Oggi è 16/01/2019

Editoriali

Contrafatto: “Un passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”

L’Ass. Regionale ai Rifiuti critica il funzionamento della società e dichiara: “Attendiamo segnali concreti di cambiamento anche da parte dei Comuni, la cui condotta ha portato al fallimento dell’ATO”

Pubblicato il 9 febbraio 2015

Contrafatto: “Un passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”

L’assessore Vania Contrafatto, magistrato in aspettativa, parlando del fallimento dell’Alto Belice Ambiente, in una nota del 1 febbraio aveva sottolineato la necessità di accertare tutte le responsabilità amministrative, “anche di chi non ha vigilato affinché non si arrivasse a questo punto”. A distanza di poche ore il furto di pc e documenti presso la sede dell’Alto Belice Ambiente.

L’abbiamo sentita: “La vicenda dell’Alto Belice Ambiente è emblematica di come, in questi anni, il sistema degli ATO abbia funzionato male. Se oggi siamo vicini a una soluzione, lo si deve solo alla buona volontà dei lavoratori e all’intervento della Regione che si è fatta carico del problema nel tentativo di salvaguardare il servizio strapagato dai cittadini e i livelli occupazionali”.

L’assessore, espressione in giunta regionale del Partito Democratico, lancia un messaggio politico forte: “Attendiamo segnali concreti di cambiamento anche da parte dei Comuni, la cui condotta ha portato al fallimento dell’ATO, e sarebbe bene cominciare con il passo indietro di chi ha provocato l’emergenza in cui ci ritroviamo ancora oggi e di cui sono i siciliani a pagare le spese”.

Durante un acceso consiglio comunale del 27 marzo 2013, l’allora primo cittadino di Monreale, l’avv. Filippo Di Matteo, aveva dichiarato di avere denunciato in Procura comportamenti apparentemente illeciti nella gestione dell’ATO.

“La politica vi ha portato nel fosso”, aveva recentemente detto il sindaco Capizzi ai lavoratori accorsi in aula durante il consiglio comunale del 3 febbraio 2015. Ed è da questa affermazione che anche la politica oggi deve interrogarsi ed agire, traendo le dovute conseguenze, avviando un processo politico e prendendo le distanze dai responsabili di una gestione scellerata della società.

La storia dell’Alto Belice Ambiente merita un’analisi che la classe politica monrealese non può esimersi dal fare. Dalla voce autorevole del primo cittadino è arrivata la conferma di quanto i cittadini/contribuenti monrealesi vadano sospettando da tanti anni. L’elevato numero di dipendenti della società Alto Belice Ambiente è sempre stato additato come una delle cause dell’eccessivo costo del servizio. Il sindaco ci informa che tra gli amministrativi della società ci sono profili con redditi superiori ai 3.500 euro mensili, e che il comune di Monreale, con la nascita degli ARO, dovrà, o, sarebbe meglio dire, è disposto a prenderne in carico almeno altri 14, in eccesso rispetto alle necessità della gestione, ed il cui costo graverà ancora sulle tasche dei cittadini.

Capizzi lascia pensare che tra i principali responsabili del fallimento della società ci siano gli ex amministratori dell’ABA che, nata nel 2003, ebbe come presidenti l’ex sindaco di Monreale Salvino Caputo, prima, e la prof.ssa Lea Giangrande (moglie del sindaco Toti Gullo, oggi suo capogruppo in consiglio comunale), dopo. E parla di assunzioni eccessive avvenute per chiamata diretta, scatti di livello anomali, probabili illeciti amministrativi.

L’assessore Contrafatto invoca un passo indietro. Invece il rischio è di assistere ad un fuoco di paglia e che nessuno venga chiamato a rispondere dei propri errori da parte di forze politiche forse troppo distratte dall’urgenza di trovare una soluzione occupazionale per i lavoratori. Se si dovesse, come si spera, giungere a breve a questa soluzione, si cercherà di stendere un velo sul passato, offuscato dai brindisi al futuro dei lavoratori.

Perché se di responsabilità politiche si vuole parlare, allora sappiamo che queste sono molto diffuse, perché, riprendendo le parole della Contrafatto, andrebbero estese anche a coloro che, pur potendo, non hanno vigilato. Nell’ultimo decennio, tanti, della classe politica monrealese, hanno preferito chiudere gli occhi e tapparsi le orecchie di fronte alle denunce isolate e all’evidenza di una gestione “discutibile” che ha portato alla disperazione decine e decine di famiglie, oltre ad avere eroso ingiustamente le tasche di tutti i cittadini monrealesi.

Da questa classe politica dobbiamo aspettarci un passo indietro?

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Quartiere Carmine, tentato furto di rame. Staccata la grondaia della chiesa

    Editoriali

    [gallery ids="89086,89085,89084"] Monreale, 15 gennaio 2019 -I ladri sono riusciti solo a staccare la grondaia ma non l'hanno portata via. Ancora una volta per pochi euro nel cuore della città avviene una manomissione ad un impianto pubblico. Un tentato furto di rame è avvenuto nel weekend all'..

    Continua a Leggere

  • L’assessore Potenza incontra i dirigenti scolastici. Stilato il calendario delle iniziative

    Editoriali

    Monreale, 15 gennaio 2019 - Si è svolto stamane in Sala Rossa un primo incontro, promosso dall’assessore alla Pubblica Istruzione Serena Potenza, con i Dirigenti Scolastici degli istituti monrealesi, che ha avuto come obiettivo la programmazione di alcune iniziative sulla legalità, ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, previsto taglio alla retta degli asili nido. Il Comune riceve un contributo dalla regione

    Editoriali

    Monreale, 15 gennaio 2019 - In arrivo un contributo di € 75.373,20 per il comune di Monreale. A beneficiarne saranno le famiglie con bambini iscritti agli asili nido. Il contributo, previsto dall’Avviso approvato dalla Regione Siciliana, è infatti finalizzato a sostenere la spesa per la gestion..

    Continua a Leggere

  • Via Ruffo di Calabria, conclusi i lavori. La strada è riaperta al transito

    Editoriali

    Palermo, 15 gennaio 2019 - Intorno alle 13,00 è stata riaperta al transito Via Ruffo di Calabria. L’arteria stradale che collega Palermo con San Martino delle Scale, evitando l’attraversamento di Boccadifalco, era stata chiusa dopo il crollo del muro.  La messa in sicurezza della strada..

    Continua a Leggere

  • Terrasini. Ritrovato il corpo senza vita di Anthony Cascino, il ragazzo travolto dalle onde

    Editoriali

    Terrasini, 15 gennaio 2019 - È stato trovato in questi minuti il corpo del giovane di Villabate, Anthony Cascino, che questa mattina è stato travolto da un’onda mentre stava pescando, assieme ad un amico, su uno scoglio di fronte all’hotel Perla del Golfo di Terrasini. Questa mattina si era..

    Continua a Leggere

  • Finanziaria regionale. Abolizione certificato medico entro i cinque giorni di assenza a scuola, biglietti gratuiti dell’AST per studenti universitari, forze dell’ordine e disabili

    Editoriali

    Palermo, 15 gennaio 2019 - Collegato ai nastri di partenza all’Assemblea regionale siciliana. La giunta Musumeci ha approvato domenica scorsa i quattro disegni di legge di cui uno generale, che comprende 17 articoli, e che è stato trasmesso ieri all’Ars e che transiterà dalla ..

    Continua a Leggere

  • Differenziata al palo. Roccamena in coda alla classifica dei comuni

    Editoriali

    Roccamena, 15 gennaio 2019 - Il comune di Roccamena vanta un triste primato. È tra i comuni siciliani meno virtuosi per quanto riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti. Tiene la posizione numero 348 su 390. Gli ultimi dati, aggiornati ad ottobre dello scorso anno, parlano di una raccolta d..

    Continua a Leggere

  • Ricordare tutte le vittime di mafia, un obbligo morale per chi si occupa dell’educazione e della formazione dei ragazzi

    Editoriali

    Monreale, 15 gennaio 2019 - Uno dei più importanti doveri civili e morali di una società che suole identificarsi nei principi della Costituzione e della Legalità, non solo come fonti teoriche, a volte un po' astratte, ma come pratica reale e quotidiana, generalizzata ad ogni contesto sociale, è ..

    Continua a Leggere

  • Operatore del benessere e operatore della ristorazione, meccanico e segretaria d’azienda, ristorazione e preparazione del sushi. Open Day dell’Associazione Ted

    Editoriali

    [gallery ids="88948,88949,88950,88951,88952,88953,88954,88955,88956,88957,88958,88959,88960"]   https://www.facebook.com/tedformazioneprofessionale/videos/353949572091693/ Monreale, 15 gennaio 2019 - Giovedì 17 gennaio dalle ore 9.00  al..

    Continua a Leggere

  • Pascucci: «Voglio ricordare alla famiglia Riina che Corleone non è più “Cosa Loro”. Le regole vanno rispettate e non interpretate»

    Editoriali

    Corleone, 14 gennaio 2018 – Non si placano le polemiche intorno alla scelta di Lucia, la figlia di Totò Riina, di aprire un ristorante a Parigi richiamando nell’insegna il nome del padre e del comune di Corleone. “Corleone by Lucia Riina”, si leggeva sull'insegna del locale. Un’operazione..

    Continua a Leggere

  • Via Ruffo di Calabria. Domani al via i lavori di messa in sicurezza

    Editoriali

    Palermo, 14 gennaio 2019 - Cominceranno domattina i lavori per abbattere il muro pericolante di via Ruffo di Calabria, l’arteria stradale che collega Palermo con San Martino delle Scale, evitando l’attraversamento di Boccadifalco. L’avvio dei lavori è stato stabilito con una ordinanza del com..

    Continua a Leggere

  • Sindrome della morte in culla? L’ipotesi più accreditata sulla causa della morte della neonata di San Cipirello. Indagati i genitori

    Editoriali

    Monreale, 14 gennaio 2019 - Sarà l’autopsia disposta dal magistrato per questa mattina a stabilire se la neonata di San Cipirello sia deceduta a causa della sindrome della morte in culla (Sids), al momento la tesi più accreditata, o per altre ca..

    Continua a Leggere

  • Altofonte. Giuseppe Marfia da sette mesi in attesa delle motivazioni della Corte di Cassazione. Ne aveva annullato la condanna disponendo un nuovo giudizio

    Editoriali

    Altofonte, 14 gennaio 2019 - Risale a circa un mese fa la notizia della liberazione di Giuseppe Marfia, presunto boss di Altofonte che otto mesi fa si è visto annullare dalla Corte di Cassazione la sentenza di condanna al 416 bis per ..

    Continua a Leggere

  • Volley, altra doppietta vincente per la Primula

    Editoriali

    Monreale, 13 gennaio 2019 - Ancora una giornata di volley doppiamente positiva per la Primula che è tornata vittoriosa da entrambe le trasferte della Serie D e della Seconda Divisione in programma in questa uggiosa e fredda domenica di gennaio. Alle ore 12 in casa della GECAP è stato fischiato ..

    Continua a Leggere

  • Ritrovato dai Carabinieri e consegnato ai proprietari Masha, l’esemplare di Husky

    Editoriali

    Monreale, 13 gennaio 2019 - È stata ritrovata Masha, il cane Husky smarrito ieri mattina, intorno alle 09,00, quando si era allontanata dall’abitazione dei proprietari.  Subito era partito un tam tam sui social network per ritrovarla. Oggi il can..

    Continua a Leggere

  • “La nostra terra”, nasce il Movimento politico di Alberto Arcidiacono e Luigi D’Eliseo

    Editoriali

    Monreale, 13 gennaio 2019 - È stata ufficializzata la nascita del Movimento politico che vede portavoci Alberto Arcidiacono, probabile candidato sindaco alle prossime amministrative, e Luigi D’Eliseo. “La nostra terra” è il nome del movimento, “Una aggregazione composita - si spiega nel..

    Continua a Leggere

  • Tragedia a San Cipirello. Una bimba di due mesi muore in casa. La magistratura avvia un’indagine

    Editoriali

    San Cipirello, 13 gennaio 2019 - Tragedia a San Cipirello. Una bambina di soli due mesi ha perso la vita. La scorsa notta i genitori della bimba hanno visto del sangue uscire dal naso. Hanno quindi allertato i sanitari del 118 che hanno verificato la gravità della situazione. I sanitari hanno prova..

    Continua a Leggere

  • Galleria Civica “Giuseppe Sciortino”. Al via il restyling

    Editoriali

    Monreale, 13 gennaio 2019 - É stata inaugurata ieri sera alla presenza di numerosi ospiti, presidenti di associazioni culturali e di rappresentanti del mondo della cultura, il nuovo allestimento della Galleria Civica “Giuseppe Sciortino” che contiene i quadri delle Donazioni “Posabella”. ..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com