Oggi è 25/05/2018

Cronaca

Risolto il giallo Conigliaro: i carabinieri di Monreale fermano i due presunti esecutori dell’omicidio

Antonino e Vincenzo Caltagirone, avrebbero eseguito il femminicidio di Concetta Conigliaro, per cui è già in arresto il marito Salvatore Maniscalco

Pubblicato il 7 ottobre 2014

Risolto il giallo Conigliaro: i carabinieri di Monreale fermano i due presunti esecutori dell’omicidio

Monreale, 7 Ottobre. Sembra arrivare alla sua conclusione il giallo legato alla scomparsa ed all’omicidio di Concetta Conigliaro,  per cui i carabinieri di Monreale avevano già arrestato il marito, Salvatore Maniscalco.

Lo stesso, a seguito degli interrogatori degli agenti, aveva portato gli investigatori sul luogo in cui giacevano i resti carbonizzati della moglie, prima di chiudersi in un silenzio alternato a dichiarazioni contraddittorie. Da allora Maniscalco è detenuto nel carcere dell’Ucciardone a Palermo.

Gli inquirenti intanto continuavano le loro indagini, coordinate dai sostituti procuratori De Leo e De Somma, fino a riscontrare il coinvolgimento di Antonino Caltagirone e del padre Vincenzo.

Gli arresti dei due, a seguito dei provvedimenti spiccati dal GIP Lorenzo Matassa, sono avvenuti nel pomeriggio di ieri, 6 Ottobre.

Sin dall’inizio gli investigatori erano convinti che Maniscalco avesse avuto la collaborazione di qualcuno: non era infatti credibile che, da solo, avesse ridotto in pezzi, trasportato e carbonizzato il cadavere della povera Concetta.

I suoi stretti legami con i Caltagirone, insieme ai quali lavorava come manovale per la raccolta e lo smaltimento di rifiuti ferrosi, avevano indirizzato i sospetti su questi ultimi, già sentiti nelle primissime battute dell’indagine: continui accertamenti e incroci dei fatti emersi con le informazioni prese dai vicini di casa e dall’analisi dei tabulati dei loro telefoni cellulari, insieme al fondamentale apporto dell’avvocato della vittima, Maria Grazia Messeri, hanno stretto le maglie intorno ai due.

I carabinieri, in perquisizioni effettuate a casa dei due, hanno anche trovate delle taniche uguali a quelle rinvenute nel luogo del ritrovamento dei resti di Concetta, ed infine alcune immagini sacre anch’esse uguali a quelle trovate intorno alla vittima, che però, insieme al marito, professava la religione evangelica.

Infine, i carabinieri hanno trovato riscontro ai sospetti in numerosi altri ritrovamenti e riscontri con i tabulati telefonici, e anche in alcune intercettazioni ambientali fatte sulla fiat 600 dei Caltagirone, in cui si potrebbero ascoltare i due parlare  dei timori relativi alle possibili imputazioni derivanti dal loro coinvolgimento nella vicenda e la certezza di venirne coinvolti: avevano persino concordato la versione da riferire se interrogati.

Antonino Caltagirone è stato adesso condotto presso il carcere dell’Ucciardone, mentre il padre è agli arresti domiciliari.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Fuori uscita liquami in via San Martino. La replica di Gelsomino e Zingales a Moncada

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 - “Non so chi ha dato queste notizie mi assumo la responsabilità nel dire che non corrispondono a verità e che gli assessori presenti si sono semplicemente impegnati ad esaminare la problematica e cercare di trovare una soluzione dopo avere esaminato la pratica inerente ..

    Continua a Leggere

  • Capizzi: “Accertare responsabilità? Concordo con Caputo, ma necessario fare un’analisi approfondita su chi ha provocato danni già giudizialmente accertati, con sentenze emesse in via definitiva”

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 - “Poche volte mi sono trovato d'accordo con l’avv. Caputo, e questa è una di quelle. Nella vita di ognuno di noi accadono talvolta dei fatti che danno una scossa, lasciano un segno, molto spesso in positivo, perché conducono a nuove r..

    Continua a Leggere

  • Fuoriuscita di liquami in via San Martino intervengono i tecnici

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 -Fuoriuscita di liquami in via San Martino, zona Ponticelli. Su segnalazione dei cittadini questa mattina sono intervenuti sul posto i tecnici dell'Amap, rimane da verificare se il problema riguarda la fognatura del comune di Monreale.  Per risolvere una volta e..

    Continua a Leggere

  • A San Cipirello arriva il colore. Una piazza dedicata a Caronia, medico antifascista, e a Sonnino

    Cronaca

    San Cipirello, 25 maggio 2018 - Quegli edifici, un tempo grigi e anonimi, diventano il trionfo del colore e del ricordo di due personalità che hanno portato in alto il nome di San Cipirello. L’artista romano Eliseo Sonnino ha creato, in una piazza della città della Valle dello Jato, il murale da..

    Continua a Leggere

  • L’antimafia dei fatti. Una mietitrebbiatrice per le sorelle Napoli. Un dono per ricominciare

    Cronaca

    Mezzojuso, 25 maggio 2018 -   Il 23 maggio è stata la giornata delle celebrazioni antimafia. Incontri, convegni, discussioni, cortei, foto in bella vista e tante parole in occasione del ricordi delle stragi di mafia. Mentre in molte città siciliane si sprecavano parole, ..

    Continua a Leggere

  • Pioppo, la delegazione senza anagrafe e stato civile. Lo Coco interroga il sindaco

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 - I servizi di anagrafe e stato civile non vengono ancora garantiti presso la delegazione municipale di Pioppo. Da oltre un anno, in seguito al trasferimento di personale, i pioppesi devono recarsi a Monreale per usufruire dell’ufficio. Sulla questione il capogruppo del gr..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Salvino Caputo: “Campo sportivo ad Aquino, parcheggio Cirba e lease back caserma Carabinieri. Un danno alle casse comunali”

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 – “Presenterò un esposto alla Corte dei Conti e alla Magistratura ordinaria perché venga fatta luce su scelte politiche che hanno avuto ripercussioni notevoli sugli equilibri finanziari del Comune oltre ad avere privato la città di due strutture fonda..

    Continua a Leggere

  • “Danisinni Circus”, domenica si inaugura il primo circo sociale permanente senza animali

    Cronaca

    Palermo, 25 maggio 2018 - Grande festa di quartiere con eventi aperti a tutti e gratuiti per inaugurare ‘Danisinni Circus’, il primo circo sociale permanente senza animali in città. È il ‘Museo Sociale di Danisinni’. Domenica 27 maggio 2018, Piazza Danisinni, dalle ore 16:00 sino a tard..

    Continua a Leggere

  • Migliorano le condizioni di Arianna Badagliacca, vittima di un incidente stradale a Vercelli

    Cronaca

    Vercelli, 25 maggio 2017 - Dopo giorni di apprensione, le condizioni mediche di Arianna Badagliacca stanno lentamente migliorando. La donna, rimasta vittima di un grave incidente stradale, è sotto costante osservazione da parte dei medici del reparto rianimazione dell’Ospedale di Novara. Ad annun..

    Continua a Leggere

  • Monreale, elezioni amministrative. Il Pd uscirà dalla crisi e resterà nella Terza Repubblica?

    Cronaca

    Monreale, 25 maggio 2018 - La Terza Repubblica è cominciata il 5 marzo. Un quadri-polarismo, una forza il M5s che spiazza i vecchi partiti con il 32 per cento, sia alla Camera sia al Senato, e tre partiti di medie dimensioni: il Pd al 19 per cento, la Lega con il ..

    Continua a Leggere

  • Torna la Fiera Campionaria del Mediterraneo dal 26 maggio a Palermo

    Cronaca

    Palermo 24 maggio - Tutto pronto per la nuova edizione, la 67esima, della Fiera Campionaria di Palermo.  Solo dopo la Fiera di Bari, per spazi espositivi e numero di visitatori, la Fiera del Mediterraneo si trova al secondo posto nella lista delle più grandi Fiere italian..

    Continua a Leggere

  • A San Giuseppe Jato si ricorda il giurista jatino Salvatore Riccobono

    Cronaca

    San Giuseppe Jato, 24 maggio 2018  - Un convegno in ricordo del giurista jatino Salvatore Riccobono si terrà questo fine settimana a San Giuseppe Jato. Sabato 26 Maggio alle ore 9.30, presso il Centro Diurno “11 Settembre” in via Giorgio La Pira è in programma convegno “Attualità del m..

    Continua a Leggere

  • Monreale, sicurezza urbana: il Comune chiede un finanziamento per la videosorveglianza

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 - Firmato il patto di intenti per la sicurezza urbana tra il comune di Monreale, il comune di Palermo e la Prefettura di Palermo. Attraverso il finanziamento, previsto dal Ministero degli Interni che ha stabilito un apposito capitolo per la sicurezza urbana dei comuni, la ci..

    Continua a Leggere

  • Monreale, discarica a cielo aperto in via Pezzingoli

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 - L'ennesima discarica abusiva è stata scoperta nella periferia di Monreale. A segnalare gli abbandoni illeciti sono stati alcuni iscritti al gruppo civico "Occupiamoci di Monreale". La denuncia è stata raccolta da Benedetto Madonia che ha segnalato il caso al Co..

    Continua a Leggere

  • Palermo. A Ballarò smantellato il call center della droga. I nomi e le foto degli arrestati

    Cronaca

    [gallery ids="64508,64509,64510,64511,64512,64513,64514,64515,64516,64517"] Palermo, 24 maggio 2018 - I telefoni erano sempre accesi, non smettevano mai di squillare. Gli ordinativi di droga dovevano essere sempre disponibili per la consegna a domicilio, a tutte le ore del giorno. La polizia di P..

    Continua a Leggere

  • Trapani, sequestro di beni a Pietro Funaro, è ritenuto colluso con la mafia

    Cronaca

    Nella giornata di oggi, Agenti di Polizia della Divisione Anticrimine e Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Trapani, hanno iniziato le operazioni di esecuzione del decreto emesso dal Tribunale Sezione Misure di Prevenzione di Trapani, nell’ambito del ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Le case di Cosa nostra diventeranno uffici comunali. Ecco quali

    Cronaca

    Monreale, 24 maggio 2018 – Il comune di Monreale ha manifestato all’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata il proprio interesse all’utilizzo di alcuni immobili, ricadenti nel territorio di Monreale, per utiliz..

    Continua a Leggere

  • Commemorare le stragi di mafia. Operazione lodevole, ma che rischia di non raggiungere i risultati attesi

    Cronaca

    24 maggio 2018 - Commemorare le stragi di mafia, come quella di Capaci o quella dei Georgofili, nell’ambito delle numerose iniziative scolastiche, che hanno luogo in tutto il Paese, è senz’altro lodevole, ma rischia di non raggiungere i risultati attesi, poiché, tali i..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com