Progetto sul fiume Oreto: Piero Capizzi e Leoluca Orlando ‘disertano’ il dibattito

0
Araba Fenice desk

PALERMO, 1 luglio – Si è tenuto oggi, presso l’Ecomuseo del mare di Palermo, l’incontro organizzato dal WWF Palermo, incentrato sul Fiume Oreto. Incontri, dibattiti e mostre hanno animato due giornate dedicate al fiume che, nascendo in territorio di Monreale, sfocia sulla costa di Palermo.

Il convegno di oggi rappresentava il tassello conclusivo del progetto “Conosciamo il fiume Oreto e la sua valle”. Durante la prima giornata esperti, architetti e ingegneri  hanno parlato del bacino idrografico del fiume Oreto sotto gli aspetti botanici, faunistici, a quelli idrologici e geomorfologici.

Durante la seconda giornata si è svolto un dibattito politico. Assenti al dibattito i rappresentanti delle amministrazioni di Monreale e Palermo, Piero Capizzi e Leoluca Orlando, i quali nonostante i ripetuti inviti da parte del Wwf Palermo, non si sono presentati all’evento.

Hanno preso, invece, parte al dibattiti il presidente della commissione Ambiente e Territorio all’Ars, Giampiero Trizzino, Maria Pia Bottino, delegata dall’assessore all’Ambiente e Territorio della Regione Siciliana, Mariarita Sgarlata, il vicesindaco e assessore al Territorio del Comune di Altofonte, Giuseppe Castellese, e il presidente della Seconda circoscrizione comunale di Palermo, Antonio Tomaselli.

Tanti sono stati gli argomenti trattati nel corso del dibattito.Dalla piaga dell’abusivismo edilizio, alla necessità concreta di riunire nuovamente il tavolo tecnico già esistente composto dai comuni di Altofonte, Monreale e Palermo.

“Ci chiediamo perché il Comune di Palermo ci ha così palesemente ignorati, – ha dichiarato il presidente del Wwf Palermo, Pietro Ciulla – . Abbiamo creduto molto a questo convegno, chiamando esperti fra i migliori sul campo per discutere dell’Oreto, abbiamo organizzato ben sei escursioni lungo il fiume, coinvolgendo centinaia di cittadini entusiasti. Anche il dibattito politico del convegno è stato proficuo e fattivo e sono state fatte delle proposte sensate e possibili. Nonostante tutto, i comuni di Palermo e Monreale non hanno partecipato e i nostri inviti a sindaci e assessori sono caduti nel vuoto”.

 

Fonte: siciliainformazioni

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com