fare – conclude Tonino Russo –  e non si può perdere altro tempo. Pertanto, si incominci questo cammino con un passo determinato: la costituzione dell’associazione delle strutture ricettive del territorio monrealese. Il progetto complessivo per lo sviluppo turistico della città, sono certo, nascerà di conseguenza”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com