Scendono in Piazza gli autisti delle Autolinee Giordano, senza stipendi da 9 mesi

0
Araba Fenice desk

Monreale, 2 Ottobre. È in svolgimento, in Piazza Vittorio Emanuele a Monreale, la protesta di dipendenti e autisti delle Autolinee Giordano, senza stipendi dal Febbraio scorso. Gli autisti lamentano le mancanze di Regione e Comune, che non hanno ancora corrisposto alla ditta le somme dovute, necessarie al sostentamento dell’azienda che gestisce il servizio trasporto pubblico nel nostro Comune.

Lo stato di agitazione riguarda tutti i dipendenti, nonostante momentaneamente e per senso di responsabilità gli stessi continuino a garantire i servizi.

In particolare, la richiesta che gli stessi rivolgono al Comune ed all’amministrazione monrealese è ben precisa: chiedono che vengano corrisposti, infatti, i circa 93.000 euro di debiti che l’azienda vanta, e che potrebbero alleviare la loro ormai disperata situazione. A poco è valso, infatti, un incontro avuto in prefettura lo scorso 25 Settembre, che ha reso disponibile un acconto di 1.000 euro a dipendente, a fronte dei 15.000 che ognuno di essi attende.

Nel caso in cui non arrivassero pronte risposte dall’amministrazione, i dipendenti sono pronti a sospendere il servizio ad oltranza e per tutte le tratte.

“Siamo esasperati, sia mentalmente che fisicamente”, dichiarano gli autisti, chiedendosi se le somme dovute non siano state per caso utilizzate per il ripristino della linea AMAT, “non riusciamo nemmeno a guidare perché il nostro pensiero fisso è come riuscire a sopravvivere, come mangiare Come mai il direttore d’esercizio della nostra azienda non è qui con noi?”

Pietro Trifirò, dirigente della UIL Trasporti, ha dichiarato: “chiediamo al Sindaco di Monreale, come mai non viene pagata alla ditta la retta che le è dovuta, e come mai, nello stesso tempo il Comune continua a chiedere i soldi delle imposte e delle tasse a tutti i cittadini!”

Il Sindaco Piero Capizzi, incontrando i lavoratori, ha sottolineato l’attuale impossibilità del comune a corrispondere somme per un servizio sulla cui legittimità, date le recenti interrogazioni consiliari in merito, gli uffici comunali stanno indagando. Contestualmente, però, Capizzi ha dato piena solidarietà ai dipendenti, e assicurato che eventuali altri debiti del Comune vantati dalle autolinee saranno prontamente corrisposti. “Sono con voi”, ha concluso il Sindaco, “partecipate al consiglio comunale che si svolgerà fra pochi minuti e chiedete anche in quella sede un intervento del Comune.”

Infine, Giuseppe Governale, segretario Uil, ha dichiarato in merito: “Mai nessun lavoratore siciliano è stato otto mesi senza retribuzione. Vero è che il settore è abbandonato dal governo nazionale, da quello regionale e dalle amministrazioni comunali. Ma questo è il problema dell’Italia, cioè quello dei cattivi amministratori.

Dovremmo mettere a pane e acqua il Presidente Crocetta, i consiglieri comunali e tutti quelli che non hanno a cuore il problema dei lavoratori del settore trasporti, che è importantissimo nell’economia di una regione. Nello specifico, il Comune deve molti soldi alle autolinee Giordano, la rivendicazione del sindacato è che 93.000 euro vengano prontamente corrisposti, cosicché le autolinee possano stornarli, come deciso nell’incontro avuto in prefettura lo scorso 25 Settembre interamente per pagare i compensi arretrati.”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com