Un laboratorio di ceramica in un bene confiscato a Cosa Nostra

0
Araba Fenice desk

MONREALE, 26 giugno – Il sindaco di Monreale Piero Capizzi ieri pomeriggio ha partecipato alla presentazione del Progetto “Abilmente Insieme” che prevede la creazione di un laboratorio di ceramica nella struttura di Piano dell’Occhio ad opera dell’Associazione Aurora Onlus con il contributo economico di Unicredit. Alla manifestazione erano presenti  il presidente dell’Associazione Aurora onlus, Ivana Calabrese, il Sindaco di Monreale, Pietro Capizzi, e per UniCredit Vincenzo Tumminello, Responsabile Settore Pubblico e Sviluppo del Territorio Sicilia, e Cesare Carletta, Responsabile Area commerciale Palermo.

“Congratulazioni ai responsabili dell’Associazione Aurora Onlus per questa lodevole iniziativa e per la loro creatività – ha dichiarato Piero Capizzi – La loro presenza oggi qui testimonia  la volontà delle Istituzioni di voler fortemente ripristinare quel clima di legalità che dà fiducia ai cittadini. E’ molto importante vedere oggi qui tante persone che credono in un progetto, tutto questo ci rende onore e ci aiuta a scolarizzare i nostri ragazzi nel rispetto delle regole. La mia amministrazione si impegnerà nel forte contrasto alla criminalità organizzata, come sindaco e come amministrazione sono lieto di essere qui a testimoniare il nostro impegno nel sociale accanto alle famiglie d questi ragazzi che avranno sempre il nostro supporto.

“La nostra struttura – ha dichiarato Ivana Calabrese – è a disposizione di tutti coloro che vogliono organizzare iniziative sociali e culturali”. La dottoressa Calabrese, inoltre ha ringraziato tutti per la loro presenza e per il contributo che ha consentito di acquistare vari arredi per la villa che ospita i ragazzi e le famiglie, ed anche il forno ed altri strumenti per il laboratorio di ceramica.

“Ci fa piacere – ha affermato Vincenzo Tumminello – un aiuto concreto per una onlus che svolge una attività particolarmente apprezzata nel settore dell’inclusione sociale. Il nostro contributo è stato reso possibile  grazie ai fondi raccolti attraverso carta E, la carta di credito del Gruppo Unicredit che, senza costi aggiuntivi per il cliente, destina il due per mille di ogni spesa effettuata ad un fondo destinato ad iniziative e progetti di solidarietà”.

 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com