Oggi è 15/11/2018

Editoriali

I boschi vanno a fuoco, Pioppo isolato, la regione non investe. Le proposte dei sindacati

La vigilanza sul territorio, con LTI, agenti tecnici, personale amministrativo, operatori dell’antincendio, costituirebbe il vero deterrente per le attività criminali

Pubblicato il 21 luglio 2014

I boschi vanno a fuoco, Pioppo isolato, la regione non investe. Le proposte dei sindacati

E’ molto triste il bilancio dell’incendio, l’ennesimo, che ha investito giovedì 10 Luglio l’area di Tavernello, tra Monreale e Pioppo, e che ha comportato la chiusura di un tratto della SS 186.

Più di 30 ettari di terreno bruciati, in un’area che negli ultimi 12 anni è andata a fuoco 7 volte, quasi sempre seguendo la stessa procedura. Da un terreno privato situato a valle della strada statale 186 si sono sviluppate le fiamme, per cause ancora da accertare, che, tramite un grande tubo di drenaggio dell’acqua piovana posto al di sotto della strada, sono arrivate a monte della stessa investendo il bosco. Il vento ha fatto il resto.

Andati in fumo pini e altre conifere, ultimi residui degli incendi precedenti, anche a causa dell’assenza dei parafuochi.

I dipendenti della Forestale ricordano il 2009 come l’anno più devastante per quell’area di bosco. C’era una piantagione di conifere e latifoglie messe a dimora nel 1998. Il bosco stava per ricrescere. Dopo undici anni venne distrutto l’80% del nuovo impianto, bruciarono anche vecchi alberi.

C’è molta rabbia tra gli operai dell’antincendio, troppo spesso stigmatizzati come responsabili degli incendi. Una rabbia che si scaglia anche contro la politica, incapace di porre seri rimedi. Una vecchia legge, la 353/2000, aveva cercato di porre un argine al fenomeno criminale. Troppo spesso disattesa, prevede che venga elaborato il catasto degli incendi, una mappa delle zone interessate dove, per 5 anni dopo l’incendio, non sarà possibile rimboscare, edificare, effettuare un cambio di destinazione urbanistica, anche se in alcuni casi si può andare in deroga alla norma stessa. La legge consente però il pascolo nell’area interessata, un “vulnus della legge”, asseriscono gli addetti ai lavori. Anche perché il fuoco facilita la crescita del pascolo.

Il dito viene puntato anche contro i sindaci, puntuali nell’emissione di ordinanze che obbligano i privati a realizzare opere di ripulitura dei terreni incolti a prevenzione degli incendi, ma latitanti nell’applicare le dovute sanzioni nei confronti di coloro che le disattendono, che sono tanti, troppi.

Un modello vincente, nella lotta ai criminali responsabili di incendi, è quello applicato in Aspromonte negli anni 2000/2005. Tonino Perna, Presidente del Parco dell’Aspromonte, aveva stipulato un contratto, definito di “responsabilità”, con cooperative, associazioni e imprese sociali alle quali venivano assegnate sottoaree del bosco.

In base al contratto il compenso sarebbe aumentato in modo inversamente proporzionale all’ampiezza della superficie percorsa dal fuoco. Tanto più integro il territorio a fine stagione, tanto maggiore la remunerazione. Questa condizione spinse i lavoratori a svolgere, oltre all’attività di spegnimento, la vigilanza itinerante continua, 24 ore su 24, e fece registrare in 5 anni un abbattimento della superficie incendiata del 90%, su 80.000 ettari di bosco e a fronte di un costo di 200 mila euro l’anno.

In Sicilia, nel corso dell’estate 2014, con meno fondi a disposizione per il comparto anti-incendio e con la possibilità di procedere a minori assunzioni, si potranno realizzare, e con notevole ritardo, solo il 20% dei parafuochi necessari.

La soluzione prospettata da molti sindacati consiste nell’impiegare in maniera razionale gli LTI, gli agenti tecnici, il personale amministrativo, gli operatori dell’antincendio (assunti ma non operativi perché sprovvisti dei dispositivi di prevenzione dagli incidenti), per attività di prevenzione e vigilanza (basterebbero scarpe antiscivolo e abiti ad alta visibilità per evitare incidenti con mezzi in circolazione). I punti sensibili da monitorare sono già previsti dal piano regionale antincendio, oltre che noti grazie all’esperienza sul territorio: Piano Tavernello, Valle Corta (Casaboli), la manca di Aglisotto, contrada Agrifoglio.

La vigilanza sul territorio, associata al monitoraggio svolto dalle torrette, costituirebbe il vero deterrente per le attività criminali.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Truffelli a Monreale per parlare di politica

    Editoriali

    Monreale, 14 novembre 2018 - L'Azione Cattolica "Beata Pina Suriano" di Monreale, presenterà il libro "La P maiuscola. Fare politica sotto le parti" di Matteo Truffelli (docente universitario e Presidente nazionale dell'Azione Cattolica Italiana). L'evento si svolgerà il 15 novembre alle 17 nel Pa..

    Continua a Leggere

  • Aquino, case popolari senza gas. Intervengono gli operai COM.EST.

    Editoriali

    [video width="640" height="352" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2018/11/WhatsApp-Video-2018-11-14-at-13.26.16.mp4"][/video] Monreale, 14 novembre 2018 - Ancora disagi per i residenti delle case popolari di Aquino. Da ieri sera, infatti, le famiglie dei 4 padiglioni si s..

    Continua a Leggere

  • Assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. Ecco come richiederla

    Editoriali

    Monreale, 14 novembre 2018 - Il Distretto Socio Sanitario 42 provvederà agli interventi ammissibili per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare. A darne notizia è il Comune di Monreale.  Gli interessati possono rappresentare la propria situazione pres..

    Continua a Leggere

  • Via Olio di Lino riapre al transito, terminati i lavori di ripristino del manto stradale

    Editoriali

    Palermo, 14 novembre 2018 - Da questa sera sarà di nuovo possibile transitare in via Olio di Lino. I lavori di ripristino della strada termineranno nel pomeriggio, dopo più di una settimana di disagi per i residenti e per chi quotidianamente utilizza questo tratto. Una settimana impegnativa, co..

    Continua a Leggere

  • Tetra Pak, “La Buona Compagnia non si Rifiuta”. Parte oggi la campagna di comunicazione ambientale promossa dal Comune di Monreale

    Editoriali

    Monreale, 14 novembre 2018 - È stata presentata stamane in aula consiliare la campagna di comunicazione ambientale promossa dal Comune di Monreale, in collaborazione con Tetra Pak Italia che  prende il via oggi e si concluderà nel gennaio 2019, pronta a coinvolgere circa 40.000 abit..

    Continua a Leggere

  • Strade Provinciali 94, 95, 103 e 42 travolte dal fango, viabilità bloccata e terreni irraggiungibili

    Editoriali

    Piana degli Albanesi, 14 novembre 2018 - Restano impraticabili le arterie che collegano tra loro Piana degli Albanesi, San Cipirello e le contrade di Arcidocale, Mondaperto e Manali per poi proseguire verso Contrada Aquila e Santuario Madonna di Tagliavia.

    Continua a Leggere

  • Affidamento del campo di calcio “Conca d’Oro”. Per Russo (PD) troppe ombre: “Errori nell’attribuzione di punteggi, danno economico per il comune”

    Editoriali

    Monreale, 13 novembre 2018 - A distanza di alcuni mesi dalla sentenza del TAR della Sicilia che aveva annullato la gara di affidamento del campo di calcio “Conca d’Oro” alla Polisportiva Dilettantistica Calcio Sicilia (

    Continua a Leggere

  • Via Olio di Lino, prevista per domani la riapertura

    Editoriali

    [gallery ids="82653,82652,82651,82650,82649"] Monreale, 13 novembre 2018 - Riaprirà domani via Olio di Lino, entro oggi sarà chiuso lo scavo mentre domani la ditta provvederà ad asfaltare.  Dopo otto giorni dall'apertura della voragine, l'impresa incaricata dall'Amap ha sostituito..

    Continua a Leggere

  • Roccamena richiede lo stato di calamità naturale. Ingenti danni all’agricoltura

    Editoriali

    Roccamena, 13 novembre 2018 - Anche la Giunta Comunale di Roccamena ha approvato la proposta per richiedere lo stato di calamità naturale a causa dei gravi danni subiti durante i giorni di forte maltempo che hanno interessato la Sicilia. [caption id="attachment_76791" align="alignleft" width="30..

    Continua a Leggere

  • Aquino, bollette dell’acqua da 17.000 euro. I residenti “Noi non paghiamo più”

    Editoriali

    Monreale, 13 novembre 2018 — Continua a sgorgare l’acqua dal marciapiede delle case popolari di via Santa Liberata, ad Aquino. L’annoso problema non ha ancora trovato una soluzione, e anzi sembra che le istituzioni non abbiano intenzione di inter..

    Continua a Leggere

  • “AAA locasi ufficio a San Martino delle Scale, prezzi modici”

    Editoriali

    San Martino delle Scale (Monreale), 13 novembre 2018 - Volete lavorare all’aria aperta? Avete bisogno di silenzio e tranquillità per portare avanti il vostro lavoro? Stare in un ambiente chiuso vi crea scompensi respiratori e non vi permette di dare il meglio al vostro datore di lavoro? Adesso..

    Continua a Leggere

  • Monreale, la Lega di Matteo Salvini entra in consiglio comunale. Ne faranno parte Giuseppe La Corte e Giuseppe Romanotto

    Editoriali

    Monreale, 12 novembre 2018 - Questo pomeriggio, nel corso dei lavori del consiglio comunale a Monreale, verrà ufficializzata la nascita del nuovo gruppo consiliare della “Lega”. Il Movimento di Matteo Salvini sarà presente con i consiglieri comunali Giuseppe La Corte (Capogruppo) e Giuseppe Ro..

    Continua a Leggere

  • Avvallamento stradale in Contrada Caputo Cardullo, pozza d’acqua impedisce il transito pedonale

    Editoriali

    Monreale, 12 novembre 2018 - Continua la lista dei danni provocati dal maltempo della settimana scorsa, e fanno luce sui problemi del territorio. ..

    Continua a Leggere

  • La rivincita di Giulia, il cane ha ripreso a correre e vive a Torino

    Editoriali

    [gallery ids="82529,82434,82433,82435"]

    Monreale, 12 novembre 2018 - A distanza di un anno possiamo dire che Giulia è felice, si è riscattata da un incidente che le avrebbe potuto cambiare la vita in peggio, ma fortunatamente non è andata così. È tornata a correre ed intorno ha ge..

    Continua a Leggere

  • Come si differenzia? Padre Elisée lo spiega alla fine della messa domenicale

    Editoriali

    Monreale, 12 novembre 2018 - La plastica deve essere pulita prima di essere gettata così come le lattine. La carta non deve essere sporca e priva di altro materiale. La domenica, a spiegare come differenziare è Padre Elisée, parroco della piccola chiesa di Fiumelato.

    Continua a Leggere

  • Scuolabus a Monreale, dimezzato il prezzo del canone. Si pagheranno 10 € mensili

    Editoriali

    Monreale, 12 novembre 2018 - Cambiano da oggi le tariffe del servizio scuolabus. La Giunta Municipale, dopo la riunione di giovedì scorso, ha stabilito le modifiche da apportare al prezzo degli abbonamenti. Il 24 aprile 2018 erano state stabilite due distinte tariffe in base alla fascia di reddi..

    Continua a Leggere

  • Contenzioso con il comune e la Mirto. L’Ispettorato del lavoro convoca le parti. Il comune nomina un legale

    Editoriali

    Monreale, 12 novembre 2018 - Ancora non si chiude la questione che tiene in sospeso i 28 ex dipendenti della Tech Servizi S.r.l. di Siracusa, prevalentemente monrealesi, che avevano prestato servizio per circa dieci mesi presso la TECH, aggiudicatrice del servizio di gestione del servizio di ..

    Continua a Leggere

  • Danni del maltempo. Monreale, Altofonte e Corleone chiedono stato di calamità, ma alcuni Comuni non fanno altrettanto

    Editoriali

    Roccamena, 12 novembre 2018 - I gravissimi danni causati dall'ondata di maltempo della settimana scorsa non sono bastati all'amministrazione di Roccamena per chiedere lo stato di calamità. Tra i Comuni che hanno segnalato i danni e a cui è stato riconosciuto lo stato di emergenza e di calamità..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com