Sessione di bilancio: il consiglio comunale approva le proposte dell’amministrazione

0
Araba Fenice desk

Monreale, 29 Dicembre. Si è svolto oggi pomeriggio il consiglio comunale che ha trattato le questioni inerenti la sessione di bilancio, in particolare il bilancio di previsione 2014, il bilancio pluriennale 2014/2016 e la relazione previsionale e programmatica 2014/2016.

La proposta deliberativa dell’amministrazione è stata approvata, stante 24 consiglieri in aula, con 17 voti favorevoli, 4 contrari e 3 astenuti.

“Un grande risultato, fondamentale per il destino della città di Monreale”, dichiara l’assessore Sandro Russo.

“In relazione agli impegni presi in merito al piano di riequilibrio pluriennale, la nostra attività è stata incentrata prevalentemente alla verifica, al rispetto, ed all’armonizzazione del bilancio di previsione con le quote inserite nel piano di riequilibrio pluriennale e quindi alla sua approvazione”.

Come annunciato, un lungo dibattito ha introdotto la votazione della proposta, con i consiglieri comunali dell’opposizione che hanno posto, in apertura di discussione, alcune questioni pregiudiziali poi messe in votazione e non approvate dal consiglio stesso.

Due in particolare i consiglieri a presentare le questioni.

Il consigliere Romanotto, dopo l’intervento del consigliere Giuliano che chiedeva attestazione scritta del rispetto dei tempi previsti dal regolamento di contabilità, ha ricostruito l’iter seguito dalla sessione di bilancio, fin dalla presentazione in commissione, il 16 Dicembre scorso. Per il consigliere non sono stati rispettati i tempi che il regolamento prescrive per la presentazione e l’esame degli emendamenti, oltre alla presenza di numerosi errori nella relazione dell’organo di revisione e nello stesso bilancio di previsione.

Dello stesso avviso Fabio Costantini, del M5S monrealese, che alle rimostranze manifestate da Romanotto ha aggiunto l’osservazione secondo cui mancano, fra le voci del bilancio, alcuni capitoli che per legge vanno inseriti.

Costantini ha inserito, nella sua questione pregiudiziale, anche un appunto riguardante il mancato invio ai consiglieri ed alla commissione bilancio dell’emendamento tecnico formulato in corredo al bilancio di previsione.

Nella discussione susseguente, il Presidente del Consiglio Giuseppe Di Verde ha sottolineato la presenza agli atti del suddetto emendamento, come dimostra il protocollo generale apposto sullo stesso. Costantini ha ribadito come la presenza del protocollo generale non attesti l’avvenuto invio ai consiglieri, che a suo dire avrebbero votato un atto senza averne preso visione.

Un’altra voce dai banchi dell’opposizione, quella del consigliere Vittorino, ha posto l’accento sulla mancata presenza in aula dell’esperto del Sindaco in materie economiche, chiedendosi se sia il caso di continuare il rapporto di collaborazione fra lo stesso e l’amministrazione comunale.

Il Sindaco di Monreale, Piero Capizzi, ha risposto alle critiche dell’opposizione, sottolineando come l’invio degli emendamenti alla posta elettronica certificata del Segretario Generale, così come hanno fatto i consiglieri d’opposizione, non rispetti la procedura da seguire, contemporaneamente rimarcando come invece l’operato e l’iter seguito dall’amministrazione comunale sia, sotto ogni punto di vista, corretto.

Capizzi ha invitato i consiglieri d’opposizione, qualora dovessero ravvisare irregolarità, a rivolgersi agli organi competenti.

Fra le fila della maggioranza, gli interventi del consigliere Barna, che ha esposto il parere positivo della commissione bilancio sul bilancio di previsione 2014, e del consigliere Di Benedetto, che ha ricostruito la seduta di commissione bilancio del 27 Dicembre scorso, asserendo che era stato in quella sede chiesto ai consiglieri Costantini e Romanotto di presentare gli emendamenti. A ciò i due consiglieri hanno risposto sottolineando l’irregolarità di un’eventuale presentazione in quel contesto, dato che gli emendamenti devono essere protocollati e esaminati alla presenza del segretario generale.

Agli interventi dei consiglieri Barna e Di Benedetto si sono aggiunti, in sede di votazione, le dichiarazioni di voto dei capigruppo di maggioranza, Gullo e Davì, che hanno dichiarato entrambi i gruppi favorevoli alla proposta deliberativa e contrari alle questioni pregiudiziali poste dall’opposizione.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com