Oggi è 22/02/2018

Politica

Avanti tutta Renzi

Sta sdoganando il Partito Democratico, trasformandolo in un partito di iniziativa, di governo

Pubblicato il 2 novembre 2014

Avanti tutta Renzi

Così come Fini, dopo il famoso congresso di Fiuggi del gennaio 1995, riuscì a trasformare il MSI in AN e a sdoganare Alleanza Nazionale trasformandola in un partito di destra democratica, di destra di governo, allo stesso modo, oggi, Renzi sta finalmente sdoganando il Partito Democratico, trasformandolo in un partito di iniziativa, di governo, in un partito vicino alla tradizione socialdemocratica europea.

Lo sta sdoganando eliminando gradualmente, rottamando molte incrostazioni del passato, di provenienza dal primitivo PCI. E’ ora di rottamare la frangia più vecchia del PD, che ha sempre flirtato con la CGIL, poiché ha fatto ormai il suo tempo e non è più in grado di intercettare i bisogni reali del Paese e di proporre rimedi idonei e attuali. E dire che nei meandri del regolamento interno del PD è previsto che un parlamentare venga eletto per non oltre tre legislature. Evidentemente la regola è valsa per i più deboli, ma non per i “consoli romani”, che da circa quarant’anni sono metodicamente presenti sulla scena politica italiana.

Nell’ambito di una revisione dell’attuale legge elettorale sarebbe da inserire il limite massimo di tre mandati parlamentari per chiunque.

Renzi ha fatto bene a riunire nella sua persona la carica di Presidente del Consiglio e quella di Segretario politico del PD: altrimenti, l’estenuante mediazione del PD lo avrebbe indebolito, logorato fino alla fine. Renzi si ritrova a gestire un potere che nessun leader della Prima e della Seconda Repubblica ha mai immaginato. Se mi è consentito un paragone, è dai lontani anni 60, dai tempi del mitico Amintore Fanfani, che non si vedeva un Presidente-Segretario, che decide con autorevolezza, con tempestività. L’impronta “democristiana” data dal Presidente-Segretario Renzi inizia a farsi sentire.

Lo scontro politico vissuto nei giorni scorsi al Senato sulla modifica dell’articolo 18 è destinato ad ampliare l’evidente frattura tra il nuovo Partito Democratico di Renzi che avanza e quello legato alla vecchia ditta degli ex PCI. Renzi è portatore di una certa “americanizzazione” della politica italiana, che cozza con la struttura antica, arcaica del vecchio PD. Renzi e il nuovo PD dovranno liberarsi dai vincoli, dai condizionamenti laceranti della vecchia sinistra, per creare finalmente quel nuovo partito di sinistra, di governo, europeo. I vecchi leader del PD (D’Alema, Bersani, Finocchiaro, Bindi,…) è ora che vadano in pensione. Renzi aspira alla costruzione di un partito all’americana, non strutturato, con pochi tesserati ma molti simpatizzanti. Alla base del partito stanno gli elettori e non le tessere. Tesseramento, congressi, sezioni di partito, giornali di partito oggi sono anacronistici. Renzi pensa ad un Partito contenitore di idee, di progetti, in cui possono convivere persone anche distanti ideologicamente. Il PD di Renzi dovrà essere aperto a culture diverse, a movimenti, associazioni; nulla di scandalizzante se al suo interno si troveranno a dibattere “correnti di pensiero” diverse. Il dibattito, il confronto aiuta a crescere.

Il nuovo PD di Renzi dovrà anche interrompere il legame spesso condizionante con i sindacati e soprattutto con la CGIL. Il sindacato ed in particolar modo la CGIL ha pensato e continua a pensare a difendere solo battaglie ideologiche e non ad affrontare con pragmatismo i problemi reali del Paese. Il Sindacato, oggi, appare come un cavaliere della conservazione. Queste forme di consociativismo sono ormai obsolete. Il governo è nominato per assumere decisioni; giusto consultarsi una sola volta, ma non due, con le organizzazioni sindacali; ma alla fine la decisione spetta nella sua autonomia e autorevolezza al Governo. Il Governo ascolta, ma subito dopo decide: è finita la fase storica paralizzante della “concertazione”. La minoranza del PD, costituita da dalemiani, bersaniani, civatiani, cuperliani, sono in lotta fra loro per assumere la leadership della sinistra del partito, che mira a mantenere l’asse privilegiato con la CGIL. Tutto questo, oggi, è preistoria. Questa sparuta minoranza di “dinosauri preistorici” dovrebbe avere il buon senso di non ostacolare il nuovo corso del PD, di ritirarsi a vita privata o, in alternativa, di separarsi lealmente per proseguire il suo diverso percorso. Renzi e la sinistra del PD sono ormai lontani quanto lo erano Prodi e Bertinotti: Renzi non può ripetere l’esperienza logorante di quegli anni. Ma c’è una differenza: Prodi era logorato dalle mediazioni, Renzi oggi può farne numericamente a meno.

Renzi, oltre che a rottamare le vecchie logiche imperanti all’interno del PD e della CGIL, sta tentando di esportare questa battaglia nell’Europarlamento. L’Italia per circa 4 anni, vivendo un notevole vuoto politico, una notevole caduta di credibilità della rappresentanza politica, è stata commissariata da Bruxelles e  il testimone è passato dalla Politica orfana ai tecnocrati voluti da Bruxelles. Infatti, il Presidente della Repubblica Napolitano, in quei difficili frangenti, ha nominato prima Monti e dopo Letta, con il compito principale di eseguire ciò che era stato deciso a Bruxelles e che si diceva era necessario per risanare la Nostra economia e il Nostro bilancio. Oggi, Renzi tenta con forza di invertire rotta, scalcia nei confronti di Bruxelles e della Germania per riappropriarsi con ogni mezzo della guida economica del Nostro Paese.

Credo che Renzi si trovi a giocare una scommessa fondamentale per la Nostra Italia e, pertanto, sarà necessario l’appoggio incondizionato da parte degli Italiani buoni, pensanti, onesti, liberi da condizionamenti, integerrimi. Nei prossimi mesi si deciderà il futuro del Nostro Paese e, cosa ancora più determinante, delle future generazioni.

MIRTO GIROLAMO

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Temporali, fulmini e vento. Scatta l’allerta meteo a Palermo

    Politica

    Il dipartimento regionale della Protezione civile ha diramato un avviso di allerta gialla per condizioni meteo avverse valido dal 22 febbraio e per le successive 24-36 ore. In particolare "dal mattino di domani, giovedì 22 febbraio 2018, e per le successive 24-36 ore, si prevedono..

    Continua a Leggere

  • Piano dei Geli al buio da tre giorni. I residenti chiedono un intervento risolutivo

    Politica

    San Martino delle Scale, 21 febbraio 2018 - Da lunedì è buio nel tratto di strada che collega Piano dei Geli a Palermo. Un ripristino dell’energia in realtà c’è stato venerdì ma è durato pochi giorni, tanto che i lampioni sono tornati ad essere spenti mandando su tutte le furie i residenti..

    Continua a Leggere

  • Elezioni 2018, Miceli (Candidato PD): “Il Partito di Altofonte è vivo, grato per il vostro sostegno”

    Politica

    Altofonte, 21 febbraio 2018 - Carmelo Miceli, Segretario provinciale PD Palermo e candidato alla Camera dei Deputati dietro Maria Elena Boschi, di fatto dunque capolista nel collegio plurinominale, ieri ha fatto tappa ad Altofonte, partecipando ad una iniziativa organizzata dal comitato Altofon..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Attimi di tensione tra i 9 (ex) dipendenti dell’ACS e il sindaco. Capizzi: “A giorni la firma del contratto”

    Politica

    Monreale, 21 febbraio 2018 - Attimi di tensione questa mattina tra il primo cittadino, Piero Capizzi, e le famiglie dei 9 (ex) dipendenti della ACS (Automobile Club Servizi s.r.l.) di Palermo, la società che gestisce in appalto i parcheggi a pagamento, in attesa dal 2 gennaio di essere richiamati a..

    Continua a Leggere

  • Borseggiatori sul bus per Monreale, 4 arresti della polizia

    Politica

    Monreale, 21 febbraio 2018 - Quattro borseggiatori sono stati arrestati dalla polizia per aver rubato il portafogli a una coppia di turisti stranieri che si trovava a bordo dell'autobus navetta che da piazza Indipendenza, a Palermo, porta a Monreale. In manette sono finiti Giovanni Cici, 20 anni,..

    Continua a Leggere

  • Dura nota del sindaco di Piana degli Albanesi per il commissario della SRR Palermo Ovest

    Politica

    Monreale, 21 febbraio 2018 - «Sulla gara per l’affidamento del servizio questa amministrazione non può far altro che registrare l’ennesimo stato di assoluto standby delle attività della SRR Palermo Ovest». Lo afferma il sindaco di Piana degli Albanesi Rosario Petta in una lettera indirizzata..

    Continua a Leggere

  • Ai monrealesi niente contributo per rischio sismico. La Corte: «Mortificazione della politica»

    Politica

    Monreale, 21 febbraio 2018 - «Altra grande inadempienza da parte dell'amministrazione comunale: moltissime istanze presentate circa due anni fa per chiedere alla Regione un contributo per la prevenzione del rischio sismico previsto dalla legge 77/2009 non sono andate a buon fine perché il comune n..

    Continua a Leggere

  • Monreale, inaugurato il MAM, Museo dell’Arte del Mosaico

    Politica

    [gallery ids="53168,53169,53170,53171,53172,53173,53174,53175,53176,53177,53178,53179,53180,53181,53182,53183,53184,53185"] Monreale, 21 febbraio 2018 - Inaugurato oggi il MAM, il Museo dell’Arte del Mosaico di Monreale. La sala espositiva, di circa 50 metri qu..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, formaggi invasi da parassiti. Sequestro dei carabinieri

    Politica

    San Cipirello, 21 febbraio 2018 - Produceva formaggi e latticini senza cure igieniche, per questo i carabinieri hanno deferito un uomo. A cadere nella rete dei controlli a tappeto svolti dai carabinieri è stato un quarantaseienne di Palermo. La mattina del 20 febbraio i militari della Stazione di S..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Un’altra automobile prende fuoco all’alba

    Politica

    Monreale, 21 febbraio 2018 - Due automobili prendono fuoco a meno di 12 ore di distanza. Anche questa mattina, intorno alle 06,00, in Via Baronio Manfredi, all’altezza del civico 1, parte alta della città di Monreale, un’automobile ha preso fuoco. Si tratta di una Alfa Romeo 146, di colore grig..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Prende fuoco un’auto nel quartiere Bavera

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2018 - Intorno alle 20,45 di questa sera un'automobile, una Citroen C2 di colore grigio, ha preso fuoco in via San Martino, nel quartiere Bavera di Monreale.

    Continua a Leggere

  • Palermo, nasce “Primere”: l’app per segnalare in tempo reale furti, rapine e altri reati

    Politica

    Palermo, 20 febbraio 2018 - Arriva da Palermo la prima applicazione gratuita per prevenire il crimine, si chiama “Primere”. Un mezzo di supporto alla chiamata d’emergenza, per smartphone e tablet volta a segnalare casi pericolosi o situazioni di flagranza di reato. Tutto ciò, grazie a se..

    Continua a Leggere

  • Domenica in piazza Vittorio Emanule: 2° Coppa Panormitan Palermo-Monreale

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2018 - Domenica 25 febbraio verrà organizzata dalla Veteran Car Club Panormus la 2° Coppa Panormitan Palermo-Monreale. Per le vie di Monreale verrà rievocata la prima gara d’auto risalente al 1904 ideata da Vincenz..

    Continua a Leggere

  • Colpito da un fulmine, un turista palermitano muore in Madagascar

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2018 - Si era allontanato per scattare qualche fotografia dell’incantevole paesaggio. Pochi minuti dopo si è sentito un forte boato, quasi come se fosse un’esplosione: un tuono che è seguito a un fulmine. Un viaggio sognato da anni finito in tragedia per Rosario Cost..

    Continua a Leggere

  • Sensibilizzazione sul risparmio energetico, il Circolo Arci Link organizza lo spettacolo: “Lumen in Fabula”

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2018 - Il circolo ARCI Link presenta nella sua settima edizione quello che ormai è per il collettivo un appuntamento fisso, "Lumen in fabula", manifestazione nata dall'adesione a "M'illumino di meno" campagna nazionale di sensibilizzazione sul risparmio energetico, promo..

    Continua a Leggere

  • Monreale, l’amministrazione ricorda: «28 febbraio termine ultimo per pagare la TARI»

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2018 - Il 28 febbraio è il termine ultimo per procedere al pagame..


  • Tentato omicidio a Palermo. Killer spara contro pregiudicato. Forse matrice mafiosa

    Politica

    Palermo, 19 febbraio 2018 - Un agguato a Palermo si è verificato questo pomeriggio. Un uomo di 65 anni, Gioacchino Alioto, è finito nel mirino di un killer che gli ha sparato due colpi di di arma da fuoco. La vittima è stato trasportato d'urgenza all'ospedale e non è in pericolo di vita.  ..

    Continua a Leggere

  • Chiusura scuola via Polizzi, Comitato Pioppo Comune: “Ancora non sono emerse tutte le reali responsabilità”

    Politica

    Monreale, 19 febbraio 2018 - Il Comitato Pioppo Comune, a seguito del lavoro svolto dalla commissione d'inchiesta
    sulle vicende legate alla chiusura della scuola materna di Pioppo, ha espresso il proprio apprezzamento per i risvolti in termini di sanzioni disci..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com