Parcheggio dinanzi le scuole: un appello al buon senso degli operatori pubblici e al rispetto degli obblighi da parte degli automobilisti

0
tusa big

Monreale, 19 gennaio – L’utilizzo frequente di determinati termini, probabilmente, ci porta a dimenticare l’effettivo significato, a volte intrinseco, degli stessi. Attribuendo, volontariamente o involontariamente, accezioni negative a delle parole che di negativo hanno ben poco.

Una parola, che per cause diverse, non gode da tempo di un’accezione del tutto positiva è l’Istituzione; essaè una configurazione organizzata direlazioni sociali giuridicamentee storicamente orientata, il cui fine è di garantire la conservazione e l’attuazione di normeo attività sociali e giuridiche – stabilite tra l’individuoe la società o tra l’individuo e lo Stato – sottratte all’arbitrio individuale e all’arbitrio del potere in generale. Analizzando il significato, una delle cose che salta subito all’occhio (oltre all’arbitrio del potere e all’arbitrio individuale) è che si tratta di un ente organizzato di relazioni sociali.

Ebbene, in un periodo in cui la fiducia nelle Istituzioni non è all’apice, tutte le figure coinvolte nell’Amministrazione Pubblica dovrebbero fare uno sforzo in più per riconquistare credibilità nei confronti del cittadino. Così come le aziende private in momenti di risultati negativi chiedono il massimo in ottica di customer satisfaction, anche il pubblico dovrebbe puntare alla soddisfazione del “cliente”di riferimento!

Se Monreale non dispone di parcheggi abbondanti o vicini nei pressi delle scuole, il vigile o ausiliare di turno può adempiere ai suoi doveri, anche, andando incontro alle necessità dei genitori e dei bambini, senza penalizzarli.  Cercando, in maniera non ultima, di mescolare la professionalità con gli “ingredienti” del buon senso, della flessibilità e della tolleranza, in considerazione di una carenza strutturale e infrastrutturale. Giornalmente alcuni genitori devono fare i conti con uno stress non indifferente: posteggiare nei pressi delle scuole.

Instaurando rapporti socialmente utili si accorciano le distanze e si rafforzano i rapporti tra cittadino e Pubblica Amministrazione: non sarà né una multa né un divieto non rispettato a sanare una carenza. Ricordiamoci che le Istituzioni nascono perché rispondono a bisogni ed esigenze sociali! In un periodo in cui il tempo è sempre poco mentre le difficoltà e le necessità sono diverse è fondamentale la collaborazione!

In considerazione al contesto di riferimento, la teoria più appropriata sembra essere quella del sociologo Talcott Parsons; egli assimila la società a un sistema che per sopravvivere e conservarsi deve soddisfare quattro essenziali requisiti ‒ oimperativi funzionali‒ fondamentali: deve porsi precisi fini (politica); deve adattare i mezzi ai fini (economia); deve regolare i rapporti tra le sue parti (giurisprudenza); deve conservare nel tempo i suoi orientamenti di fondo (cultura).

Alla luce dello spazio di cui la cittadina normanna dispone e delle necessità di tutti quei genitori, che per impegni vari non hanno sempre il tempo necessario per trovare un parcheggio, un tabacchi o una macchina per acquistare la scheda, si fa appello al buon senso e alla tolleranza degli operatori pubblici quanto al rispetto degli obblighi da parte degli automobilisti.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com