Monreale. Caputo: ‘Il Duomo diventa area di libera sosta’

0
Araba Fenice desk

Monreale, 1 Settembre – “Doveva essere un piano viario che avrebbe dovuto tutelare le due Piazze e rilanciare il commercio. Nei fatti ha isolato piazza Guglielmo e trasformato Piazza Vittorio Emanuele in un groviglio di autovetture senza alcun controllo da parte della Polizia municipale”. Ad affermarlo è il Rappresentante del Dipartimento Attività Produttive di Forza Italia in Sicilia Salvino Caputo.

Ieri sera il centro storico di Monreale ha registrato un elevato afflusso di visitatori, grazie alla contemporanea presenza della manifestazione di ballo in Piazza Guglielmo II e della sfilata di moda “Operà” presso la terrazza di Villa Savoia. Due richiami che hanno comportato una crescita del traffico automobilistico che si è riversato in Piazza Vittorio Emanuele superandone la normale capacità. Il parcheggio a valle del Duomo, in contrada Cirba, nonostante la vicinanza ed il collegamento pedonale con la piazza, è rimasto praticamente vuoto. Conseguenza: macchine parcheggiate in doppia fila e momenti di traffico automobilistico andato in tilt.

“Non si era mai verificato – ha denunziato Salvino Caputo – che l’ingresso del Duomo, che si appresta a diventare patrimonio Unesco, fosse trasformato in parcheggio selvaggio, complice l’assoluta assenza di controlli e l’incapacità dell’amministrazione comunale di far rispettare un’area di libera circolazione pedonale. A cosa serve – ha aggiunto Salvino Caputo – chiudere Piazza Guglielmo e di fatto spostare la sosta di oltre 100 macchine a pochi metri di fronte il monumento più conosciuto al mondo?

Ancora una volta, – ha concluso Salvino Caputo – come testimoniano le foto di ieri sera, assistiamo a spot senza programmazione”.

Il Vicecomandante della Polizia Municipale, Mario Cusimano, chiamato in causa, intende rispondere:

“La Polizia Municipale non era presente perché aveva utilizzato tutto il personale disponibile nell’arco della giornata nell’operazione eseguita in Piazza Florio, per fare rispettare l’ordinanza che prevede l’apertura del mercato contadino unicamente la prima e la terza domenica di ogni mese. Della mancanza di disponibilità di personale per il pomeriggio e per la sera avevamo dato comunicazione ai carabinieri e all’amministrazione”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com