Protestano i lavoratori forestali, l’intervento del Sindaco Capizzi

0
Araba Fenice desk

Monreale, 25 Giugno. Si è svolta stamane, presso i locali del palazzo di Città del nostro Comune, la composta ma decisa protesta dei lavoratori forestali aderenti alla sigla sindacale del SIFUS.

I lavoratori protestano per il mancato avviamento al lavoro di alcune categorie, in particolar modo i cosiddetti “centounisti” e “settantottisti” (rispettivamente, coloro i quali svolgono presso le aree boschive 101 e 78 giornate lavorative annuali).

La richiesta presentata al Sindaco di Monreale, Piero Capizzi, è stata quella di un interessamento dell’amministrazione comunale sulla questione, interessamento che è prontamente arrivato.

Informato della protesta, infatti, il Sindaco, si è recato al Palazzo di Città per ricevere i lavoratori, attivandosi, secondo le proprie prerogative, per risolvere la questione.

In particolare, come richiesto dai lavoratori in protesta, Capizzi ha inviato al Governo Crocetta e al prefetto di Palermo, una nota redatta dalle sigle sindacali sulla questione.

Alla presenza di una delegazione di lavoratori, inoltre, il Sindaco ha contattato telefonicamente gli uffici dell’Assessorato Agricoltura e Foreste e vari deputati regionali, sollecitando la soluzione del problema in tutte le sue sfaccettature.

“Conosco bene la problematica dei lavoratori forestali regionali e del nostro comune in particolare” ha dichiarato l’avv. Capizzi ai presenti.

Ho già chiesto durante la campagna elettorale, ai deputati regionali presenti di impegnarsi per voi. L’esigenza del vostro operato c’è, è presente e pressante, e lo dimostrano i fatti odierni e della scorsa notte. Alcuni deputati regionali stanno presentando un ordine del giorno che attenzioni il problema e tenda a risolverlo entro Agosto. In ogni caso l’amministrazione vi è vicina, invierò immediatamente il fax contente la vostra nota al governo Crocetta ed al Prefetto ed inoltre, chiederò un incontro al prefetto stesso, insieme ad una vostra delegazione. Voi non siete soli, la vostra non è una protesta ma la rivendicazione di un sacrosanto diritto”.

Soddisfatti per l’interessamento, in attesa di ulteriori comunicazioni sul prossimo incontro con l’autorità prefettizia, i manifestanti hanno quindi abbandonato la sede del primo cittadino monrealese.

Mimmo Vittorino, consigliere comunale da molto tempo vicino alla problematica ed alla sigla sindacale del SIFUS, ha dichiarato: “Quella di oggi è stata un’occupazione pacifica per sollecitare l’attenzione dell’amministrazione, affinchè la stessa si avvalga del prefetto, perché quello che si configura è un problema di sicurezza boschiva e di incolumità per la gente”.

Dello stesso parere Massimiliano Miceli, segretario provinciale aggiunto del SIFUS: “Questa protesta nasce per sensibilizzare riguardo tutte le problematiche che ineriscono il nostro territorio e patrimonio boschivo, problematiche legate alla sicurezza, al dissesto idrogeologico, ai frequenti incendi. Oggi, inoltre, poniamo al centro dell’attenzione il problema dei lavoratori forestali. Quando si affrontano le problematiche relative ai lavoratori forestali, non si può pensare solamente alle esigenza di carattere economico della Regione, bisogna tenere conto del territorio, del clima, del ciclo vitale delle piante e non ultimo ai lavoratori stessi.”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com