Consiglio comunale, approvato il regolamento IUC, non passano gli emendamenti del M5S

0
tusa big

Monreale, 8 Settembre. Tanti gli argomenti in discussione nel consiglio comunale odierna, che ha visto impegnati i consiglieri comunali dalle ore 10;00 alle 14;15.

Si inizia con i consiglieri Quadrante e Pica che hanno presentato un ordine del giorno, condiviso da tutta la maggioranza teso all’utilizzo dei fondi risparmiati con la diminuzione dei compensi dei revisori dei conti per il potenziamento dei servizi sociali nel nostro Comune.

L’ordine del giorno verrà discusso al prossimo consiglio comunale.

Dopo la lettura ed approvazione dei verbali delle sedute precedenti, è iniziata la discussione riguardo la delibera di convenzione fra Comune ed azienda foreste, proposta dall’amministrazione comunale del nostro paese.

Molti gli interventi in materia, a cominciare dal consigliere Venturella che ha puntato l’accento sul rischio derivante dall’incuria di alcuni proprietari terreni, i quali mettono a rischio l’incolumità di edifici, persone, flora e fauna locale lasciando i loro possedimenti in stato di abbandono. A tal proposito Venturella lamenta una scarsa attenzione da parte dell’amministrazione, che dovrebbe prevedere pene più severe.

Il consigliere ed assessore Giuseppe Lo Coco, in risposta all’intervento precedente, ha sottolineato l’attenzione dell’amministrazione nei confronti della problematica, che sta contestualmente pressando per ottenere una postazione fissa dei vigili del fuoco sul territorio, ed inoltre cercando di fornire attrezzature idonee a intervenire anche alla protezione civile.

Anche il consigliere Guzzo ha sottolineato la necessità di responsabilizzare i privati affinché puliscano i propri terreni, dando però rilievo alle responsabilità dell’amministrazione comunale, che dovrebbe dare l’esempio ripulendo i terreni di propria pertinenza. Sullo stesso registro l’intervento del consigliere Giuliano, che contestualmente ha ricordato la necessità di attivare il gruppo di lavoro relativo al catasto incendi, pena la perdita delle attrezzature e dei fondi forniti dalla regione.

In risposta a questi interventi, il consigliere Gullo ha voluto rimarcare il poco tempo a disposizione dell’attuale amministrazione, che ha iniziato ad operare a Luglio scorso, quando gli interventi necessari sarebbero dovuti iniziare ad Aprile. Nonostante ciò, l’amministrazione ha già attivato il servizio di decespugliamento e pulizia di numerose aree comunali, ad iniziare da Piano Geli.

A questo punto, la discussione si è momentaneamente spostata sul versante delle priorità d’intervento, con i consiglieri Guzzo e Romanotto che chiedevano di conoscere i metodi d’individuazione delle priorità da affrontare, ed i consiglieri Gullo e Giuseppe Lo Coco che sottolineavano l’assoluta trasparenza e linearità delle scelte, legate a priorità della comunità quali la prevenzione incendi e la preparazione del centro cittadino per la visita dei commissari UNESCO.

Posta in votazione la proposta di delibera, la stessa è stata approvata dall’unanimità dei consiglieri presenti.

Ben più articolata la votazione del terzo punto all’ordine del giorno, che riguardava il regolamento della “Imposta unica comunale” (IUC), in vigore da quest’anno nel nostro Comune.

Il regolamento, composto da 80 articoli, dovrebbe entrare in vigore dal primo Gennaio prossimo, ed ha avuto parere positivo da parte della seconda commissione, degli uffici e del collegio dei revisori dei conti, presente in aula durante la discussione.

Prima della votazione riguardante il regolamento in sé, poi approvato con 19 voti favorevoli, 2 astenuti e 8 contrari, sono stati discussi ed esaminati diversi emendamenti allo stesso, che hanno generato diverse discussioni in seno al consiglio comunale.

Nessuno degli emendamenti presentati dal Consigliere del Movimento Cinque Stelle Fabio Costantini (riguardanti l’aumento delle detrazioni per i comportamenti virtuosi, l’annullamento del preavviso per i controlli sul compostaggio domestico, la riduzione dell’IMU per i terreni che pur essendo in zone edificabili non raggiungono l’ampiezza minima consentita per costruire) ha avuto il parere favorevole del consiglio comunale.

Approvati invece gli emendamenti presentati dal consigliere Valeria Viola riguardo alcune precisazioni tecniche al regolamento stesso, con l’aggiunta dei tetti di reddito ISEE agli aventi diritto ad alcune detrazioni.

Anche qui, la discussione è stata lunga ed articolata, e si è protratta fino alle ore 13;00 circa, quando, finalmente, il regolamento generale IUC, con gli emendamenti approvati, è stato messo in votazione ed approvato dalla maggioranza del consiglio comunale.

Si è quindi passati alla discussione relativa alla proposta sulle aliquote TASI, con il consigliere Costantini che ha presentato un emendamento teso alla rimodulazione delle stesse. Infatti, fra le categorie che godranno di esenzione dall’imposta, rientrerebbero secondo Costantini, alberghi, pensioni, aree edificabili ed immobili rurali per attività strumentali. La proposta del consigliere del M5S prevedeva di tassare queste attività dello 0,8permille.

Toni accesi nella discussione derivatane, con il consigliere Gullo che lamentava l’unione delle proposte, che così poste mettevano in discussione la buona fede dell’amministrazione, facendo apparire l’intero apparato della nuova imposta come teso ad agevolare chissà quali interessi economici, eventualità fugata dallo stesso Gullo.

In generale, molti degli intervenuti hanno sottolineato come la tassazione ulteriore delle aree edificabili, proposta da Costantini, porrebbe un freno al settore edilizio, già fortemente fiaccato dalla crisi economica.

L’emendamento, dopo una sospensione di dieci minuti del consiglio comunale, è stato messo in votazione e bocciato dal consiglio comunale.

Il successivo emendamento presentato dall’opposizione (Costantini esculso), ed in particolare esposto dal consigliere Romanotto, prevedeva l’abolizione della TASI nel nostro Comune, sfruttando l’opportunità data dalla legge di ridurre a 0 le aliquote ad essa relative.

Messo in votazione, neppure questo emendamento è stato approvato dal consiglio comunale, che con 1 astenuto 13 voti contrari e 7 favorevoli esprimeva il proprio diniego.

Alla fine della votazione, ed all’inizio della discussione del successivo punto all’ordine del giorno, si è svolta la verifica della presenza del numero legale. I consiglieri comunali dell’opposizione, ad esclusione di Fabio Costantini, hanno infatti abbandonato l’aula, lasciando 14 presenti, cosa che ha reso impossibile il proseguio delle operazioni. Il consiglio comunale ha quindi subito un primo rinvio di un’ora, per poi essere aggiornato a domani alle ore 9;30

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com