A Monreale, arriva il commissario per la mancata approvazione del bilancio 2014

0
Araba Fenice desk

Monreale, 7 novembre – “Sono passate poche settimane dall’insediamento del commissario ad acta per l’esercizio provvisorio ed è già alla firma del nuovo assessore per le autonomie locali il decreto d’invio del commissario ad acta per la mancata approvazione del bilancio di previsione per l’anno 2014. Questo provvedimento è l’altra conferma che l’amministrazione Capizzi – Zuccaro a trazione PD è totalmente priva di qualsiasi capacità di programmazione in materia di predisposizione dei documenti economici e finanziari”.

A dichiararlo è Salvino Caputo, che questa mattina ha incontrato i funzionari dell’assessorato in merito alla situazione di grave crisi economico-finanziaria che investe il comune di Monreale.

“Sono passati sei mesi dalle nuove elezioni – ha continuato Caputo – e già l’amministrazione Capizzi ha collezionato il non invidiabile primato di avere subito ben due commissariamenti in così pochi mesi nonostante l’amministrazione si sia dotata a spese dei cittadini addirittura di un esperto a titolo oneroso di problemi economici-finanziari. Il documento di programmazione economica, com’è noto, doveva essere approvato entro la fine di settembre, ma a quella data nessun documento è stato predisposto né dalla giunta né inviato per l’esame al consiglio comunale.

La mancata approvazione del bilancio di previsione, secondo l’ex parlamentare regionale, non soltanto determina uno stato di paralisi del funzionamento generale dell’ente, ma addirittura, e cosa ancor più grave, in un momento in cui il Ministero dell’interno sta inviando alla Corte dei Conti nazionale il piano di riequilibrio predisposto dall’ex giunta Di Matteo, la mancata approvazione del bilancio rischia di avere effetti nefasti sulla valutazione del piano di riequilibrio da parte dei giudici contabili centrali.

“Adesso il commissario regionale – ha concluso Caputo – dopo l’insediamento dovrà diffidare sia la giunta sia il consiglio comunale ad approvare entro i termini stabiliti, il documento economico-finanziario, il che comporterà dei ritardi che non saranno facilmente colmabili entro il 2014.

Tutto questo non soltanto dimostra l’incompetenza e l’inaffidabilità di quest’amministrazione, ma espone la città a uno stato di totale immobilismo poiché la mancanza del documento finanziario blocca qualunque attività dell’ente e rischia di accelerare il processo di dichiarazione di dissesto del comune”. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com