Piera Autovino, il ricordo di Alex Corlazzoli: ‘Hai insegnato la magia della vita’

0
Araba Fenice desk

Ci sono vite che non lasciano alcuna impronta. Altre che fanno la differenza. Quella di Piera non ci ha mai lasciato indifferenti. E’ stata una “provocazione” , ci ha chiamato a fare un passo avanti. Questione di scelte. C’è chi decide di vivere nell’anonimato, lasciando che l’almanacco scorra, voltando le spalle alla storia, chiudendo gli occhi di fronte alle ingiustizie lontane e vicine e chi, sceglie di stare da una parte, di credere o non credere, di spendersi per l’Altro, uomo o donna che sia, bambino o anziano. Piera è stata una “partigiana” della verità, una donna che ha saputo essere se stessa, non indossare alcuna maschera. Tenace al limite della sana testardaggine, capace di ascoltare ma anche di confrontarsi e di scontrarsi. Una vita vissuta nella parresia, senza finzione. Non ha finto nemmeno alla fine quando l’incurabile male ha bussato al suo corpo. Non ha mai nascosto la difficoltà di quel momento, semmai l’ha resa più lieve a noi che la circondavamo. Maestra, volontaria, nostra collega a “Filo diretto”, mamma: tutto con passione. Questo indispensabile ingrediente dell’esistenza non le è mai mancato. Sapeva appassionarsi e appassionare, interessarsi e interessare gli altri. Non amo i ricordi ma non riesco a non raccontarne uno: ogni volta che usciva un mio articolo su “Il Fatto Quotidiano” che lei voleva venisse pubblicato anche su “Filo Diretto” aveva l’accortezza, la cura di contattarmi per chiedere la possibilità di riprendere la notizia. Per me era scontato che lo facessero senza interpellarmi. Per lei, no. Per Piera nulla è mai stato scontato. E alla fine la vita non lo è stata con lei.

Stasera voglio salutarti ascoltando e canticchiando “con te” una canzone che forse ti sarebbe piaciuta molto, “Non insegnate ai bambini” di Giorgio Gaber: “Non insegnate ai bambini la vostra morale, è così stanca e malata potrebbe far male; non elogiate il pensiero che è sempre più raro, non indicate per loro una via conosciuta, ma se proprio volete insegnate soltanto la magia della vita”. Tu l’hai fatto. Grazie.

Alex Corlazzoli 

 

 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com