“Monreale dichiara guerra al gioco d’azzardo però rilascia autorizzazioni per installare i giochi proibiti

0
Araba Fenice desk

Monreale 16 ottobre – “Mi chiedo a cosa serva affermare che la Città di Monreale “dichiara guerra al gioco d’azzardo“, ospitare con il giusto risalto la “Carovana Antimafia“ proprio sul delicatissimo tema del gioco d’azzardo, alla presenza di oltre 100 studenti, proprio per ricevere un messaggio positivo e con tanto di foto di assessori, quando gli uffici comunali continuano a rilasciare autorizzazioni per istallare negli esercizi commerciali videopoker o altre macchine mangiasoldi comunemente definiti “giochi proibiti”, proprio mente i giovani dell’Arci Monreale lanciano l’avvio di una raccolta di firme contro il gioco d’azzardo a Monreale”.

Salvino Caputo, del Dipartimento regionale per le attività produttive del coordinamento siciliano di Forza Italia, fa riferimento all’iniziativa lanciata giorno 9 ottobre dall’Associazione Arci Link e lancia una forte critica al rilascio da parte degli uffici comunali di autorizzazioni per installare tali apparecchiature.

“Nel corso del tempo sono stati autorizzati in alcuni esercizi commerciali già esistenti – ha affermato Salvino Caputo – quasi dieci licenze per l’installazione di macchinette che vengono classificate come “giochi proibiti”. Tutti abbiamo notato in questi locali in qualunque ora del giorno giovani intenti a giocare somme di denaro e anziani che dilapidano parte della loro già misera pensione. Mi rendo conto che queste autorizzazioni comunali – ha continuato Salvino Caputo – sono lecite e rilasciate nel rispetto della legge, però ritengo che, per contrastare un fenomeno che tutti definiamo pericoloso, anzi una vera e propria patologia, l’Amministrazione comunale dovrebbe per coerenza con quanto declamato dare direttive ai competenti uffici per negare queste autorizzazioni, ciò al fine di evitare il dilagare di un fenomeno che danneggia la nostra popolazione e colpisce giovani e anziani. Complice l’indigenza e la disoccupazione che spinge a cercare facili guadagni.

Bisognerebbe sottoscrivere – lancia una proposta Salvino Caputo – un protocollo di intesa con la Questura di Palermo per bloccare il rilascio di autorizzazioni per l’apertura di sale giochi, attività che stanno soppiantando e sostituendo interi esercizi commerciali, proprio per il facile guadagno che proviene da tutti coloro che per malattia o disperazione cercano facili guadagni”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com