Oggi è 16/12/2017

Editoriali

Contrafatto: “Un passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”

L’Ass. Regionale ai Rifiuti critica il funzionamento della società e dichiara: “Attendiamo segnali concreti di cambiamento anche da parte dei Comuni, la cui condotta ha portato al fallimento dell’ATO”

Pubblicato il 9 febbraio 2015

s Contrafatto: “Un passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”

L’assessore Vania Contrafatto, magistrato in aspettativa, parlando del fallimento dell’Alto Belice Ambiente, in una nota del 1 febbraio aveva sottolineato la necessità di accertare tutte le responsabilità amministrative, “anche di chi non ha vigilato affinché non si arrivasse a questo punto”. A distanza di poche ore il furto di pc e documenti presso la sede dell’Alto Belice Ambiente.

L’abbiamo sentita: “La vicenda dell’Alto Belice Ambiente è emblematica di come, in questi anni, il sistema degli ATO abbia funzionato male. Se oggi siamo vicini a una soluzione, lo si deve solo alla buona volontà dei lavoratori e all’intervento della Regione che si è fatta carico del problema nel tentativo di salvaguardare il servizio strapagato dai cittadini e i livelli occupazionali”.

L’assessore, espressione in giunta regionale del Partito Democratico, lancia un messaggio politico forte: “Attendiamo segnali concreti di cambiamento anche da parte dei Comuni, la cui condotta ha portato al fallimento dell’ATO, e sarebbe bene cominciare con il passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”.

Durante un acceso consiglio comunale del 27 marzo 2013, l’allora primo cittadino di Monreale, l’avv. Filippo Di Matteo, aveva dichiarato di avere denunciato in Procura comportamenti apparentemente illeciti nella gestione dell’ATO.

“La politica vi ha portato nel fosso”, aveva recentemente detto il sindaco Capizzi ai lavoratori accorsi in aula durante il consiglio comunale del 3 febbraio 2015. Ed è da questa affermazione che anche la politica oggi deve interrogarsi ed agire, traendo le dovute conseguenze, avviando un processo politico e prendendo le distanze dai responsabili di una gestione scellerata della società.

La storia dell’Alto Belice Ambiente merita un’analisi che la classe politica monrealese non può esimersi dal fare. Dalla voce autorevole del primo cittadino è arrivata la conferma di quanto i cittadini/contribuenti monrealesi vadano sospettando da tanti anni. L’elevato numero di dipendenti della società Alto Belice Ambiente è sempre stato additato come una delle cause dell’eccessivo costo del servizio. Il sindaco ci informa che tra gli amministrativi della società ci sono profili con redditi superiori ai 3.500 euro mensili, e che il comune di Monreale, con la nascita degli ARO, dovrà, o, sarebbe meglio dire, è disposto a prenderne in carico almeno altri 14, in eccesso rispetto alle necessità della gestione, ed il cui costo graverà ancora sulle tasche dei cittadini.

Capizzi lascia pensare che tra i principali responsabili del fallimento della società ci siano gli ex amministratori dell’ABA che, nata nel 2003, ebbe come presidenti l’ex sindaco di Monreale Salvino Caputo, prima, e la prof.ssa Lea Giangrande (moglie del sindaco Toti Gullo, oggi suo capogruppo in consiglio comunale), dopo. E parla di assunzioni eccessive avvenute per chiamata diretta, scatti di livello anomali, probabili illeciti amministrativi.

L’assessore Contrafatto invoca un passo indietro. Invece il rischio è di assistere ad un fuoco di paglia e che nessuno venga chiamato a rispondere dei propri errori da parte di forze politiche forse troppo distratte dall’urgenza di trovare una soluzione occupazionale per i lavoratori. Se si dovesse, come si spera, giungere a breve a questa soluzione, si cercherà di stendere un velo sul passato, offuscato dai brindisi al futuro dei lavoratori.

Perché se di responsabilità politiche si vuole parlare, allora sappiamo che queste sono molto diffuse, perché, riprendendo le parole della Contrafatto, andrebbero estese anche a coloro che, pur potendo, non hanno vigilato. Nell’ultimo decennio, tanti, della classe politica monrealese, hanno preferito chiudere gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte alle denunce isolate e all’evidenza di una gestione “discutibile” che ha portato alla disperazione decine e decine di famiglie, oltre ad avere eroso ingiustamente le tasche di tutti i cittadini monrealesi.

Da questa classe politica dobbiamo aspettarci un passo indietro?

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Monreale, Domenica 17 PD al congresso. Rubino: “Ritiro la delegazione assessoriale”

    Editoriali

    Monreale, 15 dicembre 2017 – Convocato per domenica 17 dicembre alle ore 9.30, presso il Collegio di Maria, il congresso del Pd di Monreale che porrà fine al commissariamento del partito. A darne notizia il commissario uscente della sezione monrealese del PD, Antonio Rubino: “Da domenica il par..

    Continua a Leggere

  • Inchiesta Alto Belice Ambiente. Rinviati a giudizio i 51 imputati (I NOMI)

    Editoriali

    Palermo, 15 dicembre 2017 – Sono stati rinviati a giudizio tutti i 51 imputati dell'inchiesta, scoppiata nel 2011, che ha investito l’ATO PA2 “Alto Belice Ambiente”, e che ha visto coinvolte in un primo momento 53 persone, poi ridotte a 51. Il sindaco del comune di Monreale, Piero Ca..

    Continua a Leggere

  • A Palermo il primo circo sociale permanente. Il crowdfunding per Danisinni Circus

    Editoriali

    Palermo, 15 dicemre 2017 - Sarà grande festa a Danisinni, sabato 16 dicembre a partire dalle ore 10.00, dove sarà scoperta la campagna crowdfunding Danisinni Circus, un nuovo capitolo del progetto Rambla Papireto, avviato lo ..

    Continua a Leggere

  • Schianto mortale sulla A29 Palermo-Mazara del Vallo, muore una donna

    Editoriali

    Palermo, 15 dicembre 2017 - Dalle prime ricostruzioni dei soccorritori pare che dietro all'incidente in cui ha perso la vita una donna di 54 anni Carini, ci sia un improvviso malore. Il sinistro è avvenuto sulla A29 Palermo-Mazara del Vallo, nei pressi di Capaci.  La donna si trovava a bord..

    Continua a Leggere

  • Ripulita la discarica abusiva nei pressi della Casa Circondariale Pagliarelli

    Editoriali

    Palermo, 15 dicembre 2017 - Ripulita questa mattina la discarica abusiva che si trovava nelle immediate vicinanze della Casa Circondariale Pagliarelli, nel curvone di via Altofonte angolo via Bachelet (Leggi qui). Il cumulu di sfabbricidi e materiale di risulta si trovavano in quel pu..

    Continua a Leggere

  • La casa editrice palermitana “Sellerio” dona oltre 100 libri di narrativa alla scuola Antonio Veneziano

    Editoriali

    Monreale, 15 dicembre 2017 - Grazie alla generosità della casa editrice palermitana “Sellerio” e alla tenacia della dirigente e degli insegnanti di lettere della scuola Antonio Veneziano che hanno tenuto i contatti, ci sono stati donati più di 100 volumi di narrativa. I libri arrivati qualche ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, inspiegabili interruzioni della corrente elettrica per 20 famiglie

    Editoriali

    Monreale, 15 dicembre 2017 - «Anche stamattina ci siamo svegliati senza corrente elettrica, i contatori delle nostre case si staccano inspiegabilmente». A raccontarlo a Filodiretto è Giusy, che abita nei pressi di via Pietro Novelli. Sarà stato il montaggio delle luminarie oppure vento dei giorn..

    Continua a Leggere

  • Monreale, dissesto finanziario. Corte dei Conti: “Gestione quanto meno poco consapevole e trasparente. Gravi criticità”. Depositate le motivazioni

    Editoriali

    Monreale, 15 dicembre 2017 - Gestione quanto meno poco consapevole e trasparente. Gravi criticità in grado di compromettere l’intera azione di riequilibrio, in quanto tese a dissimulare il reale andamento gestionale rispetto agli obiettivi di risanamento prestabiliti, attraverso ..

    Continua a Leggere

  • Cinisi e Borgetto più forti contro Cosa nostra. Il Prefetto: «A Corleone i ragazzi ora sanno che mortifica il territorio»

    Editoriali

    Palermo, 15 dicembre 2017 - «A Corleone, la città che per tutti è il simbolo della mafia, ho trovato dei giovani che esprimono una voglia cambiamento e che hanno maturato, attraverso la scuola, una consapevolezza che la mafia distrugge mortifica il territorio». Lo ha detto il Prefetto Antonella,..

    Continua a Leggere

  • A Monreale e alla Cuba di Palermo due concerti gratuiti, musiche dal Maghreb all’Europa

    Editoriali

    Monreale, 15 dicembre 2017 - La settimana di musica sacra nel percorso arabo-normanno Unesco prosegue con due concerti che saranno offerti gratuitamente a Monreale e a Palermo. Nella cittadina normanna sabato 16 dicembre si esibirà Diego Cannizzaro alle 21 con un prezioso recital organistico. ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Cerimonia di premiazione del 2° concorso nazionale di poesia e letteratura Giuseppe La Franca

    Editoriali

    Monreale, 15 dicembre 2017 - Monreale ricorda Giuseppe La Franca. L’avvocato ucciso il 4 gennaio del 1997 dai fratelli Vitale, mafiosi di Partinico, che si erano impossessati di un caseggiato rurale che era di proprietà di suoi parenti, contro i quali aveva provato ad opporsi. In sua memoria a..

    Continua a Leggere

  • Monreale. La Settimana dello studente al liceo Basile: assemblee, seminari, dibattiti, laboratori, cineforum

    Editoriali

    [caption id="attachment_45124" align="alignright" width="300"] Liceo Basile[/caption] Monreale, 15 dicembre 2017 - La..


  • Monreale, incendio in un appartamento del centro. Un giovane interviene, rimane lievemente intossicato

    Editoriali

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Si è concluso con un ragazzo lievemente intossicato il bilancio di un incendio sviluppatosi in un appartamento di via Agrigento, a Monreale, intorno alle 19,00 di oggi.  [gallery ids="45101,45105,45104,45103,45102,45106"] Dalle prime dichiarazioni, ma è anco..


  • Monreale, intitolata al puparo Enzo Rossi via M19 A

    Editoriali

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Via Enzo Rossi, puparo. È stata intitolata martedì all'artigiano puparo della famiglia monrealese Rossi via M19 A, la strada che si trova nei pressi di via. Dopo il nulla osta della Prefettura si provvederà all'inserimento nello stradario e all'affissione della t..


  • Monreale, 4 assistenti sociali cercasi. Altri 8 negli altri comuni del Distretto Socio Sanitario 42

    Editoriali

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Si cercano 12 assistenti sociali, di cui 4 al comune di Monreale, gli altri 8 per gli altri comuni del Distretto Socio Sanitario 42,


  • Sabato a San Giuseppe Jato «Benessere Sociale». Prevenzione e promozione dell’educazione alla salute

    Editoriali

    San Giuseppe Jato, 14 dicembre 2017 - Un seminario sull'educazione alla salute, sul'alimentazione e sull'importaznza dello sport. Si terrà Sabato 16 Dicembre alle ore 09.30, presso l’aula multimediale Pio La Torre, sita nella Casa del Fanciullo, in via Vittorio Emanuele III n.262, il convegno


  • Monreale, 30 km/h in via Esterna Spartiviolo. Il via ad interventi di manutenzione

    Editoriali

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Arriva il limite di velocità massima di 30 km/h in via Esterna Spartiviolo. Il limite temporaneo è stato deciso per il pericolo derivante dalla pericolosa situazione di dissesto in cui versa la carreggiata.  «Il comune - si legge in una nota del comune di Monr..


  • La grave perdita di un familiare. Domani un incontro con la «Comunità Figli in Cielo»

    Editoriali

    Monreale, 14 dicembre 2017 - Un incontro con tutti coloro che cercano un sostegno e un riparo psicologico in seguito alla perdita di un familiare. Figli in cielo è una comunità di famiglie che hanno vissuto la perdita di un figlio o di un proprio caro e offrono sostegno a..


  • Acquapark Monreale