Consiglio comunale dell’8 Settembre: cosa succederà

0
tusa big

Sarà forse il consiglio comunale meno popolare dell’anno quello che si terrà Lunedì 8 settembre, alle ore 9.30. Tantissimi i punti all’ordine del giorno da trattare, ma poche divergenze tra le diverse forze politiche.

 

Si comincerà con la discussione sulla convenzione che il Comune dovrà stipulare con l’azienda foreste demaniali della Regione Siciliana. Secondo la legge regionale n.16 del 1996, l’ente potrà usufruire gratuitamente dei servizi forestali (gestione dei terreni boscati, restauro e la miglior azione di giardini pubblici, interventi di forestazione, ecc) e le relative spese saranno a carico dell’Amministrazione forestale stessa. 
Un ordine del giorno su cui sarà difficile trovare in disaccordo maggioranza ed opposizione.

 

Il secondo e il terzo odg saranno molto spinosi per l’Amministrazione comunale: è arrivato infatti il momento di approvare il “REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL’IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)”, la tassa che raggruppa al suo interno l’imposta IMU sul possesso di immobili (escluse le prime abitazioni), la tariffa TARI sulla produzione di rifiuti e quella TASI, che copre i servizi comunali indivisibili (illuminazione, ecc..). 
Molti emendamenti saranno presentati a riguardo e la maggior parte trovano d’accordo tutti.
Se, però, le aliquote TARI e IMU sono già state stabilite nei mesi scorsi e non sono modificabili a causa della mancanza di dati e dell’adesione al piano di riequilibrio finanziario, le aliquote e le detrazioni della TASI dovranno essere stabilite in questo consiglio comunale.
In questo caso maggioranza ed opposizione avranno due posizioni diverse: la prima proporrà l’aliquota massima prevista dalla legge (0,25 per mille) più un’addizionale dello 0,08 per mille, arrivando così al tanto temuto 0,33 per mille che le permetterà comunque di prevedere diverse detrazioni per le fasce più deboli della popolazione; la seconda invece, convinta che anziché aumentare la tassa sia possibile diminuire la spesa, propone diversi emendamenti per azzerare l’aliquota (la legge nazionale lo permette) o, nella peggiore delle ipotesi, portarla al massimo allo 0,25 per mille senza alcuna addizionale e con meno detrazioni. Quest’ultima posizione, però, ha ricevuto parere negativo da parte dei revisori dei conti. L’opposizione ha fatto sapere che perseguirà comunque questa soluzione nonostante, in assenza di copertura finanziaria, ciò potrebbe spingere la Corte dei Conti a chiedere il danno erariale.
Tra gli altri emendamenti che verranno discussi sulla TASI e che troveranno il benestare di tutte le forze politiche ve ne sono anche alcuni presentati dal consigliere Costantini (M5S): non saranno previste detrazioni per gli alberghi, le aree edificabili e le pensioni.

 

Dopo di ciò i consiglieri comunali saranno tenuti a prendere atto delle modifiche apportate, in merito ai contratti a tempo determinato e parziale dei dipendenti comunali, dall’art. 30 della legge regionale n.5 del 2014. Se la Regione Siciliana fino ad oggi ha pagato l’80% degli stipendi dei contrattisti, dal prossimo anno questa sua partecipazione si ridurrà notevolmente, gravando ancor di più sulle casse dell’ente comunale.

 

Al quinto e sesto punto all’ordine del giorno vi saranno i riconoscimenti di due debiti fuori bilancio: il primo inerente alle indennità di carica per il Sindaco e Assessori, oltre che i gettoni di presenza dei consiglieri comunali, per i mesi di Novembre e Dicembre 2012; il secondo inerente alla restituzione agli utenti della quota di tariffa non dovuta riferito al servizio di depurazione. Entrambi gli odg, che troverebbero comunque tutte le forze politiche d’accordo sull’approvazione, rischiano però di essere ritirati a causa di alcuni “errori di calcolo”.

 

In caso di ritiro il Consiglio comunale avrà più tempo per attenzionare, a meno di caduta del numero legale, l’ordine del giorno presentato dal consigliere Antonella Giuliano (Cambiamo Monreale) volto a sollecitare l’Amministrazione a mettere in funzione l’ufficio del Garante dei diversabili. 
Nel marzo scorso, infatti, il gruppo ‪#‎SICAMBIA‬, tramite i consiglieri comunali Massimiliano Lo Biondo e Luigi D’Eliseo, aveva presentato un regolamento a riguardo che era stato approvato dal Consiglio comunale. Il regolamento non era diventato subito esecutivo a causa di alcune modifiche apportate in Consiglio comunale, tra cui quella con la quale si vincolava la validità del regolamento all’approvazione di un Albo comunale delle Associazioni operanti nel territorio ed accreditate alle attività sociali. Questo emendamento era stato approvato nonostante il parere negativo del dirigente dott. Li Vecchi, che lo aveva ritenuto “in contrasto con la normativa in argomento” in quanto la gestione dei servizi sociali è prevista in ambiti sovracomunali. 
Maggioranza ed opposizione sembrano tuttavia d’accordo all’istituzione di questo ufficio e si dovrebbero superare facilmente gli ostacoli attualmente presenti.

 

Un altro argomento di discussione, questa volta su proposta dal consigliere Giuseppe La Corte (Udc), sarà quello della modifica della selezione degli scrutatori della commissione elettorale. In seguito alle innumerevoli polemiche sollevate da diverse forze politiche durante l’ultima campagna elettorale, infatti, si propone di ripristinare il metodo del sorteggio per la selezione di questi, evitando qualsiasi forma di clientelismo da parte dei responsabili della nomina. Sul tema, già discusso anche in prima commissione, probabilmente saranno quasi tutti d’accordo.

 

Con l’ultimo ordine del giorno, il consigliere Fabio Costantini (M5S) chiederà infine la riduzione del 25% dei compensi dei revisori dei conti per destinarli in conto capitale, cioè quindi agli investimenti (costruzione di strade, scuole, infrastrutture, etc.). L’opposizione ha già fatto sapere che voterà contro perché ritiene più opportuno destinare questi fondi ad un’area specifica, come ad esempio la solidarietà sociale, mentre la maggioranza ancora non sembra avere una posizione unitaria sul tema.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com