L’evento di Hryo per il 66° Anniversario della Dichiarazione Universale Diritti dell’uomo

0
tusa big

Palermo, 9 dicembre – Una conferenza, una biblioteca vivente, una tavola tonda, un aperitivo multilingua e tanta musica. È questo il programma de “La mia terra è dove poggio i miei piedi”, la giornata che si svolgerà domani, mercoledì 10 dicembre, da Moltivolti (via M. Puglia 21) e organizzata in occasione del 66° anniversario della dichiarazione universale dei diritti umani, il primo documento che sancisce universalmente, in 30 articoli, i diritti che spettano all’essere umano firmato a Parigi nel 1948. “Per il sesto anno consecutivo offriamo l’occasione alla città di Palermo di soffermarsi un momento a riflettere sul valore fondamentale dei diritti”: dice Marco Farina, presidente dell’associazione di Monreale Hryo ed ente capofila dell’organizzazione della giornata – Il riconoscimento e la valorizzazione di questi dovrebbero essere il punto di riferimento di tutte le Istituzioni ed associazioni”.

Si inizierà alle 10 con “Mobility & Human Rights”, un incontro per parlare del fenomeno migratorio in Europa e di seconde generazioni. All’incontro interverranno Fulvio Vassallo Paleologo, docente di Diritto d’Asilo dell’Università degli Studi di Palermo, e Stefano Edward, presidente dell’associazione Giovani Tamil Sez. di Palermo. La mattina sarà anche l’occasione per presentare al pubblico “Il Mondo Fuori”, la nuova testa giornalistica nata con lo scopo di dar voce ai flussi di migranti in entrata e in uscita dall’Italia.

Dopo la pausa pranzo, dalle 15 e fino alle 17, si ricomincia con la Biblioteca Vivente: una raccolta di libri fatta di persone in carne ed ossa che, se scelti, racconteranno ai “lettori” la propria esperienza di vita caratterizzata da discriminazioni, subite perché appartenenti ad alcune minoranza. “Sfruttamento lavorativo e ricatto sessuale. Quali alternative possibili per le donne rumene nelle campagne del Ragusano?” è invece il tema della tavola tonda che inizierà alle 17. Un appuntamento che vedrà protagonisti Mariangela Di Gangi di Laboratorio ZEN Insieme, Letizia Palumbo, ricercatrice dell’Università degli Studi di Palermo ed Umberto Di Maggio di Libera Sicilia. Durante l’aperitivo invece si potrà mettere alla prova le proprie capacità linguistiche: saranno infatti allestiti dei tavoli dove si potrà parlare in inglese, francese e spagnolo. Dalle 22 in poi la musica sarà a cura di dJ aJde!

L’organizzazione dell’evento vede anche la partecipazione delle associazioni CEIPES e Forme.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com