Oggi è 22/07/2019

Eventi

“Storie di donne che fanno la differenza”, ieri a Monreale

Il dibattito ieri pomeriggio alla Chiesa degli Agonizzanti di Monreale

Pubblicato il 9 marzo 2015

“Storie di donne che fanno la differenza”, ieri a Monreale

Monreale, 9 Marzo. Una giornata dedicata alle donne, nel giorno che ricorda, tra l’altro la morte di 129 operaie di un’industria tessile americana, che nel 1908 morirono durante uno sciopero.

Monreale ha voluto tener vivo questo ricordo con varie iniziative, fra cui quella organizzata dall’associazione Mons Realis e dall’Ordine Costantiniano di San Giorgio presso la chiesa degli Agonizzanti di Monreale.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune, ha preso il titolo di “Storie di donne che fanno la differenza”, ed ha raccontato, attraverso la viva voce delle intervenute, storie di vita quotidiana dal grande valore, oltre a porre l’accento sulla situazione attuale delle donne nei vari ambiti sociali, sottolineando le svolte positive e il lavoro ancora da fare per raggiungere una realtà parità di opportunità fra uomini e donne.

Ad aprire l’evento, dopo i saluti iniziali di Enza Bruno, che ha moderato la manifestazione ricordando fra le altre, la figura di Sarina Ingrassia, e le parole di Lia Giangreco in rappresentanza dell’associazione Mons Realis e di Antonio Di Janni, vicario delegato del Sacro ordine militare dei costantiniani di San Giorgio per la Sicilia, è stato l’assessore del nostro Comune, Nadia Olga Granà.

L’assessore, nel suo intervento, ha svolto un’analisi della condizione delle donne nel mondo politico, sottolineando come, seppur ad oggi il numero di esse sia in continua crescita, i ruoli chiavi siano ancora, per la maggior parte, appannaggio degli uomini. Non solo, ma l’assessore ha anche voluto ricordare come, seppure il numero di donne laureate sia superiore a quello degli uomini, ad oggi le stesse si trovino in difficoltà nel mondo del lavoro: in sintesi, la sua relazione, ha teso a mettere in luce gli aspetti positivi del cammino per il riconoscimento dell’importanza del mondo femminile, pur non dimenticando quanta strada ancora ci sia da percorrere.

In seguito, è intervenuta la Prof.ssa Maria Antonietta Spataro, già insegnante presso i licei monrealesi, e scrittrice di saggi d’argomento artistico, nonché promotrice, insieme ad Alessandra Siragusa, dell’iniziativa “Palermo apre le porte”. La Prof.ssa, nella sua analisi, ha toccato molti interessanti argomenti, partendo dall’ingiustificata ed “arrogante pretesa” degli uomini di riconoscersi un ruolo predominante sulle donne.

L’origine di questa pretesa risale alla preistoria, e nei secoli arriva alle forme aberranti di violenza sulle donne di cui la cronaca è piena ai giorni nostri.

Ma quali sono le reali differenze tra i sessi? È innegabile che la donna sia la portatrice della vita, mentre l’unico campo in cui, secondo la Prof.ssa Spataro, l’uomo può recriminare un qualche tipo di superiorità è quello dello sport, e nemmeno nella sua interezza.

Eppure ciò non ha impedito all’uomo di inibire, alle donne, il pieno accesso alla parità. Ancora adesso, nonostante molte conquiste siano ormai acquisite, ad esempio, resta aperto il dibattito sulla attribuzione del doppio cognome, senza dimenticare come nei libri d’arte, di letteratura o di filosofia le donne siano delle apparizioni sporadiche.

Successivamente, è intervenuta il Vice Questore aggiunto della Polizia di Stato di Palermo, dirigente del servizio di Polizia stradale, Rosy De Gregorio, la quale ha narrato la propria esperienza di vita, che l’ha portata, appena diciottenne, ad intraprendere la carriera in polizia, con un periodo iniziale a Roma ed il successivo ritorno a Palermo.

Il Vice Questore ha raccontato l’impegno concreto nella prevenzione rivolta alle giovani generazioni, che ha trasformato il suo operato e quello della polizia, da repressivo ad educativo, con incontri periodici nelle scuole e fra i giovani. Il messaggio lanciato dalla dott.ssa De Gregorio, rivolto proprio ai giovani, è stato chiaro: “Non perdete la speranza”, ha detto. “Bisogna inseguire il sogno della propria vita, ricordando che la cultura è ciò che rende possibile il miglioramento”.

Alla fine della sua relazione, Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, ha voluto ringraziare le associazioni per aver organizzato, “in una chiesa che è anche luogo di cultura”, l’evento odierno, ricordando, fra le altre cose, l’attenzione che la chiesa stessa rivolge al mondo femminile: solo a titolo d’esempio, Mons. Pennisi ha ricordato come le prime spinte all’allargamento del suffragio alle donne vennero, in periodo pre fascista da Don Luigi Sturzo. Questa tensione, ha concluso l’Arcivescovo, continua ancora oggi nel territorio, basti ricordare come recentemente la diocesi abbia messo a disposizione alcuni suoi locali per la creazione di un centro antiviolenza a Monreale.

In seguito, è intervenuto il Senatore Bartolo Fazio, che, nel porgere il suo saluto, ha rimarcato l’impegno e la correttezza personale di molte donne da lui conosciute nella sua attività di senatore, in particolar modo l’impegno di Rita Levi Montalcini.

Infine, prima del concerto della pianista Isabella Dalia Lo Coco, è intervenuta la Prof.ssa Rosaria Bonanno, che ha riportato la propria esperienza di insegnante, in un mondo in cui la presenza femminile è molto numerosa, ma che comunque continua a delegare agli uomini i posti organizzativi o sindacali.

Insegnare, ed insegnare la cultura classica è per la Prof.ssa fondamentale nel mondo odierno, nonostante l’avanzamento tecnologico e le sollecitazioni esterne che spingono i giovani continuamente alla distrazione.

In chiusura di dibattito, l’associazione Mons Realis ha consegnato alle Professoresse Maria Antonietta Spadaro e Maria La Rosa il titolo di Socio onorario dell’associazione.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Eventi

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Eventi

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Eventi

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Eventi

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Eventi

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Eventi

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Eventi

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Eventi

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Eventi

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Eventi

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Eventi

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Eventi

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Eventi

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Eventi

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Eventi

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..


  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Eventi

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..


  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Eventi

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..


  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Eventi

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..