Mons. Michele Pennisi e la lotta a Cosa Nostra: “I mafiosi fuori dalle confraternite”

0
Araba Fenice desk

PALERMO, 27 giugno – Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale, ha emesso un decreto con cui obbliga tutte le confraternite dell’Arcidiocesi a inserire nello statuto che non possono farne parte gli appartenenti ad associazioni mafiose. La notizia è stata resa nota dallo stesso  Michele Pennisi in occasione della chiusura dell’anno accademico del centro Studi Culturale del Parlamento della Legalità.

“La lotta alla mafia, il contrasto alle piaghe del pizzo e dell’usura e la moralizzazione della vita pubblica – ha dichiarato l’Arcivescovo di Monreale – passa attraverso un rinnovato impegno educativo che porti ad un cambiamento della mentalità, che deve iniziare fin da bambini. Per contrastare questi fenomeni criminali è necessaria una mobilitazione delle coscienze che, insieme ad un’efficace azione istituzionale e ad un ordinato sviluppo economico, può frenare e ridurre il fenomeno criminoso”.

“In Sicilia – ha osservato Pennisi – l’educazione alla legalità e alla socialità, cioè al bene comune, deve essere una priorità. Deve essere chiaro che l’educazione rappresenta il bene pubblico per eccellenza, quindi qualunque istituzione pubblica deve essere interessata al fatto che ci sia un’educazione integrale e di qualità”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com