Incendi, Salvino Caputo: ‘Il Comune di Monreale chieda la dichiarazione di stato di emergenza’

0
Araba Fenice desk

MONREALE, 27 giugno – “Presenterò un esposto alla Procura della Repubblica perché venga accertata la responsabilità oggettiva del governo regionale nell’avere determinato i gravi incendi che hanno devastato il territorio di Monreale e gran parte della provincia di Palermo per la mancata adozione nei tempi previsti dalle misure atte a prevenire il fenomeno degli incendi”.

A dichiararlo è Salvino Caputo, del dipartimento regionale per le attività produttive del coordinamento siciliano di Forza Italia, intervenuto sulla questione incendi che hanno determinato danni ingenti al patrimonio pubblico e privato e all’ecosistema ambientale.

“È indubbio  – secondo Caputo – che accanto alla responsabilità di chi dolosamente scatena gli incendi o di quelli che si verificano per un insieme di concause naturali, l’avere avviato solo il 17 giugno la gara pubblica per il servizio di copertura aerea del territorio e non avere ancora firmato i contratti in favore dei lavoratori per la pulizia del sottobosco e delle aree boschive, è stata una condotta irresponsabile da parte del governo regionale che non ha fronteggiato nei tempi previsti una emergenza prevedibile e annunciata”.

Sia la Protezione civile nazionale che quella regionale e le numerose associazioni presenti nel territorio avevano con larghissimo anticipo lanciato l’allarme per il pericolo degli incendi favoriti da gravi ritardi nell’assunzione del personale forestale.

“Ancora una volta – afferma Caputo – il governo regionale ha sottovaluto una situazione di grave pericolo che oggi, specialmente nel territorio di Monreale, ha determinato la distruzione di decine e decine di ettari di bosco, danni alle abitazioni private, all’ecosistema e pericoli per l’equilibrio idro-geologico”.

Caputo ritiene necessario che il comune di Monreale non soltanto chieda al governo regionale la dichiarazione dello stato di calamità per potere ottenere gli incentivi a favore di chi ha subito danni dagli incendi, ma anche promuova un’azione di responsabilità diretta e oggettiva nei confronti di un governo che ha omesso di predisporre le misure di prevenzione atte alla tutela dei territori oltre al danno arrecato a centinaia di lavoratori che ancora oggi sono in attesa di firmare i contratti per completare il ciclo stagionale.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com