Alto Belice Ambiente. Furto in sede. Solo ieri l’Ass. Contrafatto dichiarava di volere accertare tutte le responsabilità amministrative

acqua park

Monreale, 2 febbraio – Tra sabato e la notte scorsa la sede legale dell’Alto Belice Ambiente è stata presa di mira da alcuni criminali.

Non sembra possa trattarsi di una semplice operazione vandalica, ma di una spedizione mirata con un obiettivo ben preciso. Da una prima ricognizione sembra infatti che l’interesse dei malviventi sia stato orientato verso i computer, e nei confronti di alcuni in particolare. Dalle indiscrezioni trapelate dagli uffici, solamente 2 essi non sono stati toccati. Inoltre non sembrano essere stati trafugati documenti.

Da questa mattina i carabinieri sono al lavoro per scoprire le dinamiche della vicenda.

Un aiuto all’indagine potrebbe provenire dalle riprese effettuate dall’impianto di videosorveglianza a circuito chiuso di cui la struttura è dotata.

Solo ieri l’Assessore regionale ai rifiuti, dott.ssa Vania Contrafatto, dichiarava di volere accertare tutte le responsabilità amministrative e di volere avviare un’indagine anche su chi non ha vigilato affinché non si arrivasse a questo punto.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale