Oggi è 22/01/2018

Editoriali

Contrafatto: “Un passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”

L’Ass. Regionale ai Rifiuti critica il funzionamento della società e dichiara: “Attendiamo segnali concreti di cambiamento anche da parte dei Comuni, la cui condotta ha portato al fallimento dell’ATO”

Pubblicato il 9 febbraio 2015

Contrafatto: “Un passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”

L’assessore Vania Contrafatto, magistrato in aspettativa, parlando del fallimento dell’Alto Belice Ambiente, in una nota del 1 febbraio aveva sottolineato la necessità di accertare tutte le responsabilità amministrative, “anche di chi non ha vigilato affinché non si arrivasse a questo punto”. A distanza di poche ore il furto di pc e documenti presso la sede dell’Alto Belice Ambiente.

L’abbiamo sentita: “La vicenda dell’Alto Belice Ambiente è emblematica di come, in questi anni, il sistema degli ATO abbia funzionato male. Se oggi siamo vicini a una soluzione, lo si deve solo alla buona volontà dei lavoratori e all’intervento della Regione che si è fatta carico del problema nel tentativo di salvaguardare il servizio strapagato dai cittadini e i livelli occupazionali”.

L’assessore, espressione in giunta regionale del Partito Democratico, lancia un messaggio politico forte: “Attendiamo segnali concreti di cambiamento anche da parte dei Comuni, la cui condotta ha portato al fallimento dell’ATO, e sarebbe bene cominciare con il passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”.

Durante un acceso consiglio comunale del 27 marzo 2013, l’allora primo cittadino di Monreale, l’avv. Filippo Di Matteo, aveva dichiarato di avere denunciato in Procura comportamenti apparentemente illeciti nella gestione dell’ATO.

“La politica vi ha portato nel fosso”, aveva recentemente detto il sindaco Capizzi ai lavoratori accorsi in aula durante il consiglio comunale del 3 febbraio 2015. Ed è da questa affermazione che anche la politica oggi deve interrogarsi ed agire, traendo le dovute conseguenze, avviando un processo politico e prendendo le distanze dai responsabili di una gestione scellerata della società.

La storia dell’Alto Belice Ambiente merita un’analisi che la classe politica monrealese non può esimersi dal fare. Dalla voce autorevole del primo cittadino è arrivata la conferma di quanto i cittadini/contribuenti monrealesi vadano sospettando da tanti anni. L’elevato numero di dipendenti della società Alto Belice Ambiente è sempre stato additato come una delle cause dell’eccessivo costo del servizio. Il sindaco ci informa che tra gli amministrativi della società ci sono profili con redditi superiori ai 3.500 euro mensili, e che il comune di Monreale, con la nascita degli ARO, dovrà, o, sarebbe meglio dire, è disposto a prenderne in carico almeno altri 14, in eccesso rispetto alle necessità della gestione, ed il cui costo graverà ancora sulle tasche dei cittadini.

Capizzi lascia pensare che tra i principali responsabili del fallimento della società ci siano gli ex amministratori dell’ABA che, nata nel 2003, ebbe come presidenti l’ex sindaco di Monreale Salvino Caputo, prima, e la prof.ssa Lea Giangrande (moglie del sindaco Toti Gullo, oggi suo capogruppo in consiglio comunale), dopo. E parla di assunzioni eccessive avvenute per chiamata diretta, scatti di livello anomali, probabili illeciti amministrativi.

L’assessore Contrafatto invoca un passo indietro. Invece il rischio è di assistere ad un fuoco di paglia e che nessuno venga chiamato a rispondere dei propri errori da parte di forze politiche forse troppo distratte dall’urgenza di trovare una soluzione occupazionale per i lavoratori. Se si dovesse, come si spera, giungere a breve a questa soluzione, si cercherà di stendere un velo sul passato, offuscato dai brindisi al futuro dei lavoratori.

Perché se di responsabilità politiche si vuole parlare, allora sappiamo che queste sono molto diffuse, perché, riprendendo le parole della Contrafatto, andrebbero estese anche a coloro che, pur potendo, non hanno vigilato. Nell’ultimo decennio, tanti, della classe politica monrealese, hanno preferito chiudere gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte alle denunce isolate e all’evidenza di una gestione “discutibile” che ha portato alla disperazione decine e decine di famiglie, oltre ad avere eroso ingiustamente le tasche di tutti i cittadini monrealesi.

Da questa classe politica dobbiamo aspettarci un passo indietro?

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Spezia Vs Palermo: 0-0 

    Editoriali

    Palermo, 21 gennaio 2018 - Il mister Tedino temeva la sosta per un eventuale calo di tensione che lui aveva accuratamente creato come una corda di violino. Ma la gara ha dimostrato che il Palermo c’era e ha trovato uno Spezia che ha costruito la salvezza proprio in casa con un ott..

    Continua a Leggere

  • Operazione antimafia, arrestato Giuseppe Biondino, il figlio dell’autista di Totò Riina

    Editoriali

    [gallery ids="49673,49674,49675,49676,49677"] Palermo, 21 gennaio 2018 - Nuova operazione antimafia nel mandamento di San Lorenzo. La Dda di Palermo ha disposto il fermo di cinque persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione. Si è ricorsi al fermo perché i cinque si preparavano a fugg..

    Continua a Leggere

  • Un albero per ogni nuovo nascituro. A Monreale piantumato solo il 5% di piante rispetto a quanto previsto dalla legge

    Editoriali

    Monreale, 21 gennaio 2018 - Quante volte passeggiando per le strade ci siamo chiesti quanto sarebbe bella e accogliente un’area se solo fosse più verde? E quante altre dopo gli incendi devastanti abbiamo pensato al danno provocato e alle ricadute sull’ambiente? E pensare che og..

    Continua a Leggere

  • Tragedia a Palermo, giovane si lancia dal ponte Oreto: intervengono i vigili del fuoco

    Editoriali

    Palermo, 21 gennaio 2018 - Un giovane si è lanciato ieri sera dal ponte di via Oreto. Un ponte già tristemente noto per fatti del genere. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti di polizia. Al momento non si conoscono le generalità del giovane che è finito contro il cemen..

    Continua a Leggere

  • Palermo, in sostegno di Biagio Conte una delegazione belga

    Editoriali

    Palermo, 20 gennaio 2018 - In mattinata una delegazione Belga ha portato la ..


  • Bimbo folgorato a Palermo: restano gravi le sue condizioni

    Editoriali

    Palermo, 20 gennaio 2018 - Prognosi riservata per il bimbo di sette anni che ieri pomeriggio è rimasto ustionato al volto e alle mani da una scarica elettrica in via Gaspare Palermo. Il piccolo, secondo una prima ricostruzione per gioco avrebbe aperto una cassetta dell’Enel e giocando con un..

    Continua a Leggere

  • Partinico, nel bene confiscato a Cosa nostra sorge la nuova guardia medica

    Editoriali

    Partinico, 20 gennaio 2018 - «Un bene confiscato alla mafia  diventa un punto di riferimento per l’intera comunità che potrà usufruire di prestazioni mediche in locali efficienti e funzionali. Siamo orgogliosi di potere consegnare ai cittadini di Partinico una struttura che assume anche il..

    Continua a Leggere

  • Rientra (per ora) l’emergenza. I rifiuti trasportati a Lentini a 230 km da Monreale

    Editoriali

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Rientra, almeno per ora, l’emergenza rifiuti nei 50 comuni interessati dalla chiusura di Bellolampo, tra cui Monreale, Altofonte, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Corleone. Gli autocompattatori erano stati dirottati fino allo scorso 18 gennaio a Motta Sant’Anastasia,..

    Continua a Leggere

  • Elezioni politiche, gli attivisti M5s incontrano i cittadini. Gli appuntamenti

    Editoriali

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Le elezioni politiche 2018 si avvicinano, la campagna elettorale è cominciata e sarà al centro dell'attenzione per due mesi.  Gli attivisti del Movimento 5 Stelle,  per pubblicizzare e diffondere i punti salienti del programma di lavoro che il Movimento si ..

    Continua a Leggere

  • «Pronti a occupare l’assessorato ai Rifiuti», sit-in dei sindaci a Palazzo d’Orleans

    Editoriali

    Palermo, 19 gennaio 2018 - «Diteci dove dobbiamo andare a gettare i rifiuti dei nostri comuni». Questo pomeriggio si è svolto il sit-in di una nutrita delegazione di sindaci dei comuni esclusi dal conferimento dei rifiuti a Bellolampo. Ieri è arrivato anche lo stop anche dalla discarica Oikos di..

    Continua a Leggere

  • Terreni da coltivare per i giovani. Un’opportunità di fare impresa per chi ha voglia di “sporcarsi le mani”

    Editoriali

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Terreni incolti ai giovani grazie alla Banca della Terra, un’opportunità di fare impresa per tutti quei giovani di età compresa tra i 18 e i 40 che hanno voglia di “sporcarsi le mani”. L'iniziativa è gestita dall’ISMEA, entro il 3 feb..

    Continua a Leggere

  • Picco influenza 2018, arriva un virus poco atteso. Mezzo milione di siciliani a letto entro fine mese

    Editoriali

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Saranno almeno mezzo milione i siciliani che fra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio dovranno fare i conti con l'influenza stagionale. Le varie forme influenzali ivi comprese quelle meno aggressive colpiranno quasi metà della popolazione isolana. Le statistich..

    Continua a Leggere

  • Maxi sequestro di droga a Carini, 1500 chili di hashish e cocaina VIDEO

    Editoriali

    Carini, 19 gennaio 2018 - La Polizia di Stato ha sequestrato un ingentissimo carico di droga ed arrestato tre soggetti, un campano e due residenti a Carini. Gli Agenti della Squadra Mobile di Palermo, ieri sera, hanno bloccato, mentre accedeva nell’area ..

    Continua a Leggere

  • MONREALEXIT, la giunta di San Giuseppe Jato e Comitato insieme per il riordino dei confini

    Editoriali

    San Giuseppe Jato, 19 gennaio 2018 - Sono 160 i cittadini monrealesi che vogliono diventare jatini: «Vogliamo pagare le tasse a San giuseppe Jato». Intanto l'amministrazione jatina e il comitato per il riordino uniscono le forze. «Disponibilità da parte di tutti gli interessati nel processo di r..

    Continua a Leggere

  • Monreale. A giorni la firma del contratto per i 9 ausiliari del traffico in attesa dal 2 gennaio

    Editoriali

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Potrebbe finire a breve l’attesa per i 9 lavoratori della ACS  (Automobile Club Servizi s.r.l.) di Palermo, il cui contratto di lavoro è scaduto il 31 dicembre, e che attendono la definizione di alcuni aspetti burocratici per firmare il nuovo cont..

    Continua a Leggere

  • Monreale, domani Ted Formazione a Casa Cultura presenta le opportunità per chi termina la terza media

    Editoriali

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Ted, la scuola dei mestieri, presenta ai monrealesi i propri corsi di formazione professionale che saranno attivati anche per il prossimo anno scolastico a Monreale e presso le altre sedi della provincia di Palermo di Carini, Corleone, Misilmeri, Belmonte Mezzagno e Paler..

    Continua a Leggere

  • I carabinieri ispezionano numerose aziende, 39 irregolari e 119 lavoratori in nero

    Editoriali

    Palermo, 19 gennaio 2018 - Il nucleo operativo del gruppo carabinieri per la tutela del lavoro ed i nuclei carabinieri ispettorato del lavoro, hanno effettuato, su tutto il territorio siciliano, una serie di ispezioni nei confronti di aziende edili, a..

    Continua a Leggere

  • Circolare da soli su strada. Al P. Novelli simulato un percorso stradale con segnaletica, strisce pedonali, limiti e divieti

    Editoriali

    Monreale, 19 gennaio 2018 - La strada è di tutti… è il luogo dove convergono le vite, le esperienze, i bisogni e le necessità di ogni individuo. Lo "strumento prioritario" che ci permette di muoverci, di scoprire il mondo, di incontrarci, di intrecciare il cammino tra simili. R..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    Acquapark Monreale