Oggi è 12/11/2018

Cronaca

Legami di Memoria, Teresi: ‘Oggi questo Stato ha ancora bisogno della mafia’

Una serata in “famiglia” , come la definiscono in molti che partecipano da anni, ma che non ha risparmiato schiaffi alla politica da parte dei due magistrati Teresi e Gozzo.

Pubblicato il 18 luglio 2014

Legami di Memoria, Teresi: ‘Oggi questo Stato ha ancora bisogno della mafia’

Monreale, 18 luglio – “Siamo qui per ricordare Paolo Borsellino ma non possiamo in questo luogo non ricordare Emanuele Basile. Quando venne ucciso, Paolo disse che era stato ammazzato al suo posto e pianse. Da allora gli affidarono la scorta e la nostra vita cambiò. Non potrò mai scordarmi che la sua prima uscita protetto la fece alla comunione di mia figlia”. Così Rita Borsellino ieri sera al Savoia ha voluto ricordare il fratello nell’ambito di “Legami di memoria”, la manifestazione organizzata dall’Arci per fare memoria del 19 luglio 1992.

Una “prima” assoluta: solitamente l’iniziativa è fatta alla biblioteca comunale di Palermo in ricordo dell’ultimo discorso di Borsellino dopo la morte di Giovanni Falcone. Un’occasione, messa in piedi grazie all’infaticabile lavoro del presidente dell’Arci Palermo Tommaso Gullo e ai giovani di Arci Link, mal colta dai monrealesi che si sono presentati in pochi all’appuntamento al quale hanno partecipato anche Sarina Ingrassia, il procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi, il collega Domenico Gozzo, anch’esso procuratore aggiunto a Caltanisetta, l’assessore Ignazio Zuccaro e il consigliere comunale Marco Intravaia

Una serata in “famiglia” , come la definiscono in molti che partecipano da anni, ma che non ha risparmiato schiaffi alla politica da parte dei due magistrati: “In questi anni ci siamo resi conto che stiamo sbattendo contro un muro di gomma impenetrabile di fronte a certe scomode verità. Si preferisce smussare gli spigoli di fatti avvenuti 22 anni fa; svelarli sarebbe dirompente per la politica. Malgrado le evoluzioni momentanee la politica non è mai cambiata perché non ha vinto la logica della guerra ma ha vinto la logica della connivenza. Oggi questo Stato ha ancora bisogno della mafia”, ha spiegato Vittorio Teresi. Parole rincarate da Gozzo: “In questi cinque anni a Caltanisetta ho visto smemorati che dopo anni ricordavano brani di una verità che erano riusciti a nascondere per 18 anni. Avremmo bisogno di un pentito politico” E facendo riferimento alle intercettazioni tra Nicola Mancino e l’allora titolare del potere disciplinare: “Forse non è vero che questi politici non parlano chiaramente. Forse parlano chiaramente tra di loro, non se sono in udienza o ad una manifestazione come questa. Sulle nostre teste si stava giocando un gioco molto più grande di noi. Sulle nostre divisioni qualcuno poteva speculare. Quello che hanno cercato di fare, imporre a una procura un determinato orientamento, non era mai accaduto. Nessuna delle procure in campo aveva mai preteso ciò”. Un clima pesante ma sotto controllo secondo Teresi convinto “che in questo momento alla mafia creare nuovi martiri ed eroi non serve. Un attentato in questo momento sarebbe un errore strategico di Cosa Nostra e costringerebbe la politica a cambiare determinati percorsi”.

I due non hanno risparmiato critiche nemmeno al Governo Renzi: “Vorremmo sapere – ha ironicamente detto Gozzo – cosa si sta facendo nel campo della giustizia in questo momento. In realtà ancora non c’è niente di definito soltanto alcune slide, probabilmente già pronte per qualche conferenza stampa del nostro premier ma ancora di norme scritte non ce ne sono. Non ci siamo potuti confrontare con quelle che potrebbero essere le difficoltà sul campo della responsabilità personale dei magistrati”.

Dello stesso parere il procuratore aggiunto di Palermo: “Aspetto con trepidazione le proposte. Ho sentito parlare di mobilità a proposito della mancanza di organico. La mobilità cozza con il principio costituzionale della inamovibilità del magistrato che resta una garanzia per i cittadini. Siamo ancora in uno stallo. Non vedo quell’ansia di superare i problemi che abbiamo”. Teresi non ha risparmiato critiche anche al Governo nemmeno in merito alla vicenda Errani: “Mi stupisce un atteggiamento di garantismo forte, deciso, determinato quando si è dimesso Vasco Errani. Da parte della politica vicina non è uscita una parola sul merito delle accuse ma solo parole di difesa per riaffermare il principio di non colpevolezza che viene chiamato impropriamente di innocenza. Ma non è così”.

Probabilmente questa di Monreale sarà l’unica manifestazione cui parteciperà l’ex collaboratore di Borsellino stanco “dell’ormai consunta etichetta dell’antimafia, utilizzata a destra e a manca. Ormai è sbiadita, non si legge più bene, non si capisce cosa voglia dire. Quale faccia ha oggi l’antimafia sociale?”. Le ultime parole di Gozzo sono state dedicate al tema della famosa trattativa: “Che Stato vogliamo? Vogliamo uno Stato che tratta con la mafia? Lo Stato può far tutto. Il problema è: noi cittadini vogliamo che lo Stato tratti con la mafia e lo faccia sul sangue dei morti? Noi siamo stati accusati di essere una casta di giudici che mette la morale nell’amministrazione della giustizia”.

Un parere sostenuto anche da Teresi: “Trattare rientra nei poteri del Governo. Se il problema fosse di stabilire realmente che trattare con la mafia, concedere qualcosa per assicurarsi di non avere più stragi, allora potrebbe rientrare nei poteri di un Governo. Ma nella trattativa di cui stiamo parlando la parte mafia metteva sul piatto della bilancia le altre stragi che ha fatto. Per ottenere di più non ha minacciato di fare stragi le ha eseguite. Non è un fatto morale ma non è stato capito che si aveva a che fare con qualcuno che per ottenere benefici ammazzava le persone. Questo è un fatto doloso, penalmente rilevante”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Avvallamento stradale in Contrada Caputo Cardullo, pozza d’acqua impedisce il transito pedonale

    Cronaca

    Monreale, 12 novembre 2018 - Continua la lista dei danni provocati dal maltempo della settimana scorsa, e fanno luce sui problemi del territorio. ..

    Continua a Leggere

  • La rivincita di Giulia, il cane ha ripreso a correre e vive a Torino

    Cronaca

    [gallery ids="82529,82434,82433,82435"]

    Monreale, 12 novembre 2018 - A distanza di un anno possiamo dire che Giulia è felice, si è riscattata da un incidente che le avrebbe potuto cambiare la vita in peggio, ma fortunatamente non è andata così. È tornata a correre ed intorno ha ge..

    Continua a Leggere

  • Come si differenzia? Padre Elisée lo spiega alla fine della messa domenicale

    Cronaca

    Monreale, 12 novembre 2018 - La plastica deve essere pulita prima di essere gettata così come le lattine. La carta non deve essere sporca e priva di altro materiale. La domenica, a spiegare come differenziare è Padre Elisée, parroco della piccola chiesa di Fiumelato.

    Continua a Leggere

  • Scuolabus a Monreale, dimezzato il prezzo del canone. Si pagheranno 10 € mensili

    Cronaca

    Monreale, 12 novembre 2018 - Cambiano da oggi le tariffe del servizio scuolabus. La Giunta Municipale, dopo la riunione di giovedì scorso, ha stabilito le modifiche da apportare al prezzo degli abbonamenti. Il 24 aprile 2018 erano state stabilite due distinte tariffe in base alla fascia di reddi..

    Continua a Leggere

  • Contenzioso con il comune e la Mirto. L’Ispettorato del lavoro convoca le parti. Il comune nomina un legale

    Cronaca

    Monreale, 12 novembre 2018 - Ancora non si chiude la questione che tiene in sospeso i 28 ex dipendenti della Tech Servizi S.r.l. di Siracusa, prevalentemente monrealesi, che avevano prestato servizio per circa dieci mesi presso la TECH, aggiudicatrice del servizio di gestione del servizio di ..

    Continua a Leggere

  • Danni del maltempo. Monreale, Altofonte e Corleone chiedono stato di calamità, ma alcuni Comuni non fanno altrettanto

    Cronaca

    Roccamena, 12 novembre 2018 - I gravissimi danni causati dall'ondata di maltempo della settimana scorsa non sono bastati all'amministrazione di Roccamena per chiedere lo stato di calamità. Tra i Comuni che hanno segnalato i danni e a cui è stato riconosciuto lo stato di emergenza e di calamità..

    Continua a Leggere

  • Palermo vs Pescara  3-0. I Rosanero meritano la Serie A

    Cronaca

    Palermo, 12 novembre 2018 - Stellone cala il tris al Barbera e lancia un messaggio chiaro al campionato.  Il Palermo vince con autorità con un ottimo Pescara togliendo il primato in campionato, con una gara in meno da giocare in virtù della compos..

    Continua a Leggere

  • Arriva l’influenza di stagione, parte la campagna vaccinale

    Cronaca


  • Una sforbiciata dallo stile unico: Franco Lo Coco al Farmaca International

    Cronaca

    [gallery ids="82475,82474,82473,82472,82471,82470,82469,82468,82467,82466,82465,82464,82463,82462,82461,82460,82459,82458,82457,82456,82455,82454,82453,82452,82451,82450,82449"]

    Palermo, 11 novembre - 2018 Una domenica all'insegna della moda capelli al San Paolo Palace, teatro dello Sh..

    Continua a Leggere

  • Volley, week end agrodolce per la Primula

    Cronaca

    Monreale, 11 novembre 2018-Esordio amaro per la Primula che alla prima giornata di campionato di Pallavolo della Serie D Femminile sabato pomeriggio ha affrontato in casa la formazione del Cinisi perdendo per 3-0. La squadra d..

    Continua a Leggere

  • Roccamena, 50 alberi rischiano di essere abbattuti. Cittadini chiamano Legambiente

    Cronaca

    Roccamena, 11 novembre 2018 - A Roccamena si paventa una strage di alberi. Sono più di 50 le piante che rischiano di scomparire dalle strade del piccolo centro del Palermitano. Precisamente nella zona di parziale trasferimento, ossia quella della ricostruzione post sisma del Belice del 1968 che è ..

    Continua a Leggere

  • L’Atletico Monreale batte 2 a 1 lo Sporting Termini. Il bomber Tarallo traccia la vittoria della squadra monrealese

    Cronaca

    [gallery ids="82394,82393,82392,82391,82390,82389,82388,82387,82386"] Monreale, 11 novembre 2018 - Una partita vietata ai deboli di cuore è stata  quella di ieri, disputata ai campetti Archimede, che ha visto confrontare le due compagini sportive, i padroni di casa l'Atletico Monreale e gl..

    Continua a Leggere

  • Fontana del Pozzillo tra erbacce e rifiuti. Così vengono valorizzati i monumenti storici a Monreale

    Cronaca

    [gallery ids="82350,82349,82359"] Un bel biglietto da visita per i turisti e le scolaresche che si recano a visitare lo storico quartiere del Pozzillo, in via Antonio Veneziano la fontana è da tempo diventata una piccola discarica. Più volte lo stato dei luoghi è stato segnalato e ripulito ma ..

    Continua a Leggere

  • Conferenza Palermo sulla Libia, il Premier Conte: “Italia sostiene strategia Onu”

    Cronaca

    "Il 12 e il 13 novembre si terrà a Palermo la Conferenza per la Libia, un evento organizzato in stretta collaborazione con la missione di supporto delle Nazioni Unite. L’obiettivo è dare un contributo concreto al percorso di stabilizzazione del Paese in pieno accordo con i principali attori poli..

    Continua a Leggere

  • Giuseppe Liotta, questa mattina a Palermo il funerale

    Cronaca

    Palermo, 10 novembre 2018 - Si sono tenuti questa mattina, a Palermo, presso la Parrocchia M. Ss. Madre della Chiesa, i funerali di Giuseppe Liotta, il medico rimasto u..

    Continua a Leggere

  • Cittadinanza Attiva: Fabrizio Steri “Cambiamo noi per far sì che avvenga un cambiamento”

    Cronaca

    [gallery ids="82321,82320,82319,82318,82317"] Monreale, 10 novembre 2018 - Ieri, nel magnifico palazzo arcivescovile di Monreale, si è svolto il primo incontro del “percorso di formazione alla cittadinanza attiva”. Come possono dei semplici civili diventare dei cittadini attivi uniti in u..

    Continua a Leggere

  • Monreale, rissa tra dipendenti della società di raccolta rifiuti. Intervengono i carabinieri

    Cronaca

    Monreale, 10 novembre 2018 - È di due persone denunciate a piede libero per resistenza a pubblico ufficiale il bilancio di una rissa scoppiata in pieno centro di Monreale nel corso della serata di ieri. La vicenda si è svolta nella piazza principale della città e non è chiara la motivazione che..

    Continua a Leggere

  • “Contratto di fiume e di costa Oreto”, siglato primo atto formale fra i sindaci di Palermo, Monreale e Altofonte

    Cronaca

    Palermo, 09 novembre 2018 - Si è svolta oggi, presso l'auditorium dell'Assessorato regionale Territorio e Ambiente, la prima conferenza programmatica sul recepimento nella Regione Siciliana del "Contratto di fiume". Con la regia dell'assessore Toto Cordaro, è stato siglato il primo atto formale..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com