“Non sei sola”. In un cortometraggio il dramma della violenza sulle donne

0
tusa big

Monreale, 25 novembre – Si è tenuto questa mattina, presso la Galleria Civica di Monreale, la proiezione del cortometraggio “Non sei sola”. Un film forte, intenso, duro. Girato a Palermo, affronta il difficile tema della violenza contro le donne. Mogli vittime della violenza fisica e psicologica dei mariti, ma anche ragazze vittime dei propri fidanzati o pretendenti.

La sopportazione, la negazione, la solitudine, la sofferenza delle vittime, i riflessi sugli altri componenti della famiglia, ma anche le difficoltà degli operatori chiamati ad intervenire e ad affrontare  casi difficili.

Prodotto dall’”Accademia dei Talenti”, è stato presentato dalla regista Simona D’Angelo, presidente dell’Accademia: “Abbiamo coinvolto un cast di 30 attori, tra ragazzi e adulti, che hanno partecipato al nostro laboratorio teatrale e cinematografico. I temi che trattiamo sono quelli sociali. Abbiamo fatto un film sul bullismo, questo sulla violenza contro le donne e ne abbiamo uno in itinere sulle conseguenze del gioco d’azzardo”.

La protagonista del lungometraggio, Rosalba Pesco, monrealese, docente di scienze presso l’istituto Emanuele Armaforte di Altofonte, ha spiegato come il messaggio del film è senz’altro positivo: “Grazie alla denuncia si può cominciare un percorso di recupero psicologico della donna e dei bambini, a volte dell’uomo, recuperando la famiglia”.

L’evento è stato organizzato dal comune di Monreale. Presente l’assessore alla Cultura, dott. Giuseppe Cangemi: “La memoria permette il ritorno al proprio cor, la sede della coscienza. Attiva quei meccanismi mentali che permettono al ricordo di incidere sulla coscienza. Ricordare il sacrificio di donne serve a lanciare un messaggio importante. La diversità di genere è un valore. La possibilità di confrontarsi con chi è diverso è un arricchimento, non deve essere un deterrente”.

Alla proiezione presenti la psicologa Alessandra Palma, docente alla Cattolica di Monreale, autrice di due libri, sui pericoli che possono incontrare i ragazzi con la navigazione in internet e su Facebook, la dott.ssa Anna La Corte, del Centro d’Ascolto contro la violenza sulle donne che aprirà oggi pomeriggio a Monreale, e il segretario comunale Domenica Ficano.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com