Oggi è 26/05/2018

Eventi

“Risorsa differenziata”, primo incontro Sabato pomeriggio presso il “Circolo Italia”

“Una specie che distrugge il proprio ambiente distrugge se stessa” (G. Bateson)

Pubblicato il 7 luglio 2014

“Risorsa differenziata”, primo incontro Sabato pomeriggio presso il “Circolo Italia”

Monreale, 7 Luglio. Ha avuto luogo Sabato 5 Luglio, il primo della serie di incontri sulle problematiche dei rifiuti “Risorsa differenziata”, organizzato dal biologo Sergio Calderaro in collaborazione con varie associazioni del territorio (clicca qui).

Relatori della giornata, che ha avuto scopo introduttivo ed esplicativo delle potenzialità del ciclo legato alla raccolta differenziata come metodo risolutivo per l’emergenza rifiuti, lo stesso dott. Calderaro, nonché il dott. Ino Genchi e la dott.ssa Gabriella Filippazzo.

Ad introdurre i lavori, Sergio Calderaro, che ha voluto chiarire col suo intervento, di cosa si parla quando si pensa ai rifiuti.

Esponendo i vari materiali che sono comunemente presenti in un sacchetto di rifiuti, Calderaro ha voluto far notare ai presenti, un gruppo di cittadini che è stato molto partecipativo nel corso dei lavori, quanti anni debbano passare perché alcune di queste componenti si degradino: scopriamo così che perché il vetro si degradi, ci vogliono almeno 4.000 anni, ad esempio, e che per questi motivi, in alcune discariche del nord Europa ed America si sta procedendo a degli scavi per recuperare l’alluminio o altre risorse.

In seguito, Calderaro ha affermato che anche l’ormai nota tecnica della “pirolisi”, presentata ai monrealesi durante la campagna elettorale, non sia altro che un impianto di termovalorizzazione sotto mentite spoglie, e che i risultati della combustione in assenza di ossigeno sono imprevedibili quanto quelli dei normali inceneritori. Il processo che porterebbe i rifiuti ad essere smaltiti tramite l’impianto a pirolisi, inoltre, comporterebbe una prima differenziazione fra rifiuti umidi e secchi, rendendo così più conveniente procedere ad una completa differenziazione.

In seguito è intervenuta la dott.ssa Gabriella Filippazzo, membro dell’ISDE, che ha approfondito alcuni aspetti delle attuali metodiche di smaltimento dei rifiuti, con particolare attenzione ai cosiddetti termovalorizzatori, che, come ha fatto notare, altro non sono che comuni inceneritori (a tal proposito, la dott. Filippazzo ha posto l’accento anche sulla questione semantica: il termine “termovalorizzatore”, infatti, esiste solo nella nostra lingua).

Alcuni esempi concreti, addotti dalla dottoressa dell’ISDE, hanno reso più chiari i concetti da lei espressi: in riferimento al termovalorizzatore di Brescia, e ad alcuni studi comparativi fra il modello “inceneritore” ed il modello “Priula”, le analisi hanno evidenziato come, su un milione di tonnellate di rifiuti da smaltire, il trattamento con inceneritore produca un residuo di 210.000 t di materiale da conferire in discariche speciali, quello della raccolta differenziata e del cosiddetto trattamento a freddo solo 100.000 t.

Ma le cifre si fanno sorprendenti guardando alle conseguenze sulla salute di un inceneritore: studi scientifici documentati su scala mondiale hanno confermato che, nelle zone esposte ai fumi provenienti dalla combustione dei rifiuti, l’incidenza dei sarcomi aumenta del 44% rispetto al normale, la mortalità aumenta di 10,97 volte e le neoplasie infantili hanno un rischio relativo di 2,1 volte maggiore di ciò che si registra in media. In sintesi, polveri sottili e diossine (riconosciute dal 1997 come cancerogeno certo), per la loro conformazione producono modificazioni epigenetiche nell’uomo.

La dottoressa Filippazzo ha, in chiusura d’intervento, esposto le azioni concrete da attuare per una corretta gestione dei rifiuti: “Un’azione fondamentale da attuare sarebbe quella di riuscire ad intervenire sulla politica mondiale, nazionale, regionale e locale. Parola chiave, a livello locale, deve essere il “trasferimento in adeguata filiera”, che elimina il proliferare di “discariche incontrollate”, come sono quelle Bellolampo e Mazzarà Santandrea”.

A seguire l’intervento della dott.ssa Filippazzo, quello del dott. Ino Genchi, dal titolo : “ma i rifiuti sono rifiuti? Il futuro non si butta”.

Nell’introdurre la sua analisi, il dott. Genchi ha esposto la condizione di una regione, quella siciliana, commissariata, per ciò che riguarda i rifiuti, fin dal 1999, e che in 15 anni non è riuscita a risolvere la questione.

Anche l’opinione pubblica ha le sue responsabilità in questo senso, dato che l’attenzione di media e cittadini si rivolge al problema solo in presenza di fatti eclatanti, come la sospensione del servizio di raccolta.

Entrando poi nel merito della questione, Genchi ha voluto sottolineare le due vie di approccio allo smaltimento dei rifiuti, una problematica che nasce nella nostra epoca con l’introduzione dei materiali plastici: quella delle “due F”, che identificano il processo di conferimento in discarica (“la via del fosso”) e di incenerimento (“la via del fuoco”), e quella delle “cinque R” (riduzione a monte, riuso, riciclo, raccolta porta a porta e riprogettazione), che fa invece riferimento ad una corretta filiera di smaltimento e raccolta differenziata.

Il processo di conferimento in discarica è un metodo che porta ad un binario morto, poiché prima o poi le discariche tendono a riempirsi e non essere più utilizzabili; anche il processo di incenerimento non risolve il problema, non fosse altro perché, come anticipa il principio di conservazione della massa, il fuoco non fa diminuire la massa dei rifiuti, semplicemente trasferisce una parte di essa nel comparto aereo, generando le conseguenze esposte dalla dott. Filippazzo.

Ma, andando ancor più nello specifico, la questione da affrontare è anche un’altra: c’è un motivo per cui l’inceneritore è conveniente, se si eccettua il guadagno che ne hanno costruttori e gestori?

Qui, le risposte del dott. Genchi sono illuminanti:

-incenerire non elimina le discariche, in quanto le ceneri, i residui, devono comunque occupare uno spazio;

-incenerire sciupa energia, mentre riciclare è energicamente vantaggioso;

-incenerire fa aumentare l’effetto serra;

-incenerire ruba risorse, perché ci fa sciupare materie prime che potrebbero essere riutilizzate;

-incenerire costa di più, rispetto alle altre fonti di produzione energetica;

-incenerire inquina: il processo, infatti, produce circa 250 molecole chimiche, alcune talmente tossiche che vanno misurate in picogrammi, la miliardesima parte del grammo, su metro cubo;

-l’inceneritore non sviluppa lavoro: quello di Brescia, ad esempio, costato 300milioni di euro, produce lavoro per circa 70 persone. Con la stessa cifra, il ciclo della raccolta differenziata, può dare lavoro a 3.000 persone, con un impatto occupazionale molto superiore.

Qual è quindi, la cura che propone il dott. Genchi?

La soluzione è da cercare in una corretta attuazione della raccolta differenziata porta a porta, che permette di differenziare bene e selezionare il materiale all’origine, conseguentemente abbattendo i costi per i cittadini.

La parte umida può essere facilmente trasformata in compost, attraverso l’impianto di una biocella che lavora quasi a temperatura ambiente, mentre tutto ciò che resta può essere utilizzato per produrre (anche con la tecnologia italiana di Carla Poli, del centro riciclo di Vedelago), una speciale Sabbia sintetica, che ha tantissimi utilizzi.

A livello politico, poi, il cittadino va incentivato, facendogli capire che ne ha un guadagno diretto ed indiretto.

La giornata si è quindi conclusa, con i presenti soddisfatti e desiderosi di una maggiore partecipazione di cittadini e parti politiche ad iniziative del genere, che possono aprire concrete possibilità di recupero per quella che attualmente è un’emergenza continua.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Arresti a Monreale e avvisi di garanzia. Banda gestiva il cimitero VIDEO e INTERCETTAZIONI

    Eventi

    Monreale, 26 maggio 2018 - Questa mattina, a partire dalle prime luci dell'alba, i carabinieri di Monreale sono impegnanti nell'operazione di esecuzione del..

    Continua a Leggere

  • Cimitero degli orrori a Monreale. Arrestate 4 persone e numerosi avvisi di garanzia

    Eventi

    Monreale, 26 maggio 2018 - Stamattina, su ordine della Procura della Repubblica di Palermo, i Carabinieri della Compagnia di Monreale in esecuzione di un’Ordinanza del G.I.P. presso il Tribunale di Palermo hanno arrestato 4 persone e sottoposto una quinta alla misura cautelare coercitiva d..


  • “La mafia uccide, il silenzio pure”

    Eventi

    Monreale, 25 maggio 2018 - La Feltrinelli di Palermo Giovedì 31 maggio alle ore 18:30 dedica un intenso pomeriggio alla memoria di Peppino Impastato, nell’anno in cui ricorre il quarantennale della morte, con l’incontro “La mafia uccide, il silenzio pure”. La storia di Peppino – cele..


  • Miss Monreale 2018. Venerdì 1 giugno al via il casting (Nell’articolo come partecipare)

    Eventi

    Monreale, 26 maggio 2018 - Al via il Casting per la seconda edizione di MISS MONREALE. Da venerdì 1 giugno, presso l’hotel Savoia di Monreale, in via Benedetto D’Acquisto, dalle 15,00 alle 19,00 cominceranno le selezioni. Dopo il successo della prima edizione del concorso di..


  • Fuori uscita liquami in via San Martino. La replica di Gelsomino e Zingales a Moncada

    Eventi

    Monreale, 25 maggio 2018 - “Non so chi ha dato queste notizie mi assumo la responsabilità nel dire che non corrispondono a verità e che gli assessori presenti si sono semplicemente impegnati ad esaminare la problematica e cercare di trovare una soluzione dopo avere esaminato la pratica inerente ..


  • Capizzi: “Accertare responsabilità? Concordo con Caputo, ma necessario fare un’analisi approfondita su chi ha provocato danni già giudizialmente accertati, con sentenze emesse in via definitiva”

    Eventi

    Monreale, 25 maggio 2018 - “Poche volte mi sono trovato d'accordo con l’avv. Caputo, e questa è una di quelle. Nella vita di ognuno di noi accadono talvolta dei fatti che danno una scossa, lasciano un segno, molto spesso in positivo, perché conducono a nuove r..


  • Fuoriuscita di liquami in via San Martino intervengono i tecnici

    Eventi

    Monreale, 25 maggio 2018 -Fuoriuscita di liquami in via San Martino, zona Ponticelli. Su segnalazione dei cittadini questa mattina sono intervenuti sul posto i tecnici dell'Amap, rimane da verificare se il problema riguarda la fognatura del comune di Monreale.  Per risolvere una volta e..


  • A San Cipirello arriva il colore. Una piazza dedicata a Caronia, medico antifascista, e a Sonnino

    Eventi

    San Cipirello, 25 maggio 2018 - Quegli edifici, un tempo grigi e anonimi, diventano il trionfo del colore e del ricordo di due personalità che hanno portato in alto il nome di San Cipirello. L’artista romano Eliseo Sonnino ha creato, in una piazza della città della Valle dello Jato, il murale da..


  • L’antimafia dei fatti. Una mietitrebbiatrice per le sorelle Napoli. Un dono per ricominciare

    Eventi

    Mezzojuso, 25 maggio 2018 -   Il 23 maggio è stata la giornata delle celebrazioni antimafia. Incontri, convegni, discussioni, cortei, foto in bella vista e tante parole in occasione del ricordi delle stragi di mafia. Mentre in molte città siciliane si sprecavano parole, ..


  • Pioppo, la delegazione senza anagrafe e stato civile. Lo Coco interroga il sindaco

    Eventi

    Monreale, 25 maggio 2018 - I servizi di anagrafe e stato civile non vengono ancora garantiti presso la delegazione municipale di Pioppo. Da oltre un anno, in seguito al trasferimento di personale, i pioppesi devono recarsi a Monreale per usufruire dell’ufficio. Sulla questione il capogruppo del gr..


  • Monreale. Salvino Caputo: “Campo sportivo ad Aquino, parcheggio Cirba e lease back caserma Carabinieri. Un danno alle casse comunali”

    Eventi

    Monreale, 25 maggio 2018 – “Presenterò un esposto alla Corte dei Conti e alla Magistratura ordinaria perché venga fatta luce su scelte politiche che hanno avuto ripercussioni notevoli sugli equilibri finanziari del Comune oltre ad avere privato la città di due strutture fonda..


  • “Danisinni Circus”, domenica si inaugura il primo circo sociale permanente senza animali

    Eventi

    Palermo, 25 maggio 2018 - Grande festa di quartiere con eventi aperti a tutti e gratuiti per inaugurare ‘Danisinni Circus’, il primo circo sociale permanente senza animali in città. È il ‘Museo Sociale di Danisinni’. Domenica 27 maggio 2018, Piazza Danisinni, dalle ore 16:00 sino a tard..


  • Migliorano le condizioni di Arianna Badagliacca, vittima di un incidente stradale a Vercelli

    Eventi

    Vercelli, 25 maggio 2017 - Dopo giorni di apprensione, le condizioni mediche di Arianna Badagliacca stanno lentamente migliorando. La donna, rimasta vittima di un grave incidente stradale, è sotto costante osservazione da parte dei medici del reparto rianimazione dell’Ospedale di Novara. Ad annun..


  • Monreale, elezioni amministrative. Il Pd uscirà dalla crisi e resterà nella Terza Repubblica?

    Eventi

    Monreale, 25 maggio 2018 - La Terza Repubblica è cominciata il 5 marzo. Un quadri-polarismo, una forza il M5s che spiazza i vecchi partiti con il 32 per cento, sia alla Camera sia al Senato, e tre partiti di medie dimensioni: il Pd al 19 per cento, la Lega con il ..


  • Torna la Fiera Campionaria del Mediterraneo dal 26 maggio a Palermo

    Eventi

    Palermo 24 maggio - Tutto pronto per la nuova edizione, la 67esima, della Fiera Campionaria di Palermo.  Solo dopo la Fiera di Bari, per spazi espositivi e numero di visitatori, la Fiera del Mediterraneo si trova al secondo posto nella lista delle più grandi Fiere italian..


  • A San Giuseppe Jato si ricorda il giurista jatino Salvatore Riccobono

    Eventi

    San Giuseppe Jato, 24 maggio 2018  - Un convegno in ricordo del giurista jatino Salvatore Riccobono si terrà questo fine settimana a San Giuseppe Jato. Sabato 26 Maggio alle ore 9.30, presso il Centro Diurno “11 Settembre” in via Giorgio La Pira è in programma convegno “Attualità del m..


  • Monreale, sicurezza urbana: il Comune chiede un finanziamento per la videosorveglianza

    Eventi

    Monreale, 24 maggio 2018 - Firmato il patto di intenti per la sicurezza urbana tra il comune di Monreale, il comune di Palermo e la Prefettura di Palermo. Attraverso il finanziamento, previsto dal Ministero degli Interni che ha stabilito un apposito capitolo per la sicurezza urbana dei comuni, la ci..


  • Monreale, discarica a cielo aperto in via Pezzingoli

    Eventi

    Monreale, 24 maggio 2018 - L'ennesima discarica abusiva è stata scoperta nella periferia di Monreale. A segnalare gli abbandoni illeciti sono stati alcuni iscritti al gruppo civico "Occupiamoci di Monreale". La denuncia è stata raccolta da Benedetto Madonia che ha segnalato il caso al Co..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com