C’è la firma di Crocetta, rientra per il momento l’emergenza rifiuti

0
tusa big

Palermo, 28 novembre – E’ di pochi minuti fa la la firma del Governatore della Regione Siciliana Crocetta sull’ordinanza che mette fine, almeno per il momento, l’emergenza rifiuti scattata in questi giorni in seguito alla chiusura della discarica di Siciliana. Crocetta chiederà al Presidente del Consiglio Matteo Renzi la dichiarazione di stato di emergenza.

Crocetta ordina il trasferimento a Gela, Bellolampo, Trapani, Sciacca, Castellana Sicula, Lentini e Misterbianco dei rifiuti che fino a ieri erano portati nella discarica di Siculiana.

“La decisione – annuncia il direttore del dipartimento Rifiuti Domenico Armenio – sarà in vigore da domani e dovrebbe permettere di limitare i disservizi nella raccolta”. Anche se alla Regione non escludono brevi interruzioni del servizio.

“Con un’ordinanza predisposta dal direttore generale Acqua e rifiuti, ing. Armenio, – afferma una nota della Regione – il presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha disposto il piano straordinario di emergenza rifiuti dopo i provvedimenti che hanno interessato la discarica Oikos di Motta Santa Anastasia  e Tirreno Ambiente di Mazzarà  e la chiusura della Catanzaro di Siculiana. Il piano prevede l’utilizzo per 30 giorni di  tutte le discariche disponibili attualmente in Sicilia, conferendo quantitativi sopportabili”.

Crocetta è intenzionato a chiedere la dichiarazione di stato di emergenza alla presidenza del Consiglio per potere compiere in modo veloce tutti gli atti necessari alla realizzazione di un piano di investimenti che riorganizzi l’intero settore. Per il presidente “è indispensabile accelerare l’incremento della differenziata e l’apertura di discariche pubbliche in alternativa a quelle private“.

 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com