Alto Belice Ambiente: i dipendenti operanti nel territorio del comune di Corleone si riuniscono in consiglio comunale

acqua park

Corleone, 26 febbraio – Prosegue a macchia di leopardo la protesta degli ex dipendenti dell’Alto Belice Ambiente. A Monreale continua l’occupazione di una ventina di operai, che da venerdì scorso hanno presso possesso della stanza del sindaco, nel Palazzo di Città.

Anche a Corleone i dipendenti della Società Alto Belice Ambiente ATO PA2 si riuniscono in una assemblea permanente presso la sede del Consiglio Comunale di Corleone.

image1“Siamo arrivati al limite – così i dipendenti intervistati – i nostri figli e le nostre famiglie soffrono con noi il disagio. Aprire la porta di casa e vedere i loro occhi ci rende schiavi e depressi del sistema.

Le mancate retribuzioni e l’incertezza lavorativa provocano un malessere che non ha precedenti.

AIUTO, questo solo possiamo dire. Ed è vero che il sazio non crede il digiuno, per questo chiediamo una riflessione umana.

Su di noi sono state dette le cose più assurde, ma quando andiamo a lavorare non mettiamo la giacca e la cravatta ma mettiamo il buon senso, mettiamo in campo le nostre forze per gestire e levare i rifiuti nel migliori dei modi.   

Chiediamo con forza che ci sia una risoluzione immediata senza aspettare orizzonti lontani e date incerte.

Ci appelliamo alla politica, quella del pensare bene, quella del dire giusto, quella del creare tranquillità lavorativa, a quella per la quale è deputata a fare e non a quella del “chi l’ha visto”.

Rimarremo in assemblea, mettendoci la faccia, mortificandoci del giudizio delle persone e sperando che al più presto riprenderemo quella dignità che ci hanno strappato”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale