Politica

Il grande pasticcio TASI: ‘L’ amministrazione Capizzi é fuorilegge’

Filippo Di Matteo e Giuseppe La Fiora: “Una delibera partorita da un’amministrazione vorace che non si accontenta di quello che per legge le spetta, ma chiede anche di più.”

Pubblicato il 10 settembre 2014

Il grande pasticcio TASI: ‘L’ amministrazione Capizzi é fuorilegge’

Monreale, 10 settembre – Il grande pasticcio della Tasi. È questo il titolo della nota congiunta inviata a FiloDiretto dall’ex sindaco Filippo Di Matteo e l’ex assessore al bilancio Giuseppe La Fiora.

“Una delibera contraria alla legge – dichiarano – con cui viene chiesto ai cittadini di pagare non solo il massimo delle aliquote, ma anche un sovrappiù che per legge non si può applicare”. Riportiamo integralmente le chichiarazioni dei due ex amministratori comunali.

“Al primo appuntamento di una certa importanza quale l’adozione del regolamento IUC e la determinazione delle relative tariffe, l’amministrazione Capizzi presenta ai monrealesi il suo vero volto, mettendo le mani in tasca ai cittadini anche oltre i limiti previsti dalla legge. Il tutto con una delibera di determinazione delle aliquote che è un gran pasticcio, in quanto non conforme alla legge istitutiva della Tasi.

Infatti l’amministrazione non solo fissa al massimo previsto dalla legge l’aliquota Tasi sulle prime case (3,3 per mille), ma addirittura va a prevedere anche l’applicazione del tributo su altri immobili pur non potendolo fare per legge. Ecco il cambio di logica: i cittadini dovranno pagare quello che è dovuto al massimo delle aliquote, ed inoltre anche quello che per legge non è possibile chiedere!

E dire che il legislatore ha previsto pure la possibilità di fissare a zero l’aliquota Tasi come hanno fatto molti comuni.

Di certo, sapendo cosa significa fare oggi il sindaco di un Comune Italiano, con i continui tagli dal governo centrale e regionale, non ci si aspettava che a Monreale l’aliquota venisse fissata a zero, ma arrivare al massimo dopo tutti i proclami di tagli alla spesa fatti da Capizzi in campagna elettorale, proprio non ce lo meritavamo. E addirittura l’accanimento con la richiesta di uno 0,8 per mille ulteriore che, per legge, non può essere chiesto con le modalità previste dalla delibera. Infatti la maggiorazione dello 0,8 per mille o la si portava ad incremento dell’aliquota base del 2,5 per mille ( come è stato fatto) facendola quindi gravare tutta sulle prime case (2,5 + 0,8 = 3,3) o la si portava ad incremento del 10,6 per mille (seconde case) e del 6 per mille (abitazioni principali di lusso) senza farla gravare quindi sulle prime case che restavano al 2,5. Ma non si potevano fare entrambe le cose come è stato fatto. Una delibera partorita da un’amministrazione vorace che non si accontenta di quello che per legge le spetta, ma chiede anche di più.

Adesso le conseguenze saranno catastrofiche per il Comune e per il suo piano di riequilibrio che viene messo seriamente a rischio da una delibera sui tributi fondamentali dell’Ente contraria alla legge. Perché adesso i proprietari di prime case   

(non soggette ad IMU) sosterranno che loro devono pagare il 2,5 per mille in quanto il Comune ha utilizzato tutta l’extra aliquota dello 0,8 per mille sugli immobili prima casa di lusso che quindi pagheranno, sommando l’IMU, il 6,8 per mille e anche sugli altri immobili di categoria catastale A1, A8, A9 (non prime case) e D4, D5, che pagheranno complessivamente l’11,40 per mille. Questi ultimi, a loro volta, sosterranno che non devono pagare la Tasi in quanto, avendo il Comune utilizzato lo 0,8 ad incremento dell’aliquota base del 2,5 per mille, non poteva sforare anche il secondo limite dato dalla somma IMU+TASI sui propri immobili arrivando al 6,8 e all’11,40.

Insomma l’amministrazione regala alla città un autunno caldo per le tasche e pieno di incertezza. Incertezza soprattutto per il Piano di Riequilibrio che rischia seriamente di essere vanificato; incertezza per i contribuenti che sicuramente alimenteranno un copioso contenzioso con l’Ente.

C’è stata sicuramente tanta leggerezza o poca attenzione nel preparare una proposta deliberativa che rischia seriamente di mettere definitivamente in ginocchio le sorti del nostro Comune.

E’ questo il loro “cambio di logica”?”

Filippo di Matteo, Ex Sindaco del Comune di Monreale

Dott. Giuseppe La Fiora, Ex Assessore del Comune di Monreale

Ricevi tutte le news
Scritto da: Redazione
Pubblicato il 10 settembre 2014


Potrebbero interessarti anche:

  • Van Gogh Multimedia Experience. Domani pomeriggio il taglio del nastro (Il video della manifestazione)

    Politica

      Monreale, 24 novembre 2017 - Al nastro di partenza la tanto attesa esposizione multimediale “Van Gogh Multimedia Experience”. Aprirà i battenti domani, sabato 25 novembre, nei locali del Complesso Monumentale “Guglielmo II” di Monreale. Prima della cerimonia d..

    Continua a Leggere

  • In barca a vela sull’Azimut per imparare a navigare

    Politica

    Palermo, 24 novembre 2017 - Trasmettere, tramite artisti e artigiani sicilianissimi, l’amore per la nostra terra, per il mare e per la legalità. È  l’obiettivo che si pone “Fischia la Randa”, l’evento che il gruppo “M.R.N.” promuove al..

    Continua a Leggere

  • Altofonte dice «NO al pizzo». Il sindaco: «Oggi forte presenza dello Stato»

    Politica

    Altofonte, 24 novembre 2017 - Sono già trascorsi 6 mesi da quando un imprenditore di Altofonte, stanco delle continue richieste di pizzo, ha deciso di abbattere il muro del silenzio e di denunciare i propri aguzzini. «La mattina voglio avere il coraggio di guardarmi negli occhi», afferma..

    Continua a Leggere

  • Il Black Friday e la caccia all’affare. Reale risparmio o acquisto compulsivo?

    Politica

    Monreale, 24 novembre 2017 - Black Friday, una definizione dall'evidente natura esterofila, che, ormai, anche noi abbiamo sdoganato, abbinandola, nell'immaginario comune, al "fatidico e atteso venerdì dedicato agli acquisti". Un giorno X programmato, da trascorr..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Rendiconto 2016. Fumata nera in consiglio: l’opposizione fa mancare il numero legale

    Politica

    Monreale, 23 novembre 2017 - Ennesima fumata nera in consiglio comunale. Rinviata a domani pomeriggio, per mancanza del numero legale, la seduta convocata per procedere all’approvazione del rendiconto finanziario 2016. Il consiglio comunale, dopo il rinvio delle prime sedute, era stato convocat..

    Continua a Leggere

  • Precari nella P.A. dal 1 gennaio 2018 parte il piano straordinario di assunzioni

    Politica

    Al via all'assunzione di 50 mila precari storici della pubblica amministrazione. La circolare firmata dalla ministra della PA Marianna Madia dà indicazioni alle amministrazioni pubbliche che potranno partire subito con le assunzioni, a partire da gennaio 2018, per ..

    Continua a Leggere

  • Nelle scuole P. Novelli e Guglielmo “Nessun parli”: Suoni, movimenti, linee e colori

    Politica

    Monreale, 23 novembre 2017 - "Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo?" Questo è l'interrogativo che si poneva il grande Gianni Rodari, rispetto alle più rigide, ripetitive e, spesso, persino punitive modalità di un certo modo, tradizionale, o..


  • Corleone, condannati e assolti al processo Grande Passo 4. Imprese denunciano il pizzo

    Politica

    [ngg_images source="galleries" container_ids="248" display_type="photocrati-nextgen_basic_imagebrowser" ajax_pagination="0" order_by="sortorder" order_direction="ASC" returns="included" maximum_entity_count="500"] Corleone, 23 novembre 2017 - La procura antimafia aveva richiesto in tutto, per le ..

    Continua a Leggere

  • “Spunti di cambia-Menti”: un cine-convegno al Pagliarelli per i detenuti uomini maltrattanti

    Politica

    Palermo, 23 novembre 2017 -In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle Donne, l'Associazione “Un Nuovo Giorno”, con il patrocinio del Comune di Palermo promuove e organizza, all’interno della casa Circondariale Pagliarelli il cine-convegno “Spunti di cambia-Menti”. L'even..

    Continua a Leggere

  • A Monreale la prima sagra del Buccellato. Il 9 e 10 dicembre cultura, scienza e tecnologie alimentari

    Politica

    Monreale, 23 novembre 2017 - Monreale si prepara al Natale con un dolce evento dal sapore siciliano. Il Collegio di Maria, il 9 e 10 dicembre, ospiterà la prima sagra del buccellato, il biscotto tipico della ricorrenza natalizia. La manifestazione è organizzata dall'Associazione dei Commercianti d..

    Continua a Leggere

  • Monreale, Sandro Russo (PD): “Capizzi riferisca in aula sui responsabili del dissesto finanziario”

    Politica

    Monreale, 23 novembre 2017 - Oggi pomeriggio con molta probabilità il sindaco Capizzi dovrebbe trovare tra i consiglieri presenti in aula almeno quelli necessari per approvare il rendiconto finanziario per l’esercizio 2016. Martedì il numero legale era venuto a mancar..


  • ARS: Marco Intravaia in corsa per il ruolo di capo del cerimoniale

    Politica

    Monreale, 23 novembre 2017 - Si prospetta un ruolo in prima fila per Marco Intravaia all’interno del nuovo organigramma dell’Assemblea Regionale Siciliana. Intravaia, consigliere comunale di Monreale (gruppo misto), è un fedelissimo del Presidente della Regione Nello Mu..


  • Acquapark Monreale