Oggi è 25/05/2018

Cronaca

Galleria Civica di Monreale, patrimonio unico non ripetibile, che appartiene all’intera società

L’opera d’arte, patrimonio materiale e culturale, risorsa non rinnovabile

Pubblicato il 2 novembre 2014

Galleria Civica di Monreale, patrimonio unico non ripetibile, che appartiene all’intera società

Tratto dal blog “Movimento Monreale futura Città e Territorio”, dell’arch. Natale sabella, pubblichiamo uno stralcio di un articolo sulla Galleria Civica monrealese e sul valore dell’opera d’arte. L’intero articolo su questo link: Outlet. Fuori quasi tutto: giù le mani dalla galleria d’arte Sciortino.

L’opera d’arte è un bene culturale sottoposto a salvaguardia da porre in sicurezza, proteggere e tutelare.

E quindi non bisogna mai dimenticare che l’opera d’arte è una risorsa non solo non rinnovabile ma è un patrimonio materiale e culturale, un bene che per sua natura ha valenza non solo artistica e storica, ma ha un valore documentario,  simbolico, ed economico.

Natale Sabella 2La galleria civica di Monreale, con le sue collezioni, documenta la storia, ne contrassegna il periodo, illustra le qualità artistiche non solo dell’opera in se ma dell’autore, dell’autrice che l’ha generata, attraversando la dimensione temporale.

L’opera artistica esprime peculiari validità di tipo sociale, culturale, antropologiche, politico, religiose, spirituali, rafforza e alimenta ragione, animo e coscienza, stimola la capacità critica, muove forze sconosciute, incita singoli gruppi, ha la capacità di esortare masse umane, di scaldare e sedare animi, esercita la contemplazione, rigenera lo spirito.

Raffigura ambienti, luoghi, figure, volti umani, animali e antropomorfi, paesaggi e nature, corpi, evoca fantasmi, rappresenta città immaginarie, futuristiche, avveniristiche, vedute e visioni di paesaggi, geometrie e forme astratte.

Frutto della espressione di una volontà ben precisa non nata per caso, all’improvviso, e non  sempre figlia della storia, del tempo in cui è stata generata.

Generatrice di se stessa, ama la solitudine, non disdegna la compagnia, narra avvenimenti conosciuti e storie di vita, illustra fatti vissuti, altera il destino, anticipa i tempi, alle volte li scandisce o se ne sottrae restandone fuori.

Glorifica, santifica, mortifica, suscita blasfemie, alle volte impreca, diventa ipocrita, preoccupa, rappresenta forme eterogenee di culture, si esprime per simboli, ha suoi vizi e sue virtù.

La sua espressività anticipa la scrittura, coesiste in parallelo alla parola, frutto del pensiero, si manifesta in forma disegnata, con il colore, si combina con la scrittura, si materializza, si mescola e si trasforma in scultura.

Aborrisce il peccato, lo evidenzia, suscita emozioni, interpreta messaggi, esprime passioni, sentimenti, amore, disappunti, violenza, incredulità.

Codifica gestualità, anticipa insidie, diventa beffarda, accentua rancori e tensioni, placa e rasserena animi, chiarisce dubbi, li alimenta, si affida all’immagine, alla trasposizione, al simbolismo, alla rappresentazione, alla parola, al linguaggio che impersona e che rappresenta.

Sprofonda nel subconscio, fino ad elevarsi in cielo, incide sulla fede, sulle coscienze.

Altera e rafforza la mente, la condiziona, la libera, la nutre, evoca passioni, opinioni, curiosità, incredulità, conoscenza, fa impazzire di gioia, emana sublimi bellezze.

L’opera d’arte, arricchisce, impreziosisce, rivitalizza, entusiasma, introduce la bellezza nei luoghi, negli ambienti in cui prega, vive e opera l’uomo.

Ha la capacità di penetrare, insinuarsi nel pensiero della mente umana, soddisfare e ricreare la vista, di raggiungere spazi remoti, imperscrutabili e sa in che modo interagire con l’inconscio, evoca sogni, sino a che si materializzino, lenisce i disagi, sconfigge le illusioni, agita e seda rivoluzioni.

Le Opere d’arte costituiscono un bene sensibile, vanno protette per resistere al tempo e sopravvivere al loro concepimento e alla loro realizzazione e proiettarsi oltre la vita del loro autore e di quella società che inconsapevolmente le hanno accolte.

Quello che non sanno fare è auto proteggersi, difendersi dall’ambiente nel quale sono inserite e di cui fanno parte.

Non amano la luce solare, gli ambienti umidi, sensibili al deterioramento, al degrado biologico, in cui si sviluppano microorganismi, enzimi rilasciati da funghi e batteri.

Non amano le forti luci, l’umidità eccessiva che genera un aumento del vapore acqueo, non amano il pulviscolo, e le polveri che su di essa si depositano, le fonti di calore, tutti gli agenti patogeni che in esse trovano luogo fertile.

Non sanno difendersi da chi ad ogni costo la vuole prendere, toccare, spostare, trasportare, senza i necessari accorgimenti a qualunque costo.

Non sanno come ci si difende dai ladri, dai maniaci, dagli incompetenti, dagli ignoranti, dai flash fotografici, dalle bombe, dalle guerre, dai vandali, dai malfattori, dai mafiosi.

Dai danni diretti e indiretti che genera l’ambiente, in particolar modo l’acqua che in diversi modi e sotto diverse forme in qualsiasi momento le può aggredire e danneggiare.

Di norma le opere d’arte sono conservate e mantenute all’interno di ambienti in cui il microclima è regolato, tenuto severamente sottocontrollo.

Norma che vale ancor più se le opere sono state eseguite su materiale organico particolarmente sensibile, come quello cartaceo, fortemente sollecitato dal variare della temperatura e dall’ingiungere di agenti aggressivi.

Ed è per tali motivi che non possono rimanere in un ambiente non protetto.

Soprattutto come nel caso in esame, quando sono esposte per la strada, sottoposte, seppur per poco tempo, a sbalzi di temperatura, all’umidità, che sono causa del loro deterioramento.

Una cosa che vale anche per quelle opere destinate a stare in ambiente esterno, all’aperto, sculture singole e gruppi marmorei, di metallo, soggette allo stress, allo smog, al guano acidulo dei colombi, ad una infinità d’insidie che prima o poi portano e contribuiscono al deterioramento dell’opera.

Qualcuno potrebbe pensare che l’ambiente interno di per sé protegge l’opera d’arte, ma in effetti non è così, le insidie anche in questo caso ci sono e avanzano inesorabilmente.

E allora non dobbiamo dimenticarci che le opere d’arte fanno parte di un patrimonio unico non ripetibile, che appartiene sia alle generazioni presenti che a quelle future.

Sono beni che vivono una loro specifica dinamicità, vivono in funzione di un delicato equilibrio, anche se fanno parte di un contesto, in apparenza privo di insidie, ambiente esterno o interno che sia.

Se quindi si modificano le condizioni ambientali, l’opera anziché essere protetta si altera, si modifica, si compromette anche se tutto quel che accade non è visibile immediatamente.

I processi agiscono in modo diverso secondo il materiale con cui l’opera è stata realizzata, in relazione alla qualità del colore utilizzato, al tipo di supporto sulla quale è stata eseguita.

Processi che quando innescati, diventano irreversibili, che seppur lenti non arrestano il degrado e per i quali non rimane altro che intervenire attraverso un intervento di restauro.

Restauro per il quale necessitano professionalità e soprattutto risorse.

La donazione Posabella ha dato vita alla nostra galleria d’arte moderna, è destinata ad arricchire il patrimonio della istituzione comunale che l’ha ricevuta, la cui missione è  testimoniare l’operato di chi l’ha donata ed assicurane la tutela contemporaneamente alla fruizione e valorizzazione, non  trascurando il valore economico intrinseco delle opere d’arte.

Monreale e la sua Galleria d’Arte Moderna, restano ad oggi fuori da qualsiasi modello, da qualsiasi protocollo di gestione organizzativa, cura e mantenimento delle opere.

Le opere che detiene rientrano a pieno titolo nel novero dei Beni Culturali che sempre e comunque vanno salvaguardati, tutelati e sottoposti a protocolli di sicurezza.

Un patrimonio unico non ripetibile, che appartiene all’intera società”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • L’antimafia dei fatti. Una mietitrebbiatrice per le sorelle Napoli. Un dono per ricominciare

    Cronaca

    Mezzojuso, 25 maggio 2018 -   Il 23 maggio è stata la giornata delle celebrazioni antimafia. Incontri, convegni, discussioni, cortei, foto in bella vista e tante parole in occasione del ricordi delle stragi di mafia. Mentre in molte città siciliane si sprecavano parole, ..

    Continua a Leggere

  • Pioppo, la delegazione senza anagrafe e stato civile. Lo Coco interroga il sindaco

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 - I servizi di anagrafe e stato civile non vengono ancora garantiti presso la delegazione municipale di Pioppo. Da oltre un anno, in seguito al trasferimento di personale, i pioppesi devono recarsi a Monreale per usufruire dell’ufficio. Sulla questione il capogruppo del gr..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Salvino Caputo: “Campo sportivo ad Aquino, parcheggio Cirba e lease back caserma Carabinieri. Un danno alle casse comunali”

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 – “Presenterò un esposto alla Corte dei Conti e alla Magistratura ordinaria perché venga fatta luce su scelte politiche che hanno avuto ripercussioni notevoli sugli equilibri finanziari del Comune oltre ad avere privato la città di due strutture fonda..

    Continua a Leggere

  • “Danisinni Circus”, domenica si inaugura il primo circo sociale permanente senza animali

    Cronaca

    Palermo, 25 maggio 2018 - Grande festa di quartiere con eventi aperti a tutti e gratuiti per inaugurare ‘Danisinni Circus’, il primo circo sociale permanente senza animali in città. È il ‘Museo Sociale di Danisinni’. Domenica 27 maggio 2018, Piazza Danisinni, dalle ore 16:00 sino a tard..

    Continua a Leggere

  • Migliorano le condizioni di Arianna Badagliacca, vittima di un incidente stradale a Vercelli

    Cronaca

    Vercelli, 25 maggio 2017 - Dopo giorni di apprensione, le condizioni mediche di Arianna Badagliacca stanno lentamente migliorando. La donna, rimasta vittima di un grave incidente stradale, è sotto costante osservazione da parte dei medici del reparto rianimazione dell’Ospedale di Novara. Ad annun..

    Continua a Leggere

  • Monreale, elezioni amministrative. Il Pd uscirà dalla crisi e resterà nella Terza Repubblica?

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 - La Terza Repubblica è cominciata il 5 marzo. Un quadri-polarismo, una forza il M5s che spiazza i vecchi partiti con il 32 per cento, sia alla Camera sia al Senato, e tre partiti di medie dimensioni: il Pd al 19 per cento, la Lega con il ..

    Continua a Leggere

  • Torna la Fiera Campionaria del Mediterraneo dal 26 maggio a Palermo

    Cronaca

    Palermo 24 maggio - Tutto pronto per la nuova edizione, la 67esima, della Fiera Campionaria di Palermo.  Solo dopo la Fiera di Bari, per spazi espositivi e numero di visitatori, la Fiera del Mediterraneo si trova al secondo posto nella lista delle più grandi Fiere italian..

    Continua a Leggere

  • A San Giuseppe Jato si ricorda il giurista jatino Salvatore Riccobono

    Cronaca

    San Giuseppe Jato, 24 maggio 2018  - Un convegno in ricordo del giurista jatino Salvatore Riccobono si terrà questo fine settimana a San Giuseppe Jato. Sabato 26 Maggio alle ore 9.30, presso il Centro Diurno “11 Settembre” in via Giorgio La Pira è in programma convegno “Attualità del m..

    Continua a Leggere

  • Monreale, sicurezza urbana: il Comune chiede un finanziamento per la videosorveglianza

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 - Firmato il patto di intenti per la sicurezza urbana tra il comune di Monreale, il comune di Palermo e la Prefettura di Palermo. Attraverso il finanziamento, previsto dal Ministero degli Interni che ha stabilito un apposito capitolo per la sicurezza urbana dei comuni, la ci..

    Continua a Leggere

  • Monreale, discarica a cielo aperto in via Pezzingoli

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 - L'ennesima discarica abusiva è stata scoperta nella periferia di Monreale. A segnalare gli abbandoni illeciti sono stati alcuni iscritti al gruppo civico "Occupiamoci di Monreale". La denuncia è stata raccolta da Benedetto Madonia che ha segnalato il caso al Co..

    Continua a Leggere

  • Palermo. A Ballarò smantellato il call center della droga. I nomi e le foto degli arrestati

    Cronaca

    [gallery ids="64508,64509,64510,64511,64512,64513,64514,64515,64516,64517"] Palermo, 24 maggio 2018 - I telefoni erano sempre accesi, non smettevano mai di squillare. Gli ordinativi di droga dovevano essere sempre disponibili per la consegna a domicilio, a tutte le ore del giorno. La polizia di P..

    Continua a Leggere

  • Trapani, sequestro di beni a Pietro Funaro, è ritenuto colluso con la mafia

    Cronaca

    Nella giornata di oggi, Agenti di Polizia della Divisione Anticrimine e Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Trapani, hanno iniziato le operazioni di esecuzione del decreto emesso dal Tribunale Sezione Misure di Prevenzione di Trapani, nell’ambito del ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Le case di Cosa nostra diventeranno uffici comunali. Ecco quali

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 – Il comune di Monreale ha manifestato all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata il proprio interesse all’utilizzo di alcuni immobili, ricadenti nel territorio di Monreale, per utiliz..

    Continua a Leggere

  • Commemorare le stragi di mafia. Operazione lodevole, ma che rischia di non raggiungere i risultati attesi

    Cronaca

    24 maggio 2018 - Commemorare le stragi di mafia, come quella di Capaci o quella dei Georgofili, nell’ambito delle numerose iniziative scolastiche, che hanno luogo in tutto il Paese, è senz’altro lodevole, ma rischia di non raggiungere i risultati attesi, poiché, tali i..


  • «Perchè le mafie hanno vinto». Pif e Nino Di Matteo presentano il libro di Saverio Lodato

    Cronaca

    Palermo, 24 maggio 2018 - Domenica, 27 maggio 2018 ore 18.00, a Palermo, si presenta il libro Avanti mafia! di Saverio ..


  • Convocato il Consiglio Comunale. Tra i punti debiti fuori bilancio e turnazioni dei panifici

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 – Tornerà a riunirsi il prossimo 31 maggio il consiglio comunale del comune di Monreale. L’assemblea è stata convocata dal presidente Di Verde per le 18.30 presso la Sala Consiliare Biagio Giordano. Il consiglio disquisirà su diversi punti. Al primo punto i consigl..


  • Una poltrona per tre. Arcidiacono, Giannetto, Davì. Chi candiderà il PD?

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 - Si terrà questa sera un incontro in casa PD per discutere della prossima campagna elettorale. A circa un anno dalle prossime consultazioni amministrative il segretario della sezione monrealese, Manuela Quadrante, non ha convocato solo il direttivo ma ha voluto allargare l..


  • Monreale, Capizzi visita la palestra monrealese «L’officina del Fitness»

    Cronaca

    Monreale, 23 maggio 2018 – Ieri il sindaco di Monreale Piero Capizzi ha fatto visita alla palestra monrealese Officina del Fitness. L’incontro è un’altra tappa del percorso che ha intrapreso il primo cittadino, volto ad avvicinare le realtà sportive del territorio al fine di inserirle in una..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com