ABA. I sindaci chiedono un taglio di 2 milioni. Trattativa in corso. Nessun accordo uscito dal tavolo aperto presso il Dipartimento Rifiuti

acqua park

Monreale, 9 febbraio – Si è tenuto questo pomeriggio il tavolo tecnico presso il Dipartimento ai Rifiuti della Regione Siciliana per trattare la questione relativa al passaggio dei 276 dipendenti dell’Alto Belice Ambiente alla società “Belice Impianti” s.r.l..

Intorno al tavolo il Presidente della SRR, l’avv. Filippo Di Matteo, il Commissario Straordinario dell’ABA, l’arch. Giuseppe Taverna, quasi tutti i sindaci dei comuni soci dell’ABA e le rappresentanze sindacali, sia regionali che aziendali.

Al centro della discussione il taglio dei costi del personale. I sindaci hanno espresso alle organizzazioni sindacali l’esigenza di giungere ad un risparmio di circa 2 milioni di euro, a partire dal 2015.

Le rappresentanze sindacali hanno mostrato tutta la loro disponibilità per giungere ad una positiva conclusione della trattativa, mostrandosi propensi ad accogliere le richieste dei primi cittadini, scontrandosi però con la difficoltà di trovare delle soluzioni praticabili.

Queste le ipotesi al vaglio:

La riassunzione dei dipendenti non secondo gli attuali profili, bensì secondo quelli della prima assunzione all’ABA, condizione che comporterebbe per alcuni lavoratori una retrocessione finanche di 4/5 livelli, con un risparmio quantificato in circa 850.000 € per la società.

Il passaggio di alcuni dipendenti al part-time, con un risparmio stimato in circa 500.000 €.

La rinuncia ad istituti contrattuali, quali la quattordicesima, per il primo anno.

Da valutare però la fattibilità di queste proposte. Alcune di queste condizioni contrattuali non sarebbero oggetto di trattativa di secondo livello, fanno notare i sindacati.

Inoltre, retrocedere il profilo professionale di alcuni dipendenti svuoterebbe la società di alcune figure essenziali per lo svolgimento di taluni servizi.

Ma l’aspetto forse più importante emerso dal confronto è che, ammessa e non concessa la fattibilità di queste proposte, non si riuscirebbe comunque a conseguire il risparmio richiesto dai comuni.

Dall’incontro di oggi quindi non si è giunti a nessun accordo. La riunione è stata sospesa in serata e rinviata a mercoledì pomeriggio.

Intanto a breve verranno avviate le procedure di licenziamento collettivo per i 276 dipendenti dell’ABA. Sono infatti arrivate le lettere inviate dalla curatela per comunicare l’avvenuto licenziamento. Per Venerdì 13 è previsto l’incontro tra il curatore fallimentare e i sindacati.

 

 

 

 

 

 

PAMM89401N

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale