Solidarietà del consiglio comunale alla Polizia Municipale

0
Araba Fenice desk

Monreale, 28 Ottobre. All’interno del consiglio comunale odierno, i consiglieri comunali hanno voluto manifestare la propria solidarietà nei confronti dell’agente di polizia municipale che, nei giorni scorsi, è stato vittima di gravi atti di inguria ed intimidazione.

Nella discussione dell’ordine del giorno è dapprima intervenuto il consigliere Costantini, che ha anche criticato l’operato in merito dell’amministrazione comunale “che non ha avvisato il consiglio, mentre i consiglieri hanno appreso l’accaduto a mezzo stampa e con un mese di ritardo. Ho chiesto informazioni per capire se l’aver celato la comunicazione fosse dovuto ad esigenze investigative, ma mi è stato detto che così non era”, ha continuato il consigliere comunale del M5S monrealese.

È assolutamente imperdonabile che non ci sia stato un attestato pubblico di solidarietà nei confronti della polizia municipale. Il messaggio che deve passare è che dietro ogni singolo membro della polizia municipale c’è la spinta alla legalità di tutta l’amministrazione.”

In seguito, è intervenuto il consigliere Guzzo, che ha anch’egli sottolineato la sua contrarietà all’operato in merito dell’amminitrazione:

“Sono accaduti dei fatti molto gravi a Monreale, e mi trovo d’accordo col consigliere Costantini sul silenzio dell’amministrazione. Per questo l’opposizione ha voluto presentare questo ordine del giorno di solidarietà. Tutti gli organi di polizia, che sono in prima linea, hanno bisogno di sentire la vicinanza della politica”, ha infatti detto il consigliere.

Di seguito, l’attestato di solidarietà del consigliere Intravaia che ha espresso massima solidarietà all’agente di polizia municipale, ed all’intero corpo di polizia municipale, “per le difficoltà con cui ogni giorno ha a che fare, per la mancanza di mezzi, per la mancanza di risorse.

Sono sicuro della buona fede dell’amministrazione nel non aver preso una posizione pubblica, perché sono sicuro che ciò è stato chiesto dalle forze dell’ordine e dall’autorità giudiziaria.”

A seguire, è intervenuto il consigliere Gullo che ha esposto l’opinione del gruppo Alternativa Civica, di cui è capogruppo. Il gruppo esprime la massima solidarietà al corpo di polizia municipale e all’ufficiale che ha subito l’intimidazione.

“Mi sento quasi in imbarazzo a prendere la parola”, ha dichiarato Gullo, “dato che un mese fa, in un altro atto, ero io il protagonista.

Il mestiere del vigile urbano è un lavoro spesso pesante, difficile, e sappiamo bene lo spirito di dedizione che gli agenti mettono nel loro lavoro.

Ma mi chiedo e vi chiedo: Sindaco, ma che succede in questa città? Qualcosa che ci sfugge? La politica si deve interrogare, se c’è o sta iniziando una deriva, per cui si iniziano ad attaccare nel giro di un mese i rappresentanti del popolo o delle istituzioni? Sono fatti casuali, o sono concatenati?

Poi è intervenuto il consigliere Romanotto, cofirmatario, insieme al consigliere Vittorino dell’ordine del giorno. “Non è una solidarietà fine a se stessa” ha dichiarato il consigliere.

“Oltre a manifestare la vicinanza di sentimenti a colui il quale riceve la solidarietà, non ci si può fermare qui: alla solidarietà devono seguire degli atti concreti, e mi riferisco alle condizioni del comando di polizia municipale, ad esempio, ad oggi in locali angusti e senza telefono al secondo piano”.

Il consigliere Davì, capogruppo del Partito Democratico, ha espresso la massima solidarietà al corpo di polizia municipale, sottolineando anche lui come a ciò dovranno segire degli atti ben precisi.

“È importante che non debbano essere sempre le stesse persone a girare per strada”, ha aggiunto Davì, “perché altrimenti aumenta il rischio di ricevere atti del genere.

Il nostro operato nei confronti della Polizia Municipale, sarà termometro della nostra forza amministrativa, fra cinque anni vedremo in che modo saremo riusciti a dare valore e lustro a questi lavoratori”.

In seguito, è intervenuto il Sindaco di Monreale Piero Capizzi, che ha sottolneato come l’operato dell’amministrazione si sia da subito manifestato in una forte sensibilità nei confronti della Polizia Municipale, disponendo il trasferimento nei nuovi locali, visto che i locali precedenti presentavano delle criticità da risolvere.

“Se ci sono delle difficoltà logistiche, esse sono dovute ad un trasferimento fatto per garantire la sicurezza. Fino a qualche mese fa, la nostra amministrazione ha provveduto a pagare gli straordinari non corrisposti dal 2009.

Sul fatto in oggetto, l’amministrazione ha dato la piena solidarietà al corpo di polizia municipale, e ci sarà un motivo perché la manifestazione non è stata pubblica, ci sarà un perché il fatto è stato reso noto solo dopo un mese. Noi diamo giorno dopo giorno incondizionata fiducia alla Polizia Municipale con fatti concreti.”

Infine è intervenuto il consigliere Vittorino, che ha dapprima condiviso parte delle dichiarazioni del Sindaco Capizzi, sottolineando come “alcune volte sia meglio aspettare piuttosto che agire con conseguenze non volute”.

Vittorino ha poi sottolineato anche l’attenzione della scorsa amministrazione nei confronti della Polizia Municipale, auspicandosi che l’attuale amministrazione sia ancora più attiva in merito.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com