Oggi è 19/11/2018

Cronaca

Mons. Michele Pennisi: “Fuori la Mafia dalle Confraternite”. L’intervista

Alcune Confraternite della Diocesi commissariate per permettere la modifica dello Statuto e mettere al bando mafiosi e condannati

Pubblicato il 10 luglio 2014

Mons. Michele Pennisi: “Fuori la Mafia dalle Confraternite”. L’intervista

Solo alcuni giorni fa il presidente dei vescovi calabresi, Monsignor Salvatore Nunnari, dichiarava alla stampa che “Bisogna avere il coraggio di fermare le processioni”.

L’Arcivescovo di Monreale, Mons. Michele Pennisi, già lo scorso Maggio aveva affrontato di petto la questione, emettendo un decreto per tenere fuori dalle Confraternite religiose gli appartenenti ad associazioni di stampo mafioso.

Mons. Pennisi, da quando si è insediato nell’arcidiocesi di Monreale, il 26 Aprile 2013, ha seguito con particolare attenzione la nascita di nuove Confraternite. “In un paese della Diocesi – racconta l’arcivescovo – alcuni laici, devoti di un Santo, mi hanno chiesto l’autorizzazione a creare una nuova Confraternita. Non avendo riscontrato una reale volontà di manifestare la propria fede, ho chiesto loro di confessarsi, di pentirsi dei peccati e di donare alle esigue casse del Comune i soldi predestinati ai giochi d’artificio”.

E’ un territorio difficile quello di competenza della Diocesi monrealese, troppo spesso al centro della cronaca giudiziaria. 28 comuni, 88 parrocchie, raggruppate nei vicariati di Bisacquino, Carini, Corleone, Monreale, Partinico e San Giuseppe Jato. 230.000 battezzati su una popolazione di 234.300.

Con il decreto emesso il 5 Maggio Mons. Pennisi ha stabilito che negli Statuti delle Confraternite dell’Arcidiocesi “non possono essere accolti coloro che appartengono ad associazioni di stampo mafioso o ad associazioni più o meno segrete contrarie ai valori evangelici ed hanno avuto sentenza di condanna per delitti non colposi passata in giudicato”.

Non tutte le Confraternite hanno accolto la modifica di buon grado. “Alcuni consigli direttivi, con statuti risalenti anche all’800, avevano rivendicato la propria autonomia. E’ sbagliato. Le Confraternite devono invece sottostare al loro vescovo. Ho dovuto allora nominare dei commissari che hanno proceduto con solerzia ad integrare lo statuto”.

Gli statuti delle Confraternite contenevano la sola esclusione per coloro che sono contrari alla fede cristiana. “L’adesione alle organizzazione mafiose per alcuni presidenti non rappresentava quindi un ostacolo. Ho così precisato nero su bianco l’incompatibilità tra l’essere mafioso e la partecipazione alla vita cristiana”.

Per Mons. Pennisi non si tratta solamente di un fatto formale. Per il mafioso farsi vedere vicino alla chiesa è importante.

“Al mafioso non interessa manifestare la propria fede, ma acquisire quella visibilità e quella credibilità sociale che la partecipazione ad una processione con tanto di vestito o di divisa gli concede”.

L’essere allontanati pubblicamente dalla Chiesa assume quindi una profonda valenza. Tanto più la scomunica.

“La scomunica è già presente in alcuni documenti dell’Episcopato siciliano. Il problema è che per notificarla al mafioso questi si deve confessare. Però le parole pronunciate da Papa Francesco a Sibari sono state significative e lo si è visto dalla reazione registrata nelle carceri dai detenuti che hanno disertato la messa. Chi doveva capire ha capito”.

“Già era successo con il cardinale Pappalardo”. Mons. Pennisi racconta un episodio. “Aveva parlato contro la mafia durante un funerale e poi si era presentato in carcere per celebrare la messa con i detenuti. Si trovò dinanzi ad un’aula semivuota”.

“Certi messaggi alla mafia arrivano, e possono suscitare gravi reazioni”. Mons. Pennisi ricorda l’omicidio di don Puglisi e i due attentati in due chiese a Roma, San Giorgio al Velabro e San Giovanni in Laterano, nell’estate del 1993. “A Maggio Papa Giovanni Paolo II aveva lanciato l’anatema contro la mafia, e i mafiosi avevano reagito”.

L’arcivescovo approfitta di ogni circostanza per affrontare con i giovani la questione del rapporto con la mafia: “Anche durante le Cresime dico ai giovani di esercitare la libertà dei figli di Dio, che è libertà dalla mafia, dal pizzo, dall’usura, dalla droga. Coloro che uccidono o opprimono gli altri con la violenza di stampo mafioso, con il pizzo, con l’usura, con il commercio della droga, anche se partecipano alle processioni, non possono dirsi seguaci e devoti di Cristo ma dell’Anticristo”.

Però la porta della Chiesa non è sbarrata definitivamente per il mafioso che ha ancora la possibilità di redimersi. “Chi è disponibile a cambiare vita, non solo a confessarsi ma a rompere con il sodalizio criminale e a riparare al male fatto, può rientrare nella Chiesa”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Riaperto il bando Sport e Periferie, Guzzo e Giuliano: “Siamo disposti a impiegare tecnici a titolo gratuito per presentare il progetto”

    Cronaca

    Monreale, 19 novembre 2018 - Con la Legge di Bilancio 2018 viene riaperto il bando "Sport e Periferie", con il quale viene data la possibilità a Pubbliche amministrazioni, istituzione scolastiche di ogni ordine e grado anche comunali ed enti no profit di realizzare, rigenerare o completare gli impi..

    Continua a Leggere

  • Eternit, bonificate via Pezzingoli, via Linea Ferrata e Strazzasiti. A breve l’intervento anche nelle frazioni

    Cronaca

    Monreale, 19 novembre 2018 -È stato spruzzato e poi imballato l'amianto presente in via Pezzingoli, Linea ferrata e Strazzasiti. Nei giorni a seguire verrà ritirato dalla ditta specializzata incaricata dal Comune di Monreale, i lavori sono stati seguiti dal tecnico comunale. Successivamente l'inte..

    Continua a Leggere

  • M5S. Costantini: “Il Movimento 5 Stelle può avere un solo candidato sindaco, e sono io”

    Cronaca

    Monreale, 19 novembre 2018 - “Il Movimento 5 Stelle può avere un solo candidato sindaco, e sono io”. Su questo aspetto Fabio Costantini, consigliere comunale del movimento di Di Maio, vuole sgombrare ogni dubbio e fare chiarezza. Nella corsa per le prossime amm..

    Continua a Leggere

  • Temporali al Sud, a rischio le zone Meridionali colpite dall’alluvione di Novembre

    Cronaca

    Monreale, 19 novembre 2018 -Attualmente siamo interessati da un forte flusso di correnti meridionali. Dalla tarda nottata e con l'arrivo del fronte perturbato avremo un drastico calo delle temperature, a Corleone scenderanno anche di 7/8 gradi, e sarò  molto probabile la formazione di man..

    Continua a Leggere

  • Liceo D’Aleo, problemi d’infiltrazioni d’acqua. Capizzi: “Nessun pericolo di cedimenti strutturali o di inagibilità”

    Cronaca

    Monreale, 19 novembre 2018 -"Ho avuto questa mattina un incontro con le mamme all'istituto D’Aleo. Loro hanno anche chiamato i Vigili del Fuoco che non hanno riscontrato pericoli di cedimenti strutturali o di inagibilità. Già dal pomeriggio di oggi la Provincia si sta attivando per risolvere il ..

    Continua a Leggere

  • Rendiconto di Gestione 2017. Il consigliere Giorgio Rincione va in soccorso della maggioranza

    Cronaca

    Monreale, 19 novembre 2018 - È stata approvata questa mattina in consiglio comunale la relazione dei revisori dei conti sul rendiconto di gestione 2017. Con 11 voti favorevoli e 10 astenuti è passato il documento che aveva tenuto con il fiato sospeso diversi dipendenti comunali. Solo vener..

    Continua a Leggere

  • Pioggia di soldi per impianti di videosorveglianza. 400.000 € a San Giuseppe, 250.000 a San Cipirello, 273.000 a Piana degli Albanesi. Finanziati anche Camporeale, Partinico, Roccamena, Corleone. Monreale assente (L’elenco completo)

    Cronaca

    Palermo, 19 novembre 2018 - Una pioggia di soldi arriverà ai comuni dal Ministero dell’Interno per finanziare l’installazione di sistemi di videosorveglianza nell’ambito dei “Patti per l’attuazione della sicurezza urbana”. Il decreto è stato firmato il..

    Continua a Leggere

  • Roccamena. L’ing. Fiorentino replica al sindaco Ciaccio: “Il capo UTC non può essere revocato né sostituito con reclutamento fiduciario”

    Cronaca

    Roccamena, 19 novembre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota inviata dall'ing. Salvatore Fiorentino in relazione all’articolo pubblicato su questa testata ieri, 18 novembre 2018, riguardante il Comune di Roccamena, dal titolo:

    Continua a Leggere

  • Vittoria schiacciante per il Monreale contro il Finale. Comincia a prendere corpo l’impronta di Sorrentino

    Cronaca

    Monreale, 18 novembre 2018 - Ieri la prima trasferta per l'Atletico Monreale, e non tardano ad arrivare i primi tre punti ai danni del Finale a Pollina. I ragazzi rossoblu di mister Davide Sorrentino hanno piegato una squadra tosta con una doppietta di Ferraro, una di Lo Giudice e i goal di Costanti..

    Continua a Leggere

  • Roccamena, il sindaco nomina esperto a 1.800 € al mese. L’opposizione insorge: “Ennesimo spreco”. Ciaccio difende la sua scelta: “Il comune risparmia”

    Cronaca

    Roccamena, 18 novembre 2018 - Il 7 novembre il sindaco del comune di Roccamena, Tommaso Ciaccio, ha nominato un consulente in qualità di “esperto del Sindaco”, in materia di protezione civile, ambiente e servizio idrico integrato. Si tratta del dott. Onofrio Maurizio Todaro, che come si legge d..

    Continua a Leggere

  • Il Mosaico, ancora nessuna coalizione ma tanti interlocutori. “Buon dialogo con Monreale Bene Comune, ma rimangono ancora le distanze”

    Cronaca

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è tenuto oggi pomeriggio, alle 17.30 presso i locali del Collegio di Maria, l'Assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti de "Il Mosaico". Il Movimento, presentato il

    Continua a Leggere

  • “I Beni Culturali Ecclesiastici Tutela e protezione tra presente e futuro”, se ne parlerà martedì nel Palazzo Arcivescovile di Monreale

    Cronaca

    Martedì 27 novembre, alle ore 9.00, presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale, si svolgerà il convegno su “Beni culturali ecclesiastici: tutela e protezione tra presente e futuro", organizzato dall'Arcidiocesi di Monreale con il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Palermo. Il fine è quello ..

    Continua a Leggere

  • Caputo: “Project Financing con privati e istituti bancari per creare un parcheggio multipiano in contrada Cirba”

    Cronaca

    Monreale, 17 novembre 2018 -  Un parcheggio multipiano a valle di contrada Cirba attraverso un sistema di Project Financing coinvolgendo imprenditori privati e istituti bancari nella sua costruzione e gestione. È questa la proposta av..

    Continua a Leggere

  • Assistenza igienico-sanitaria disabili, dalla Regione oltre sei milioni di nuove risorse

    Cronaca

    Palermo, 17 novembre 2018 - L’assessore regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali Mariella Ippolito ha provveduto a reperire somme aggiuntive per 6 milioni e quattrocentoseimila euro, per dare un ulteriore contributo alle Città Metropolitane ed ai Liberi Consorzi di Comuni per l’assis..

    Continua a Leggere

  • Elezioni a Corleone, Saporito sceglie la sua squadra di assessori e vicesindaco

    Cronaca

    Corleone, 17 novembre 2018 - Il candidato Sindaco Salvatore Saporito scioglie le riserve indicando come assessori la dottoressa Francesca Benigno, psicologa, e Mario Orlando, animatore dello sport corleonese. Il dottor Giuseppe Crapisi e l’imprenditore Antonio Navarra erano già stati designati al..

    Continua a Leggere

  • Scatta l’arresto a Partinico, trovati 25 grammi di cocaina in un deposito

    Cronaca

    Partinico, 17 novembre 2018 - È stato arrestato questa mattina Giuseppe Pellitteri, di anni 61, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Presso un deposito del Pellitteri sono stati trovati 25 grammi di cocaina suddivisi in 25 dosi e 10 grammi non confezionati e 70 eu..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Commemorazione del Carabiniere Rosario Pietro Giaccone, ucciso dalla mafia

    Cronaca

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è svolta oggi, presso il cimitero di Monreale, la cerimonia di commemorazione dell'omicidio del Car. Aus. – in congedo – Rosario Pietro Giaccone, Medaglia d’oro al valor civile. L'omicidio era avvenuto il 17 novembre 1986 ad opera della mafia per rappresagli..

    Continua a Leggere

  • Aquino, negozi allagati. L’edicolante: 2000 € di danni. La rabbia degli esercenti FOTO E VIDEO

    Cronaca

    [gallery ids="83112,83098,83091,83088,83087,83085,83083,83073,83069,83067,83065,83068"] Monreale, 17 novembre 2018 - Aquino conta i danni causati dal forte temporale di questa notte. La frazione monrealese è tra le aree più colpite dalle forti acque che sono entrate nei locali della piazza. Dan..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com