Presto a Monreale un centro d’ascolto, prevenzione e lotta contro la violenza sulle donne

0
Araba Fenice desk

Monreale, 31 Luglio. Si sono specializzate in “Metodi e strumenti per contrastare la violenza di genere”, nove professioniste monrealesi che hanno partecipato con successo ad un corso sulla tematica organizzato dall’associazione “Pari e Dispari” per il Centro di Prevenzione, Ascolto e Lotta alla Violenza “Lia Pipitone” ed in collaborazione con la cattedra di Psicologia di comunità dell’Università degli Studi di Palermo.

Le professioniste, adesso, hanno gli strumenti necessari ad operare in un centro d’ascolto prevenzione e lotta contro la violenza di genere, e la loro formazione è stata pensata con l’intento di attivare un presidio del genere nel territorio monrealese.

Sono Anna La Corte, dott.ssa in giurisprudenza, gli avvocati Rosaria Messina e Claudia La Sala, le assistenti sociali Angela Ganci, Valentina Alotta e Fortunata Farinella, le psicologhe Francesca Gullo, Maria Teresa Pupella e Liliana Grispino.

Nello specifico, le professioniste hanno acquisito competenze riguardanti una profonda ed aggiornata conoscenza del fenomeno sulla violenza di genere, le dinamiche psicologiche ed i vissuti emotivi legati alla relazione con l’utente vittima di violenza, ed infine, le metodologie e le tecniche comunicative utili a gestire efficacemente la comunicazione con l’utente.

Già pronto anche il luogo ove il centro sarà attivato, grazie alla disponibilità della Curia Arcivescovile che ha messo a disposizione un locale nel centro della città.

L’associazione “Donnattiva” e la sua presidentessa, Ina Modica, in prima fila per questa iniziativa, realizzata grazie al protocollo d’intesa stilato nell’Ottobre scorso con l’associazione “Mille Colori”, in cui si prevedeva l’apertura di un centro d’ascolto in rete con il Centro di Prevenzione Ascolto e Lotta alla Violenza “Lia Pipitone” di Palermo.

“È innegabile”, dichiara Ina Modica “che l’emersione del fenomeno sulla violenza delle donne e ad ogni forma di abuso sulle stesse ha sollecitato a sensibilizzare il nostro territorio monrealese a questi problemi ed a tutte le varie forme di disagio sociale. Presto si aprirà un centro in grado di poter offrire un valido contributo di ascolto a tutti gli utenti che versano in situazioni familiari difficili”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com