Romanotto: “Anticipare alle ore 06,30 la prima corsa AMAT e aumentarne il numero nella fascia mattutina”

Immobiliare Max

Monreale, 9 marzo – Domani pomeriggio, alle 17,30, si terrà il consiglio comunale di Monreale. Tra i punti all’ordine del giorno ci sarà l’approvazione dello schema di convenzione tra il Comune di Monreale e il Comune di Palermo per la gestione di servizi di mobilità. In pratica si tratta del rinnovo della convenzione per il servizio svolto dall’AMAT.

Il consigliere Giuseppe Romanotto (Gruppo Misto) ha presentato oggi al Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Di Verde, la richiesta di apportare una serie di modifiche alla convenzione già scaduta.

Al momento l’AMAT garantisce 10 corse al giorno a distanza di un‘ora e dieci minuti l’una dall’altra. “Sono insufficienti – spiega Romanotto -, studenti e lavoratori hanno già manifestato il loro disagio e la necessità di anticipare alle ore 06,30 la prima corsa e di aumentare il numero di corse nella fascia mattutina”. Romanotto propone quindi di aggiungere una partenza alle ore 06,30, una alle ore 07,30 e anticipare così quella prevista alle ore 08,10 per le ore 08,00.

Romanotto2La proposta di convenzione presentata in consiglio prevede l’esclusione del servizio nelle 47 giornate domenicali e per tutto il mese di Agosto. “E’ invece necessario – spiega Romanotto – garantire la continuità del servizio anche nei giorni di domenica per permettere ai lavoratori turnisti di raggiungere Palermo utilizzando il mezzo pubblico”. Il consigliere comunale critica la proposta che l’amministrazione presenterà in consiglio anche perché “l’assenza totale del servizio per tutto il mese di Agosto arrecherebbe notevoli disagi per i cittadini e i turisti. La candidatura della Cattedrale di Monreale ad entrare nella lista del patrimonio mondiale dell’Unesco comporta l’impegno di garantire un servizio di collegamento con la nostra città senza interruzioni, al fine di rendere fruibile il sito di interesse storico, artistico e monumentale”.

Infine, secondo Romanotto, un attento calcolo della lunghezza del percorso previsto dalla convenzione porterebbe ad un importante risparmio per il comune. “La lunghezza del percorso calcolata con Google Maps non è di 2,8 km, come indicato nella convenzione, bensì di 2,7 km,”. Una differenza di soli cento metri che, considerando il numero di corse effettuate nell’arco dell’anno e il costo per singolo chilometro (5,54 €), permetterebbe all’amministrazione di conseguire un risparmio di 4.558,62 € l’anno.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale