Mimmo Gelsomino: sulla questione ATO, l’avv. Troìa dimentica l’amministrazione Di Matteo

Immobiliare Max

Monreale, 1 Febbraio. Il vice presidente del consiglio comunale della nostra città, Mimmo Gelsomino, interviene sulla questione relativa all’emergenza rifiuti derivante dal fallimento dell’ATO PA2, rispondendo alle dichiarazioni ed alle critiche che nei giorni scorsi si sono sollevate, da più fronti, in merito alle azioni dell’amministrazione guidata da Piero Capizzi.

Il consigliere Gelsomino, è in forza ad Alternativa Civica, partito che, insieme al PD, siede fra gli scranni della maggioranza, appoggiando l’attuale amministrazione.

Nelle sue dichiarazioni, il vice presidente del consiglio, risponde in particolar modo alle affermazioni del segretario cittadino del PDR, Francesco Troìa, secondo cui “unica causa del fallimento ATO 2 sono decenni di mala politica durante i quali il sindaco Capizzi è stato protagonista assieme al suo mentore dott. Toti Gullo”.

Nello specifico, Gelsomino ricorda all’avv. Troìa come fra l’amministrazione Gullo e quella Capizzi sia intercorsa l’amministrazione di Filippo Di Matteo, che, sempre secondo il vice presidente del consiglio comunale, lo stesso Troìa sosteneva.

“Vorrei fare alcune considerazioni, in riferimento alle affermazioni fatte dall’avv. Troìa e pubblicate dalla vostra testata il 29 Gennaio scorso”, esordisce infatti Gelsomino.

“È vero che Monrele sta vivendo momenti poco felici riguardo l’emergenza rifiuti, che sta affliggendo un po’ tutti quanti noi cittadini, è vero che il primo cittadino deve darsi da fare (e lo sta facendo) per risolvere i problemi della nostra città, e sono anche d’accordo che una delle cause che ha portato al fallimento dell’ATO PA2 sia riscontrabile nella mala politica degli ultimi anni, ma non capisco come mai solo adesso l’avvocato Troìa si trovi disposto al confronto politico cui, in ogni caso, non volgiamo sottrarci e che in occasione del prossimo consiglio comunale di martedì, si potrebbe attuare.

Vorrei ricordare al segretario cittadino del PDR che la passata amministrazione, di cui l’avvocato Troìa era sostenitore, per ben cinque lunghi anni vedeva come sindaco l’avv. Filippo Di Matteo, come presidente dell’ATO l’avv. Salvino Caputo e come presidente del consiglio comunale l’ingegnere Alberto Arcidiacono.

Non capisco come mai l’interesse a risolvere i problemi della nostra città stiano venendo solo adesso, e non quando i suoi mentori, per usare lo stesso vocabolo che lui usa, potevano dargli la possibilità di sfruttare tutte le sue potenzialità per risolvere i problemi che ci stanno affliggendo.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale