Finisce il cammino coppa per la GI. CA.

0
tusa big

Monreale, 1 novembre – Si è disputato il match che ha visto come protagoniste la squadra di casa, Zagara Zuma, contro la compagine petralese. Ambedue neopromosse in serie C.

I ragazzi giallo-blu sembrano quasi giocare fuori casa; infatti un solo allenamento per loro nella palestra che ospiterà tutto il loro campionato in casa. Iniziano a giocare stando sotto di qualche punto, riescono a rimontare ed a superare nel punteggio gli ospiti, grazie ai muri dei centrali Giuseppe Grotte e Pietro Saccone. 

Positivo l’ingresso, in prima linea, di Antonino Campanella, che farà sentire la sua presenza in attacco, e poi cederà nuovamente il posto in fase di ricezione e difesa al compagno Emanuele Li Castri, che di certo in questi fondamentali dà più certezze. 

Ottima la gestione al palleggio del capitano Giuseppe Alia, che riesce a smarcare bene gli attaccanti, specialmente le bande, Gianluca Spina in posto 2 e Giulio Pignattelli in posto 4; i due metteranno a terra importanti palloni. Sembra, dunque, essersi ribaltato il possibile esito del set, però, a causa di banali errori e di distrazione, gli ospiti attuano la contro-rimonta e conquistano il primo set per 20-25.

L’avvio del secondo parziale è molto buono, tant’è che la Zagara manterrà circa 5 punti di vantaggio sugli avversari, i quali non riusciranno ad accorciare le distanze; i monrealesi vinceranno il set per 25-20

Il terzo set sembra essere la continuazione del secondo, ma un black-out permetterà ai petralesi di costruire bene il gioco. I giallo-blu inizieranno a soffrire in ricezione, gli ospiti ne approfittano, cuciono il distacco “macinando” gioco. Mister Giannetto, allora, proverà a cambiare palleggiatore, innescando l’uomo di esperienza della squadra, Gaspare Bruno, che però ha poco da fare per aiutare i compagni nella rimonta. Infatti il parziale si chiuderà a favore dei bianco-blu per 22-25.

Il quarto set inizia in salita per la Gi.Ca., a causa del rendimento molto altalenante dei giovani, l’allenatore è costretto ad effettuare diversi cambi, fra i quali quello in seconda linea dell’altro libero Marco Madonia, schierato come schiacciatore che sostituirà Pietro Lanza, andando a supportare il libero in campo. La coppia dà più sicurezze ai compagni in fase difensiva e soprattutto di ricezione. Così, grazie anche ai vari innesti, la Zagara sembra avere la rimonta “in pugno”, ma si spegne nuovamente la luce nella metà campo giallo-blu, che regalerà il set agli ospiti per 21-25. 

E’ importante adesso che i ragazzi,onoranti la pallavolo maschile nel paese di Monreale, non si demoralizzino per le due sconfitte. La squadra è d’altronde formata per lo più da giovani che da soli un paio di mesi giocano insieme. Ci auguriamo che questi matches, aldilà del risultato, abbiano permesso ai ragazzi di conoscersi un po’ meglio e che la Zagara “esca gli artigli” dalla prima di campionato.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com