Stipendi ATO. Norrito: “Pagherò gli stipendi appena avrò le somme”

0
tusa big

E’ di ieri la dichiarazione del sindaco di Monreale Piero Capizzi relativa alla liquidazione di 250.000,00 € nei confronti dell’ATO, che faceva ben sperare sulla possibilità che il commissario straordinario dell’Ente, Ing. Maurizio Norrito, “girasse” queste somme ai dipendenti per pagare lo stipendio di ottobre. I dipendenti dell’ATO attendono le retribuzioni di settembre, di ottobre e di novembre, con la sola eccezione di quelli che operano nei comuni di Piana degli Albanesi, Monreale e Roccamena, che hanno ricevuto le spettanze di settembre.        

La Sezione Fallimentare del Tribunale di Palermo il 21 novembre, riunita in Camera di Consiglio, aveva autorizzato il Commissario Straordinario dell’ATO al pagamento dello stipendio e dei relativi oneri previdenziali e assistenziali del mese di Ottobre 2014.

In data 28/11/2014 il tribunale civile di Palermo, sezione esecuzioni civili, ha dichiarato l’improcedibilità dell’esecuzione del pignoramento AMIA per i cinque comuni (Camporeale, Monreale, Altofonte, San Giuseppe Jato e San Cipirello)

In questo modo i versamenti dei comuni non verranno aggrediti dal pignoramento dell’AMIA in capo all’ATO. Per tutti gli altri comuni soci dell’ATO, la competenza è del Tribunale di Termini Imerese che si dovrebbe pronunciare il 20 gennaio. Però, facendo riferimento all’articolo 168 della legge fallimentare, che vieta ai creditori di effettuare azioni esecutive nei confronti della società insolvente, anche gli altri comuni dovrebbero versare lunedì le somme dovute all’ATO.

Il Responsabile Economico e Finanziario dell’ATO, Rag. Taormina, ha conseguentemente emesso le fatture nei confronti dei comuni soci. Ma, in una lettera inviata ai sindaci, Norrito ha evidenziato come gli emolumenti nei confronti di tutto il personale potranno essere pagati solo quando tutti i comuni pro quota avranno provveduto a versare le somme per potere garantire i pagamenti. Il commissario giudiziale Liguori ha vietato che i versamenti di un singolo comune potessero essere utilizzati per pagare i dipendenti di competenza, procedura finora adottata. Qualsiasi somma versata dai comuni va distribuita su tutti i dipendenti dell’ATO.

La somma per stipendi e relativi oneri previdenziali di tutti i dipendenti dell’ATO per il mese di ottobre ammonta a circa 825.000 euro.

La fattura di acconto presentata dall’ATO al comune di Monreale è di € 350.000,00, a fronte di una quota mensile media superiore a € 500.000,00. (Il budget annuale presentato dall’ATO è di circa € 6.400.000, il comune ne ha riconosciuto circa € 6.090.000). La somma di € 250.000,00 versata dal comune risulta quindi insufficiente a coprire la propria quota di stipendi di ottobre.

Norrito, interpellato da Filo Diretto, ha risposto con un lapidario “Pagherò gli stipendi appena avrò le somme”.

Lo scenario più ottimistico prevede che a breve Norrito procederà al pagamento degli stipendi, in parte, o in toto, se avrà altri fondi in cassa sui quali attingere.

Il Tribunale di Palermo ha specificato che, nel caso in cui le somme disponibili non dovessero essere sufficienti ad effettuare il pagamento integrale sia dello stipendio che dei relativi oneri, il commissario Straordinario dovrà “corrispondere acconti con relativo versamento degli oneri, diffidandolo dal pagamento dei primi senza il versamento contestuale dei secondi”. In che significa che se in cassa ci saranno fondi per stipendi e oneri bene, altrimenti verrà pagata solo una parte dello stipendio più relativi oneri.

Inoltre, nella lettera inviata dal commissario straordinario Norrito al commissario giudiziale Liguori per chiedere lo sblocco delle somme avvenuto a seguito della sentenza di insolvenza, si precisava come ancora non fossero stati versati oneri previdenziali per i mesi di Maggio (€ 153.811), di Giugno (€ 581.509), di Luglio (€ 332.505) di Agosto (€ 428.792). Cifre importanti che potrebbero erodere eventuali futuri versamenti da parte dei comuni.

Il comune di Monreale da solo incide per circa il 50% dei costi che l’ATO deve coprire per tutto l’Ambito territoriale che serve 17 comuni.

Il debito di Monreale, per il solo 2014, si aggira intorno ai 2.000.000 €. Ne consegue che se non si riesce a sanare questa cronicità la questione stipendi non potrà che ripetersi ogni mese.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com